Sprint Cup – Logano corona il weekend trionfale di Penske

Irwin Tools Night Race

Mercoledì Brad Keselowski, venerdì Ryan Blaney e ieri Joey Logano hanno regalato a Ford e alla galassia del Team Penske un fine settimana (lungo) di quelli memorabili, vincendo per la casa dell’ovale blu tutte le gare in programma per la prima volta dal 2006.

Logano ha dimostrato una volta per tutte di essere un pretendente al titolo della Sprint Cup Series 2014 imponendosi a Bristol nella IRWIN Tools Night Race proprio davanti al compagno di squadra, grazie a una prestazione impeccabile che gli ha consentito di cogliere la terza vittoria stagionale e lo proietta tra i favoriti in vista della Chase.


NASCAR News

Nationwide Series, la spunta BlaneyVideo completo della Pure Michigan 400Importanti cambiamenti ai vertici della NASCAR | Primo successo in Truck Series per Keselowski | Burton di nuovo al posto di Stewart | Edwards al Joe Gibbs Racing | Test 2015: evviva l’acqua calda


Il 24enne del Connecticut è stato uno dei pochi ad avere una macchina talmente a posto da poter compiere dei sorpassi usando la traiettoria interna del “mezzo miglio più veloce del mondo” e a 44 tornate dalla bandiera a scacchi, dopo aver esercitato una gran pressione nel traffico, ha avuto la meglio sull’allora leader della gara Matt Kenseth, rimasto in pista in occasione dell’ultima bandiera gialla per tentare il tutto per tutto e guadagnarsi quella vittoria che ancora gli manca nel 2014.  La Fusion #22 ha preso immediatamente un leggero margine, ma il traffico e la reazione degli inseguitori hanno impedito che il gap si ampliasse più di tanto. Keselowski è riuscito a scavalcare Kenseth, per poi tentare un disperato affondo all’ultimo giro sul compagno di squadra, ma il “tuffo” è andato ben lontano dall’essere efficace, pur evidenziando le intenzioni battagliere del campione 2012 della Sprint Cup.

“Che stagione stiamo vivendo. Mi sto divertendo tantissimo. Le ultime sei o sette gare sono state incredibili”, ha detto Logano, che non esce dalla top-10 dalla gara di Loudon del 19 luglio e ha infilato 3 podi nelle ultime quattro gare ed è letteralmente esploso dopo anni complicati alla corte di Joe Gibbs. “Non avrei mai pensato che avremmo avuto una stagione come questa. E’ la dimostrazione di quanto è importante il lato psicologico in questo sport. Sono felice di aver attraversato quei periodi difficili. Mi hanno reso quello che sono e insegnato che atteggiamento mentale devo avere per vincere a questo livello”.

“All’ultimo giro ho provato a buttarmi, sperando che succedesse qualcosa a mio vantaggio. Da fuori è sembrato bello, ma in realtà non ero poi così vicino,” ha aggiunto Keselowski. “Penso che siamo dei seri candidati al titolo quest’anno e ne sono fiero. Avere tutti e tre i piloti in Victory Lane credo sia la dimostrazione del futuro roseo che ci aspetta. Penso che i risultati parlino da soli e che dobbiamo solo continuare così.”

Per Logano si tratta della sesta vittoria in 207 presenze nella NASCAR Sprint Cup Series.

Johnson e McMurray, rimonta e disappunto

La battaglia, a tratti decisamente accesa, per il quarto posto è andata a Jimmie Johnson, scaramanticamente ritornato – con il beneplacito dello sponsor – alla livrea blu e autore di una bella rimonta dopo la bellezza di due penalità per eccesso di velocità ai box nel primo quarto di gara. Forse non ha mai mostrato di avere il passo per vincere, ma il pilota di El Cajon ha fatto vedere che con l’avvicinarsi della Chase sta tornando in forma. Durante la gara ha effettuato parecchi sorpassi e nel finale ha tenuto a bada un arrembante Kurt Busch, quinto al traguardo.

Discorso opposto, invece, per Jamie McMurray, che ci ha regalato per un bel pezzo la speranza di vederlo lottare per la vittoria della IRWIN Tools Night Race, ma si è completamente perso negli ultimi 100 giri. Per un centinaio di giri, tra il 300esimo e il 400esimo, McMurray ha guidato le danze al Bristol Motor Speedway con una vettura in grado di percorrere qualunque traiettoria, ma mano a mano che la pista andava gommandosi, pilota e team hanno perso la bussola, scivolando inesorabilmente fino a un ottavo posto finale che non gli vale alcunché se non la consapevolezza che mancano ancora due gare alla Chase e che l’ultima parola non è ancora detta.

