Sprint Cup – Kyle Busch ritorna a correre per la Sprint All-Star Race

051215-NASCAR-rowdy-returns-LN-PI.vadapt.955.high.0

Dopo essere stato in “panchina” per un infortunio dal weekend di Daytona, Kyle Busch ritornerà alla guida della Toyota Camry #18 del Joe Gibbs Racing in occasione della NASCAR Sprint All-Star Race allo Charlotte Motor Speedway di questo weekend.

Busch ha annunciato il suo ritorno su Twitter nella giornata di ieri.

Busch ha sofferto di una frattura esposta alla gamba destra e una frattura al piede sinistro in seguito al brutto incidente durante la gara inaugurale della  NASCAR XFINITY Series race al Daytona International Speedway lo scorso 21 febbraio, ma circa tre mesi dopo, “Rowdy” tornerà in azione sotto i riflettori per la All-Star Race per tentare già di vincere un milione di dollari. Busch ha vinto la pole per la All-Star Race del 2102 ma è ancora in cerca della prima vittoria.

La prima gara, valevole per i punti del campionato, sarà la Coca-Cola 600 tra due settimane sempre a Charlotte, e in quella gara Busch comincerà la sua corsa verso la qualifica per la Chase for the NASCAR Sprint Cup. Per entrare nella Chase, Busch dovrà vincere una delle 15 gare che rimangono nella regular season della Sprint Cup.

Le regole della NASCAR dicono che per qualificarsi alla Chase, i piloti devono essere all’interno dei primi 30 in classifica generale alla fine della regular season. Brian France recentemente ha fatto intendere che se Busch dovesse vincere una gara, la NASCAR potrebbe fare uno strappo alla regola dei top-30.

Federico Floccari