Le parole di Brian France sulla Race Team Alliance

2012 Daytona July Brian France press conference

 

Dopo circa una decina di giorni dalla formazione della Race Team Alliance (RTA), sono arrivati i primi commenti del presidente della NASCAR, Brian France.

France ha subito fatto capire che ascoltare le proposte della Race Team Alliance sarebbe una cattiva idea da parte della NASCAR. La stessa associazione di Daytona Beach, secondo le parole di Brian France, pensa che la formazione della RTA non era pienamente necessaria. I nove team più potenti della NASCAR hanno formato un alleanza con l’intenzione di tagliare i costi e rendere più efficiente il sistema , ma il presidente della NASCAR ha dichiarato espressamente di non voler trattare assolutamente con un singolo team attraverso un’intera organizzazione.

“Sarebbe probabilmente la cosa peggiore che potessimo mai fare, ascoltare una voce unica anche se di comune accordo,” ha dichiarato France. “Ogni decisione che noi prendiamo deve passare dal maggior numero di persone possibili per essere certi di avere il miglior risultato alla fine del percorso. La NASCAR non cambierà mai il suo modo di agire, perché più persone parlano, migliori saranno le idee.”

Il problema sta però che i maggiori team della NASCAR la pensano in maniera diametralmente opposta rispetto a Brian France dato che gli stessi team hanno formato la RTA per risolvere problemi che la NASCAR, come organizzazione, non sarebbe in grado di carpire ne tanto meno risolvere. France ha riconosciuto l’esistenza della RTA ma allo stesso tempo afferma che la NASCAR non cambierà di una virgola il modo di intraprendere certe decisioni.

Un esempio di vedute diverse arriva dalle fette di denaro da spartire dal nuovo contratto TV stipulato con FOX Sports ed NBC Sports da 8,2 miliardi di dollari. Il 25% di quella cifra andrebbe dritto ai team che però hanno dichiarato espressamente, attraverso la RTA, di volere una percentuale più cospicua, ma France ha smentito dicendo che le attuali misure sono stabilite al punto giusto.

Federico Floccari – @NASCARCountryUS