Tempers Flaring

Come spesso accade, l’arena di Bristol ha visto diversi “gladiatori” dare in escandescenza e piccoli errori tramutarsi in incidenti spettacolari. E’ accaduto a Denny Hamlin, che è stato toccato da Harvick mentre era in testa al giro 162 e spedito a muro. Il palese errore di valutazione del pilota dello Stewart-Haas Racing ha causato il ritiro di Hamlin, il quale ha poi dimostrato tutto il suo disappunto scagliando il proprio Hans contro la vettura del rivale. Vittima dell’incidente è stato Dale Earnhardt Jr, che è stato centrato dalla vettura di Hamlin è si è ritrovato la fiancata sinistra squarciata. La lunga sosta necessaria per riposizionare i pannelli all’interno della portiera ha relegato il pilota di Kannapolis in 39esima posizione.

Pessima gara anche per Kyle Busch ed Eric Almirola, entrambi coinvolti in maniera pesante nell’incidente al giro 125 scatenato da un contatto tra Brian Vickers e Kyle Larson. Almirola ha chiuso lì la sua serata al volante di una bellissima Ford Fusion #43 in classica livrea STP, mentre Busch ha avuto anche un’incomprensione con il suo crew chief, dovuta anche all’ennesima prova sfortunata della stagione.

Chase Watch

Con dodici vincitori diversi e un divario di 26 punti tra Greg Biffle e Kyle Larson – dodicesimo al traguardo nonostante il contatto nelle fasi iniziali e anche questa volta miglior rookie della corsa – sono soprattutto Clint Bowyer e lo stesso Biffle ad avere di più da temere dalle prossime due gare. Due nuovi vincitori potrebbero infatti scalzarli da un posto nella Chase ed entrambi dovranno ricorrere all’attacco come miglior difesa.

Jeff Gordon 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Jimmie Johnson 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Brad Keselowski 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Dale Earnhardt Jr. 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Joey Logano 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kevin Harvick 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Carl Edwards 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kyle Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kurt Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Denny Hamlin 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Aric Almirola 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
AJ Allmendinger 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Matt Kenseth  – Quinto in classifica
Ryan Newman  – Nono in classifica
Clint Bowyer  – Decimo in classifica
Greg Biffle – Undicesimo in classifica

Ordine d’arrivo della IRWIN Tools Night Race

Bristol Motor Speedway
Bristol, Tennessee
Saturday, August 23, 2014

1. (5) Joey Logano, Ford, 500, $357931.
2. (9) Brad Keselowski, Ford, 500, $241438.
3. (16) Matt Kenseth, Toyota, 500, $227116.
4. (6) Jimmie Johnson, Chevrolet, 500, $198916.
5. (7) Kurt Busch, Chevrolet, 500, $136605.
6. (21) Ricky Stenhouse Jr., Ford, 500, $161120.
7. (3) Carl Edwards, Ford, 500, $135995.
8. (18) Jamie McMurray, Chevrolet, 500, $161609.
9. (17) Paul Menard, Chevrolet, 500, $142484.
10. (8) Greg Biffle, Ford, 500, $155070.
11. (1) Kevin Harvick, Chevrolet, 500, $154368.
12. (40) Kyle Larson #, Chevrolet, 500, $139880.
13. (11) Ryan Newman, Chevrolet, 500, $119285.
14. (22) AJ Allmendinger, Chevrolet, 500, $128643.
15. (25) Jeff Burton, Chevrolet, 499, $145693.
16. (2) Jeff Gordon, Chevrolet, 499, $152346.
17. (14) Clint Bowyer, Toyota, 498, $143351.
18. (28) Michael McDowell, Ford, 498, $103785.
19. (19) Justin Allgaier #, Chevrolet, 497, $131218.
20. (23) Martin Truex Jr., Chevrolet, 497, $134318.
21. (15) Brian Vickers, Toyota, 497, $138935.
22. (39) Landon Cassill(i), Chevrolet, 497, $105010.
23. (29) David Ragan, Ford, 496, $126493.
24. (36) Reed Sorenson, Chevrolet, 496, $115318.
25. (32) David Gilliland, Ford, 495, $121182.
26. (43) Casey Mears, Chevrolet, 495, $110010.
27. (24) Danica Patrick, Chevrolet, 493, $109390.
28. (26) Austin Dillon #, Chevrolet, 493, $146616.
29. (30) Josh Wise, Chevrolet, 492, $100770.
30. (34) Cole Whitt #, Toyota, 492, $101635.
31. (41) David Stremme, Chevrolet, 491, $97525.
32. (27) Alex Bowman #, Toyota, 489, $97415.
33. (37) JJ Yeley(i), Ford, 489, $97305.
34. (10) Marcos Ambrose, Ford, 480, $123490.
35. (12) Kasey Kahne, Chevrolet, 477, $116410.
36. (4) Kyle Busch, Toyota, Accident, 442, $144866.
37. (33) Ryan Truex #, Toyota, Engine, 338, $96784.
38. (38) Michael Annett #, Chevrolet, Accident, 243, $91165.
39. (20) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, Accident, 176, $95165.
40. (13) Denny Hamlin, Toyota, Accident, 160, $96565.
41. (42) Aric Almirola, Ford, Accident, 123, $116101.
42. (31) Brett Moffitt, Toyota, Engine, 78, $83165.
43. (35) Dave Blaney, Chevrolet, Overheating, 37, $71665.