Categorie
Monster Energy Cup Series

Vittoria d’autorità per Kasey Kahne al Bristol Motor Speedway

Kasey Kahne si è aggiudicato con una prova di grande spessore la Food City 500, quarta tappa del calendario della Sprint Cup Series, disputatasi al Bristol Motor Speedway. Il pilota dell’Hendrick Motorsports è stato nelle primissime posizioni per tutti e 500 i giri in programma, percorrendo ben 109 giri in testa sulla strada verso la sua 15esima vittoria in NASCAR Sprint Cup su 328 presenze.

Kahne ha avuto la meglio su un battagliero Kyle Busch, in grado di recuperare con veemenza da una penalizzazione per eccesso di velocità ai box, e su Brad Keselowski, autore dell’ennesima prova maiuscola di questo inizio di stagione a cui manca solo la vittoria.

[divider]

La Gara

Pronti via e dopo appena 9 giri Tony Stewart si è ritrovato a muro, dopo aver bucato la posteriore sinistra, probabilmente durante un contatto con Martin Truex Jr.

Davanti a tutti, Kyle Busch e Kasey Kahne si sono contesi la leadership nei primissimi giri, mentre uno dei favoriti, Brad Keselowski, ha perso terreno ai margini della top-10.

Al giro 54 è arrivata una gialla per un contatto con le barriere di Jeff Burton. Kyle Busch è stato penalizzato per eccesso di velocità ai box e Kahne è passato in testa, superato però immediatamente da Hamlin. Poche tornate e McMurray, terzo in quel momento, si è trovato troppo largo sullo sporco ed è andato in testacoda, originando la terza gialla della giornata.

Dopo 100 giri, 4 piloti del team Hendrick si sono trovati nella top-10,  tutti sulla fila esterna, con poche in grado di sfruttare l’interno per mettere a segno uno slide job.

Il treno targato Hendrick Motorsports si è fatto largo fino alla prima posizione guidato da Kasey Kahne, quando al giro 152 David Gilliland è finito a muro mentre era buon 17esimo, mandando tutti ai box in gialla. Cambiando solo due gomme, Kyle Busch si è riportato in top-5, precisamente in seconda posizione, alle spalle del compagno di team Hamlin.

Hamlin è scattato bene allo sventolare della bandiera verde, guadagnando qualcosa grazie a una scaramuccia tra Kahne e Kyle Busch, conclusasi a favore del pilota del team Hendrick, che è prontamente andato a riprendere la Toyota #11, afflitta da un problema ad una ruota, probabilmente fissata male.

Il 32enne della Florida è riuscito comunque a mantenere il secondo posto, mentre poco più indietro Kyle Busch ha cominciato a pagare il prezzo della sua strategia ed è stato costretto a cedere il passo sia al fratello che a Johnson poco prima di metà gara.

Kurt è stato però costretto a una sosta anticipata in verde, a causa di una possibile foratura alla posteriore destra ed è stato ulteriormente penalizzato dalla quinta gialla, sopravvenuta per l’impatto contro le barriere della Chevy SS #33.

Ai box è stato questa volta Kenseth a tentare la sorte con una sosta da 2 gomme, mentre Kahne ha perso terreno e al secondo posto, con quattro gomme fresche, si è ritrovato Johnson.

Kenseth ha approfittato di un ottimo restart per guadagnare terreno su Hamlin, che ha scavalcato Johnson appena prima che una nuova gialla, causata da un testacoda di Aric Almirola, ricompattasse il gruppo dietro la pace car. Il neo-acquisto del Joe Gibbs Racing è nuovamente partito alla grande, ma Hamlin sulla fila interna ha avuto un’esitazione e ne hanno approfittato Kahne, Harvick e i redivivi alfieri del Penske Racing, Logano e Keselowski. Il campione in carica della Sprint Cup,che via radio ha detto di aver forzato troppo il ritmo nella prima parte di gara, ha passato velocemente Johnson per la sesta posizione e si è messo in caccia degli avversari davanti a lui.

La situazione è rimasta stabile fino al giro 322, quando Dave Blaney è finito violentemente a muro facendo scattare la settima gialla. Questa volta è stato Gordon a cambiare due gomme per guadagnare posizioni e Kenseth a rimanere vittima di qualche piccolo intoppo, che lo ha relegato ai margini della top-10.

Il quattro volte campione ha dato vita a un bel duello in restart con Logano, che ha permesso a Hamlin e Johnson di farsi sotto fino a quando lo stesso Hamlin non ha rifilato una toccatina al posteriore sinistro della Ford #22, spedendola a muro e facendo scattare l’ennesima bandiera gialla.

Con 150 giri ancora da percorrere, diversi piloti tra cui Dale Earnhardt Jr. hanno rifornito con l’idea di arrivare al traguardo senza ulteriori soste e al restart Hamlin ha fatto venire i capelli bianchi a tutti con un controllo pazzesco in sbandata, che gli è però costato parecchie posizioni e ha permesso a Gordon, Kahne e Kenseth di allungare.

Proprio quando Kenseth ha iniziato a farsi sotto alla Chevy #24, l’anteriore destra di Gordon è esplosa, mandandolo a muro. Kenseth non ha potuto far nulla per evitarlo ed entrambi sono finiti KO, lasciando la testa della corsa a Kahne e Johnson in regime di gialla. Keselowski, Menard e Stenhouse Jr. sono stati gli unici a non effettuare una sosta e si sono presentati davanti al gruppo alla ripartenza. Il primo a cedere è stato Stenhouse, seguito qualche tornata dopo da Menard, mentre Keselowski è riuscito a mantenere agevolmente la prima posizione, preoccupato però dalla possibilità di restare senza benzina.

