Sprint Cup – prima vittoria in carriera per Keselowski a Daytona

CmaXZiPWgAAx-fO

Brad Keselowski è stato veloce per tutta la sera. Ha condotto in testa ben 115 tornate delle 160 previste e alla fine c’è l’ha fatta: ha vinto per la prima volta in carriera al Daytona International Speedway dopo 15 partenze tra Daytona 500 e Coke Zero 400. Si tratta inoltre della terza vittoria stagionale e della 20esima in 250 partenze in Sprint Cup Series e grazie a questo successo del pilota della Ford Fusion #2 il Team Penske ha raggiunto il traguardo delle cento vittorie nella serie maggiore della NASCAR.

La corsa per completarsi in bandiera verde ha avuto bisogno dell’ OVERTIME e ha visto Keselowski tenere la testa della corsa in maniera piuttosto agevole sul resto del gruppo permettendo così al pilota nativo del Michigan di vincere per la prima volta in carriera sul superspeedway da 2,5 miglia della Florida.

 

Alle spalle di Keselowski sono giunti nell’ordine: Kyle Busch, un ottimo Trevor Bayne, Joey Logano, Ricky Stenhouse Jr., Kyle Larson, Austin Dillon, Greg Biffle partito dalla pole, Clint Bowyer e Michael McDowell.

“Non è la Daytona 500 ma è sempre Daytona… e vincere qui è sempre speciale non importa quando,” queste le parole di Keselowski in Victory Lane. “La vettura è stata velocissima per tutta la sera, devo ringraziare la mia squadra che ha fatto un lavoro straordinario questo weekend dandomi la possibilità di vincere.”

La corsa è stata fortemente caratterizzata dal Big One occorso alla tornata 90 e ha visto coinvolti ben 22 vetture delle 40 partite mettendo fuori gioco subito tanti protagonisti assoluti tra cui Kevin Harvick, Jimmie Johnson, Matt Kenseth, Chase Elliott, Jamie McMurray tra gli altri. Hanno subito invece danni leggere Dale Earnhardt Jr e Martin Truex Jr.

 

Anche il vincitore della gara di una settimana fa al Sonoma Raceway, Tony Stewart, ha concluso la gara in anticipo, quando, a 12 tornate dal traguardo, un contatto con Casey Mears ha mandato a muro il tre volte campione della NASCAR. Nonostante l’incidente, Stewart conquista la top-30 della classifica ed è attualmente in lizza per competere nella Chase.

 

La Sprint Cup torna in pista il prossimo weekend al Kentucky Speedway per la Quaker State 400 che si svolgerà con il pacchetto a bassissimo carico aerodinamico sul neo asfaltato e riconfigurato tracciato da 1,5 miglia del Kentucky.

Chase Watch

Immagine1

Federico Floccari