Terzo sigillo stagionale per Brad Keselowski in Kentucky

Brad Keselowski ha messo a segno un’altra delle sue prestazioni da “piede fino”, risparmiando abbastanza benzina da arrivare al traguardo dopo aver allungato nel finale della Quaker State 400 e andando a cogliere la sua terza vittoria stagionale.

Il successo ottenuto al Kentucky Speedway, il settimo nella carriera del 28enne di Rochester Hills su 106 presenze nella Sprint Cup, gli assegna anche un’elevatissima probabilità di entrare nella Chase For The Cup, fosse anche attraverso una Wild Card.

La 17esima prova della Sprint Cup, disputatasi sul miglio e mezzo dell’ovale di Sparta, Kentucky, ha visto scattare dalla pole position Jimmie Johnson, il quale però è stato immediatamente sopravanzato da Kyle Busch, che è rimasto al comando per i primi 33 giri, per poi essere scavalcato da Brad KEselowski in un run in verde che si è protratto fin quasi al momento delle soste ai box.

Vittima illustre di queste primissime fasi di gara è stato Tony Stewart, che ha riscontrati problemi elettronici al motore della Chevrolet #14 intorno alla 26esima tornata ed ha perso 34 giri in garage per le riparazioni, per poi concludere la sua prova in 32esima posizione.

La prima delle quattro neutralizzazioni della serata è arrivata al giro 47, a causa della presenza in pista a velocità ridotta della vettura di Scott Riggs, afflitto anch’egli da problemi elettrici. Al successivo restart, Kyle Busch ha allungato nuovamente su Brad Keselowski e Jimmie Johnson mentre Kasey Kahne si è visto costretto ad una sosta fuori programma, nel corso della 53esima tornata, per colpa di una ruota, l’anteriore destra, fissata male.

[minigallery id=”9885″ pretty=”1″]

Un’altra tornata di soste in verde è avvenuta poco prima del giro numero 100 e ha lasciato la classifica immutata, con Kye Busch a macinare giri al comando — ne accumulerà 118 sui 267 previsti per la gara — anche dopo una leggera strisciata a muro, avvenuta al giro 119.

Denny Hamlin ha guadagnato un paio di posizioni in pit road in occasione di una gialla per detriti al giro 126, presentandosi al restart in seconda posizione, al fianco del compagno di team Kyle Busch. Il pilota della Toyota #11 è passato al comando in ripartenza al giro 130 e alle sue spalle Johnson ha scavalcato Busch per la seconda piazza dopo un duello durato un paio di giri, mentre la Toyota #18 ha iniziato ad accusare problemi di sottosterzo.

Kasey Kahne è tornato a pieni giri grazie alla regola del Lucky Dog in occasione della quarta neutralizzazione della serata, arrivata al giro 150 a causa della rottura del motore di Dave Blaney, che ha consentito a tutti i piloti di effettuare la quarta sosta ai box. Al successivo restart, Johnson ha provato a sopravanzare Hamlin, senza però riuscire a trovare una trazione sufficiente in uscita di curva per prevalere sulla traiettoria interna. Kyle Busch ha invece continuato a lottare con i problemi di assetto della sua Camry, cedendo anche prima il terzo posto a Keselowski e poi il quarto a Gordon.

Un contatto con Joey Logano, causato da Ryan Newmman, ha provocato una foratura al vincitore di Sonoma, Clint Bowyer, costringendolo ad un sosta in pit road non prevista per sostituire gli pneumatici, mentre i team hanno iniziato a pianificare una strategia per formarsi una sola ulteriore volta prima della bandiera a scacchi.

Alla 198esima tornata, Johnson è finalmente riuscito a scavalcare Hamlin, che stava tentando di risparmiare benzina. Nel frattempo, sulla vettura di Kyle Busch si è rotto un ammortizzatore, ma il pilota di Las Vegas ha fatto di tutto per restare in pista, pur dovendo alzare decisamente il piede e cedere posizioni fino a occupare la sesta piazza.

Una nuova serie di soste in regime di bandiera verde è iniziata al giro 202 e tutte le squadra hanno cercato di riempire il serbatoio delle rispettive stock cars fino all’orlo. La crew di Johnson ha avuto problemi nella sostituzione della ruota posteriore destra proprio mentre in pista Keselowski sorpassava Hamlin, in procinto di fermarsi per il suo pit stop, per poi restare a sua volta quasi senza benzina e riuscire a rientrare in pit road per un pelo.

