Sprint Cup – Martin Truex Jr conquista la pole anche a Martinsville

Nonostante l’ eliminazione da questo Chase for the Sprint Cup a Talladega la scorsa settimana, Martin Truex Jr non smette di stupire. Dopo aver lasciato i primi due round delle qualifiche a Joey Logano, corsaro a Talladega, Truex Jr guida la griglia di partenza per la Goody Fast Relief 500 in programma questa domenica.

Con un tempo magistrale di 19.282, Truex ha beffato Logano di soli 8 centesimi di secondo conquistando la quinta pole stagionale. Logano dal canto suo, si consola con la migliore posizione in griglia tra i Chasers rimasti in corsa per il titolo, affiancando così Truex in prima fila. Alle loro spalle si presenta il grande maestro di questo ovale, Jimmie Johnson con il terzo tempo di quest’ ultimo round delle qualifiche, tornato ad essere quello dei tempi migliori quando surclassava la concorrenza. Con ancora la speranza di conquistare il settimo titolo, Johnson ha in Martinsville la miglior carta per arrivare in finale.

Dato che Ford e Chevrolet si trovano davanti alle Toyota, almeno per quel che concerne i Chasers,  gli alfieri di Gibbs si piazzano due e tre file più indietro: Carl Edwards  settimo, Denny Hamlin ottavo e Kyle Busch è nono; i tre piloti figurano staccati in griglia dalla presenza di A.J. Allmendinger, Chase Elliott e Tony Stewart, giusto per fare da incomodi in una lotta serratissima per il titolo.

Se questi sono i migliori delle qualifiche, la top 10 di Gordon in griglia fa pensare ad un ennesima grande prestazione del campione californiano alla sua ultima apparizione in gara per il 2016, vincitore qui nel 2015.

Dunque, solo cinque Chasers nella top-10 ma ci sono tre piloti che non sono riusciti a superare il secondo round delle qualifiche, e i nomi  pesano come un macigno, tutti già campioni della massima serie. Matt Kenseth è stato incapace di seguire i compagni di team piazzandosi al 17° posto; peggio di lui ha fatto il duo dello Stewart-Haas: Kevin Harvick 20°, Kurt Busch addirittura 23°.  Per loro si tratterà di una grande scalata al vertice, i quali avranno dalla loro la caterva di giri da compiere ma anche tanta pazienza da mettere in gioco, un caratteristica di cui i tre piloti sono carenti.

La gara, come anticipato precedentemente è Domenica 30 Ottobre alle 18 italiane; 500 giri, 1000 rettilinei, 1000 curve, questo è Martinsville.

Davide Sarti