A 70 giri dalla fine, Kahne e Keselowski hanno dato vita ad uno splendido duello in cui, pur essendo più veloce, il pilota della Chevy #5 non è riuscito a prevalere, dando modo di rientrare anche a Hamlin, Busch, Johnson, Bowyer e un Logano infuriato, nel più classico dei trenini “Bristol style”. La lotta si è fatta intensa, con un paio di manovre spettacolari di Kahne, ma è stata interrotta dalla decima gialla di giornata, sventolata quando un pneumatico di Johnson è esploso e la Chevy #48 è finita contro le barriere.

Si è arrivati così all’ultimo restart e Keselowski si è giocato ogni possibilità di vittoria con un’incertezza che ha permesso a Kahne e Busch di scavalcarlo. Il pilota id Enumclaw ha preso il largo, forte di un passo decisamente superiore, mentre Busch e Keselowski si sono affrontati in un duello all’ultimo centimetro, fino a quando il campione della Sprint Cup non ha dovuto vedersela con il ritorno di Kurt Busch, avvantaggiato da gomme fresche, che ha quasi agguantato il podio.

Kahne ha tagliato il traguardo con 1.7 secondi di vantaggio su Kyle Busch e qualcosa in più su Brad Keselowski, tallonato da Kurt Busch. Clint Bowyer, Dale Earnhardt Jr., Ryan Newman, Brian Vickers, Paul Menard e Jamie McMurray hanno completato la top-10.

Nel post-gara, Joey Logano si è diretto verso la vettura di Hamlin con il chiaro intento di dirne quattro all’ex-compagno di squadra, senza però riuscire ad avvicinarlo per l’intervento delle rispettive crew.

[divider]

La classifica

L’ennesima top-5 di questo primo scorcio di stagione proietta Brad Keselowski in vetta alla classifica generale con 166 punti. Alle sue spalle, staccato di 9 lunghezze, c’è Dale Earnhardt Jr., mentre Jimmie Johnson è ora terzo a 15 punti di distacco. Quarto a 30 punti dalla vettà troviamo Clint Bowyer.

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

[divider]

Ordine d’arrivo della Food City 500

1 2 5 Kasey Kahne Great Clips Chevrolet 500 47 4 Running 6 109
2 1 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 500 43 1 Running 2 56
3 7 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 500 42 1 Running 2 62
4 19 78 Kurt Busch Furniture Row/Beautyrest Chevrolet 500 41 1 Running 1 1
5 23 15 Clint Bowyer NAPA Filters Toyota 500 39 Running
6 32 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard Chevrolet 500 38 Running
7 31 39 Ryan Newman Haas Automation Chevrolet 500 37 Running
8 4 55 Brian Vickers(i) RK Motors Toyota 500 0 Running
9 5 27 Paul Menard Menards/Sylvania Chevrolet 500 36 1 Running 1 1
10 6 1 Jamie McMurray Cessna Chevrolet 500 34 Running
11 24 16 Greg Biffle 3M Ford 500 33 Running
12 9 56 Martin Truex Jr. NAPA Auto Parts Toyota 500 32 Running
13 29 51 AJ Allmendinger Guy Roofing Chevrolet 500 31 Running
14 18 29 Kevin Harvick Budweiser Chevrolet 500 30 Running
15 15 13 Casey Mears GEICO Ford 500 29 Running
16 28 17 Ricky Stenhouse Jr. # Best Buy Ford 500 28 Running
17 10 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 500 28 1 Running 1 1
18 21 99 Carl Edwards Kellogg’s/Frosted Flakes Ford 499 26 Running
19 22 9 Marcos Ambrose DeWalt Ford 499 25 Running
20 26 30 David Stremme Swan Energy Toyota 498 24 Running
21 30 34 David Ragan Dockside Logistics Ford 498 24 1 Running 1 2
22 13 48 Jimmie Johnson Lowe’s/Kobalt Tools Chevrolet 498 22 Running
23 3 11 Denny Hamlin FedEx Freight Toyota 498 23 2 Running 2 117
24 14 38 David Gilliland A&W All American Food Ford 496 20 Running
25 43 32 Terry Labonte OXY Water Ford 496 19 Running
26 40 35 Josh Wise(i) MDS Transport Ford 496 0 Running
27 35 36 JJ Yeley United Mining Equipment Chevrolet 495 17 Running
28 41 10 Danica Patrick # GoDaddy.com Chevrolet 495 16 Running
29 38 87 Joe Nemechek(i) MaddiesPlaceRocks.com Toyota 490 0 Running
30 17 42 Juan Pablo Montoya Target/Mountain Dew Chevrolet 487 14 Running
31 8 14 Tony Stewart Bass Pro Shops/Mobil 1 Chevrolet 464 13 Running
32 16 31 Jeff Burton Cheerios Chevrolet 458 12 Running
33 42 33 Landon Cassill Little Joe’s Autos Chevrolet 410 11 Running
34 11 24 Jeff Gordon Drive to End Hunger Chevrolet 390 11 1 Accident 1 66
35 12 20 Matt Kenseth Home Depot/Husky Toyota 390 10 1 Accident 1 85
36 33 7 Dave Blaney Sany Chevrolet 321 8 Accident
37 20 43 Aric Almirola Smithfield Ford 245 7 Accident
38 37 93 Travis Kvapil Burger King/Dr.Pepper Toyota 234 6 Engine
39 25 83 David Reutimann Burger King/Dr.Pepper Toyota 184 5 Engine
40 27 95 Scott Speed Sin City Motorsports Ford 184 4 Electrical
41 39 47 Bobby Labonte Bush’s Beans Toyota 159 3 Engine
42 34 98 Michael McDowell Phil Parsons Racing Ford 26 2 Accident
43 36 19 Mike Bliss(i) Plinker Tactical Toyota 3 0 Engine

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.