Pochi istanti dopo, il motore di Newman ha ceduto improvvisamente, spedendo a muro sia il pilota del team Stewart-Haas che Regan Smith, il quale seguiva da vicino la Chevrolet #39, e dando origine alla quarta e ultima bandiera gialla della Quaker State 400.

Keselowski si è presentato al restart davanti a Hamlin, Kenseth, Edwards, Earnhardt Jr. e Johnson, ed è stato il più rapido a prendere la bandiera verde, al contrario di Hamlin, leggermente penalizzato da una traiettoria un po’ più sporca, forse per via del filler, che ha creato problemi anche a Johnson e Biffle. Hamlin è poi riuscito a tornare al secondo posto, scavalcando Edwards nel corso del 224esimo giro, mentre Johnson ha pensato ad un foratura e ha perso molte posizioni, ma poi ha ripreso velocità e si è lanciato in una rimonta dalla 12esima posizione. Biffle ha invece preferito fermarsi in via precauzionale e si è a chiudere la gara fra i doppiati, in 21esima posizione.

A 37 giri dalla fine, Earnhardt ha passato Kenseth per il quarto posto, seguito come un’ombra da Martin Truex Jr., mentre davanti a tutti Keselowski, pur cercando di risparmiare benzina, è riuscito ad accumulare un vantaggio su Hamlin che ha superato i 3 secondi a 20 giri dal termine.

Sbarazzatosi di Truex ai -14, dopo un bel duello per la quinta posizione, Kahne ha velocemente scavalcato all’esterno anche Earnhardt e un Edwards disperatamente al risparmio e costretto a fermarsi in pit road a quattro giri dalla bandiera a scacchi, proprio mentre Kanhe si portava al secondo posto ai danni di Hamlin.

Gli ultimi due giri non sono stati sufficienti al pilota di Enumclaw per riportarsi su Keselowski, il quale è transitato sotto la bandiera a scacchi con 4.3 secondi di vantaggio sulla Chevrolet del Team Hendrick.

“Ora possiamo guardare avanti. Non dobbiamo più voltarci indietro, ed è una gran cosa” ha detto Keselowski, riferendosi alla sua situazione di classifica. Brad ha tra l’altro corso con la vettura di riserva, dopo aver incidentato la sua prima macchina in un contatto con Montoya nel corso delle libere. “Questo dimostra l’importanza del lavoro di squadra e il groppo di persone che lavorano nel team Miller Lite è composto da veri duri. HAnno messo insieme la macchina di riserva dell’anno scorso con 38 gradi in meno di un’ora. L’abbiamo portata in pista e siamo riusciti a fare abbastanza giri da capire quali aggiustamenti ci servivano per essere veloci oggi. Questo è quello che fanno quelli forti, ed è quello che ci ha portati in Victory Lane. Sono orgoglioso di questi ragazzi, dannatamente orgoglioso! ”

Matt Kenseth è sempre in testa alla classifica generale, con 633 punti, ma al secondo posto torna Dale Earnhardt Jr. (622), seguito da Jimmie Johnson (610). Greg Biffle (608) scende al quarto posto, davanti alla coppia formata da Denny Hamlin (565) e Kevin Harvick (565). Clint Bowyer (557) precede di un punto Martin Truex Jr. (556), mentre Tony Stewart (545) precipita al nono posto e Brad Keselowski (537), decimo, porta a 34 punti il suo vantaggio su Carl Edwards.

Proprio Edwards a questo punto ha assoluto bisogno di incamerare almeno una vittoria per rientrare nella lotta per una Wild Card, al momento contesa tra quattro piloti, tutti con un successo: Kyle Busch (495) e Kasey Kahne (463) attualmente entrerebbero ai playoffs, mentre sarebbero esclusi Ryan Newman e Joey Logano, pur avendo lo stesso punteggio di Kahne.

Stay Tuned!

