Categorie
Nascar

Nationwide Series – Trevor Bayne sorprende Carl Edwards in restart e torna a vincere 9 mesi dopo Daytona

Credit: Jonathan Ferrey/Getty Images

A quasi nove mesi di distanza dalla vittoria nella Daytona 500, dopo essere stato un mese lontano dai circuiti per aver contratto la malattia di Lyme, dopo essere ritornato alle corse con risultati altalenanti, Trevor Bayne ha messo la ciliegina sulla torta di un autunno molto positivo, andando a cogliere la vittoria nella O’Reilly Auto Parts Challenge, 32esima prova della Nationwide Series.

Quello conseguito al Texas Motor Speedway è il primo successo in assoluto per Bayne in Nationwide Series, giunto dopo 76 tentativi in una gara caratterizzata da lunghi run in verde e punteggiata da 5 bandiere gialle per un totale di 12 giri in regime di neutralizzazione, in cui si sono alternati al comando 7 piloti per 11 cambi di leader.

A farla da padrone è stato, come spesso accade, Carl Edwards, passato al comando dopo appena ventidue tornate e rimastoci per ben 157 dei 200 giri previsti. Il 32enne del Missouri ha però visto sfumare l’ennesima vittoria quando Bayne lo ha sorpreso in quello che si è poi rivelato essere l’ultimo restart della gara, quando mancavano 7 giri al termine.

ringraziamo come sempre l’utente TheNARLtv per il video

La bandiera gialla era stata esposta a causa di una strisciata a muro di Jason Leffler, che ha perso il controllo della Chevrolet Impala #38 mentre viaggiava su una traiettoria molto esterna. Allo sventolare della bandiera verde, Bayne ha avuto un ottimo riflesso scattando dalla terza piazza ed ha rapidamente affiancato all’interno Edwards, completando il sorpasso e guadagnando un margine sufficiente a passare per primo sotto la bandiera a scacchi. La Ford #16 ha preceduto sul traguardo la Toyota #18 di Denny Hamlin, che ha sostituito ottimamente Kyle Busch (squalificato dalla NASCAR per l’incidente causato in Truck Series) rimontando dal fondo dello schieramento e scavalcando anch’egli Edwards nelle fasi finali di gara. Hamlin è stato autore di un ultimo restart un po’ fiacco, che potrebbe essergli costato la vittoria, visto che appena sorpassata Ford Mustang #60 si è portato negli scarichi di Trevor Bayne, senza però avere il tempo di preparare un attacco.

Credit: Ronald Martinez/Getty Images

Carl Edwards ha chiuso al quarto posto, seguito da Clint Bowyer, Brad Keselowski, Ricky Stenhouse, Jr., Sam Hornish, Jr., Joey Logano, Elliott Sadler, e Brian Vickers.

Positiva la prova di Danica Patrick, che ha condotto al Chevrolet #7 del JR Motorsports all’undicesimo posto finale.

“Non so se si sarebbe potuto scrivere un copione per la stagione che ho vissuto” ha detto Bayne. “E’ pazzesco pensare che solo un anno fa facevo qui la mia prima gara in Cup. Tornare in Texas e vincere la prima gara in Nationwide rende questo circuito un posto che amerò da ora in avanti. […] All’ultimo restart sapevo che la nostra macchina era molto veloce sulla breve distanza. Siamo stati in grado di spingere Carl davanti a tutti e, una volta arrivati davanti avevamo superato anche la #18. Se non avessimo passato la #18, non saprei dire se avremmo vinto comunque, ma fortunatamente abbiamo avuto abbastanza abbrivio da sorpassarla e affiancare Carl all’interno, disturbare la sua posteriore sinistra e scavalcarlo”.

“Trevor ne ha passate tante quest’anno” ha detto Edwards. “Penso che abbia attraversato momenti sufficienti a far definire da chiunque il suo un grande cambiamento. Il fatto di essere così giovane, di aver vissuto così tanti cambiamenti nella sua vita e di riuscire a gestire tutto in modo così garbato, la dice lunga su di lui”.

Nella lotta a due per il campionato tra Ricky Stenhouse Jr. ed Elliott Sadler, il leader della classifica guadagna ancora qualche punto, portando il proprio vantaggio a 17 lunghezze quando mancano due gare alla conclusione del campionato. Al terzo posto troviamo appaiati Justin Allgaier ed Aric Almirola, rispettivamente 14esimo e 19esimo in Texas, staccati ora di 99 punti dalla vetta.

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.