Categorie
Monster Energy Cup Series

Un guasto al pedale dell’acceleratore ha messo fuori gioco Jeff Gordon, che non rinuncia a lottare per il titolo

Non è cominciata nel migliore dei modi, la Chase di Jeff Gordon, entrato trionfalmente ai playoffs con una prestazione superba in quel di Richmond, che ha spodestato Kyle Busch dalla posizione di seconda Wild Card. Il quattro volte campione della Sprint Cup è finito clamorosamente a muro al Chicagoland Speedway e ora si ritrova con una voragine da 47 punti da colmare, se vuole tornare in lizza per il campionato.

All’origine dell’incidente, avvenuto quando per Gordon si profilava una top-5, c’ stato un problema con un supporto della molla di ritorno dell’acceleratore, che si è incastrato nella molla stessa, impedendo la chiusura completa del gas e spedendo la Chevrolet Impala #24 contro le barriere SAFER dell’ovale di Joliet, Illinois. Il supporto in questione aveva un posizionamento errato a livello di progettazione, e ha bloccato l’acceleratore circa a metà apertura.

“E’ sorprendente che non sia avvenuto prima, visto il modo in cui il supporto era montato” ha detto Gordon a ESPN.com. “Non so se si sia incastrato a causa delle vibrazioni. Qualsiasi cosa abbia causato questo problema, è un nostro errore. E’ qualcosa che non sarebbe dovuto succedere e che non succederà una seconda volta.”

Gli ingegneri del team Hendrick Motorsports stanno ri-progettando il supporto e porteranno la versione rivista a Loudon, questo fine settimana. La molla di ritorno dell’acceleratore è un particolare su cui le squadre effettuano un minuzioso lavoro di personalizzazione, per andare incontro alle esigenze dei piloti e garantire loro il miglior feeling, e nel caso di Gordon si lavorerà anche sull’accorgimento “di sicurezza” — un cinturino attorno alla punta del piede — che consente di tirare il pedale proprio in caso di bloccaggio.

“Non è rimasto aperto completamente” ha dichiarato il pilota californiano. “Si bloccato giusto al punto da mandarmi a muro e l’impatto non è stato esagerato. Mi sono reso conto subito di cosa era successo e ho pensato immediatamente che dobbiamo sistemare questi particolari affinché non succeda più. Abbiamo un cinturino per la punta del piede: non era abbastanza stretto, per cui rifaremo anche quello. Avrei potuto tirare il pedale con quello. Ogni volta che succedono cose del genere ci si concentra su come non farle capitare in futuro.”

Risolto la causa del ritiro, rimane comunque una situazione di classifica che se non è già compromessa, poco ci manca. Gordon però non si darà per vinto e punterà a recuperare, iniziando proprio a Loudon. Due mesi fa, precisamente il 15 luglio, il veterano di Vallejo si è presentato in New Hampshire per la Lenox Industrial Tools 301 con la bellezza di 191 punti di distacco dalla vetta della classifica generale e ha dato il via a una serie di risultati che lo hanno portato a recuperare 54 di quei 191 punti nelle successive otto gare.

Certo, occorrerà più di una mano da parte dei rivali, ma si può fare. A maggior ragione se si pensa che, da quando esiste la Chase For The Cup soltanto due volte chi era in testa dopo la prima gara ha poi vinto la Sprint Cup. E’ successo con Tony Stewart nel 2005 e con Jimmie Johnson nel 2007.

Anno      Campione           Pos.
2004        Kurt Busch                2
2005        Tony Stewart            1
2006        Jimmie Johnson    9
2007        Jimmie Johnson    1
2008        Jimmie Johnson    2
2009        Jimmie Johnson    2
2010        Jimmie Johnson    7
2011        Tony Stewart            2

Molto difficile ma non ancora impossibile.

Stay Tuned!

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.