Ordine d’arrivo della Quaker State 400

1 8 2 Brad Keselowski Miller Lite Dodge 267 47 4 137.7 $176,470 Running 3 68
2 19 5 Kasey Kahne Quaker State Chevrolet 267 42 98.7 $136,860 Running
3 3 11 Denny Hamlin FedEx Express Toyota 267 42 1 124.6 $164,776 Running 3 58
4 7 88 Dale Earnhardt Jr. Diet Mnt.Dew/National Guard Chevrolet 267 40 112.4 $109,770 Running
5 9 24 Jeff Gordon Drive to End Hunger Chevrolet 267 39 104.3 $141,646 Running
6 1 48 Jimmie Johnson Lowe’s Dover White Chevrolet 267 39 1 119.2 $135,271 Running 4 21
7 20 17 Matt Kenseth Fifth Third Bank Ford 267 37 93.3 $130,871 Running
8 10 56 Martin Truex Jr. NAPA Auto Parts Toyota 267 36 104.8 $111,349 Running
9 16 22 AJ Allmendinger Shell Pennzoil Dodge 267 35 101.0 $124,160 Running
10 2 18 Kyle Busch M&M’s Red-White-Blue Toyota 267 36 2 120.4 $132,368 Running 5 118
11 4 29 Kevin Harvick Budweiser Folds of Honor Chevrolet 267 33 90.5 $127,321 Running
12 15 27 Paul Menard Menards/Sylvania Chevrolet 267 32 82.4 $89,960 Running
13 12 9 Marcos Ambrose Mac Tools Ford 267 31 81.9 $108,818 Running
14 31 42 Juan Pablo Montoya Target Chevrolet 267 30 68.5 $110,476 Running
15 17 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 267 29 78.7 $112,043 Running
16 6 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 267 28 91.9 $106,524 Running
17 34 93 Travis Kvapil Burger King Toyota 267 28 1 62.6 $105,068 Running 1 1
18 21 13 Casey Mears Valvoline NextGen Ford 267 27 1 69.8 $94,743 Running 1 1
19 14 51 Kurt Busch Phoenix Construction Services, Inc. Chevrolet 267 25 66.7 $100,793 Running
20 25 99 Carl Edwards UPS Ford 266 24 80.4 $121,951 Running
21 11 16 Greg Biffle American Red Cross Ford 266 23 84.7 $85,885 Running
22 18 20 Joey Logano Dollar General Toyota 266 22 67.5 $85,635 Running
23 38 10 David Reutimann Outsourcing in the USA@TMone Chevrolet 266 21 54.6 $77,410 Running
24 29 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 266 20 62.3 $116,035 Running
25 23 83 Landon Cassill Burger King Toyota 266 19 61.7 $103,880 Running
26 13 43 Aric Almirola Eckrich Ford 266 18 61.5 $113,721 Running
27 28 47 Bobby Labonte Scott Products Toyota 265 17 52.9 $96,193 Running
28 40 38 David Gilliland Taco Bell Ford 265 16 49.9 $85,957 Running
29 33 34 David Ragan Front Row Motorsports Ford 263 15 47.1 $75,810 Running
30 39 55 Michael Waltrip Aaron’s Dream Machine Toyota 262 14 49.2 $73,735 Running
31 41 32 Ken Schrader Federated Auto Parts Ford 262 13 36.7 $82,170 Running
32 22 14 Tony Stewart Office Depot/Mobil 1 Chevrolet 231 12 50.8 $126,085 Running
33 26 78 Regan Smith Furniture Row Chevrolet 209 11 66.5 $81,010 Accident
34 5 39 Ryan Newman Tornados Chevrolet 208 10 73.4 $117,118 Accident
35 42 36 Dave Blaney SealWrap Chevrolet 144 9 37.8 $72,910 Engine
36 32 30 David Stremme Inception Motorsports Toyota 71 8 31.4 $72,860 Vibration
37 30 26 Josh Wise # MDS Transport Ford 60 7 30.9 $74,305 Vibration
38 35 98 Michael McDowell Presbyterian Health Care Ford 58 6 34.1 $72,703 Brakes
39 24 95 Scott Speed Leavine Family Racing Ford 55 5 38.8 $69,950 Brakes
40 27 87 Joe Nemechek(i) AM/FM Energy Wood & Pellet Stoves Toyota 52 0 33.6 $69,850 Overheating
41 43 33 Stephen Leicht # LittleJoesAuto.com Chevrolet 47 3 28.3 $77,800 Vibration
42 37 19 Mike Bliss(i) Humphrey Smith Racing, LLC Toyota 18 0 29.5 $69,745 Overheating
43 36 23 Scott Riggs North TX Pipe Chevrolet 12 1 27.0 $69,317 Electrical