Categorie
Monster Energy Cup Series Nascar

Sprint Cup – Jimmie Johnson vince anche la All Star Race

Dopo il successo a Darlington, Jimmie Johnson si è imposto anche nella All Star Race, vincendo un segmento preliminare e dominando quello finale, in cui ha preceduto Brad Keselowski sotto la bandiera a scacchi.

Per il cinque volte campione della Sprint Cup si tratta del terzo successo nella gara delle stelle, che gli consente di raggiungere in vetta alla classifica dei pluri-vincitori Dale Earnhardt Sr. e Jeff Gordon.

“Significa molto per me” ha detto il vincitore. “Sono due dei più grandi piloti che abbiano mai guidato una stock car. Voglio fissarmi dei grandi obiettivi e voglio essere considerato uno dei migliori, e il solo modo per esserlo è vincere gare importati e assommare questo tipo di statistiche.”

Prima del main event, Dale Earnhardt Jr. si è imposto nello Sprint Showdown partendo dalla terza posizione, conducendo tutti i 40 i giri di gara e aggiudicandosi un posto in griglia nella All Star Race. Il secondo posto e andato ad AJ Allmendinger, che ha passato a due giri dalla bandiera a scacchi Jamie McMurray per la piazza d’onore, dopo una splendida rimonta dal fondo della classifica, in seguito ad una foratura.

L’ultimo posto sulla griglia di partenza della All Star Race è stato assegnato a Bobby Labonte, grazie ad un sondaggio tra i fans, che hanno eletto il pilota più popolare tra quelli che non si erano qualificati per la gara.

IL primo segmento della gara delle stelle è andato a Jimmie Johnson, che è partito dalla sesta posizione in griglia e si è rapidamente portato in testa, concludendo i 20 giri previsti davanti a Kyle Busch e Denny Hamlin e guadagnandosi così un posto nelle prime due file per l’ultimo e decisivo segmento. Nelle posizioni di rincalzo, una toccata in fase di sorpasso tra Paul Menard e Kevin Harvick, compagni di squadra al Richard Childress Racing, ha lasciato qualche danno all Chevy #29 e un Harvick decisamente scontento.

[minigallery id=’8791′ pretty=”1″ icon_plus=”1″]

Durante la neutralizzazione che ha preceduto il segmento successivo, sette piloti, tra cui Denny Hamlin e Dale Earnhardt Jr. hanno deciso di non fermarsi ai box per guadagnare posizioni in pista, mentre Johnson si è fermato addirittura due volte, in modo da ripartire in ultima posizione e poter gestire la propria gara in attesa dell’ultima manche.

La seconda porzione di gara è stata interrotta da una bandiera gialla per la rottura del motore di Carl Edwards e ha visto Matt Kenseth imporsi con un bel sorpasso all’esterno ai danni di Denny Hamlin, che ha conservato la seconda posizione davanti a Dale Earnhardt Jr.

Anche Kenseth ha adottato la stessa strategia di Johnson durante la neutralizzazione programmata del giro 40, in occasione della quale sono invece rimasti in pista 9 piloti, tra cui Brad Keselowski e Kasey Kahne.

Propri questi due piloti si sono giocati il terzo segmento di gara in un bellissimo duello che si è concluso a vantaggio del pilota della Dodge Charger #2 per una questione di centimetri.

La penultima neutralizzazione programmata, al giro 60, ha visto il solo Kurt Busch, che aveva già assaggiato le barriere SAFER nel corso del secondo segmento, restare in pista e venire rapidamente scavalcato in fase di restart da Dale Earnhardt Jr. e AJ Allmendinger.

Oltre ad una gialla per la rottura del motore di Greg Biffle si sono visti anche numerosi sorpassi al limite e diverse situazioni di three-wide, soprattutto ad opera di un Marcos Ambrose in gran forma, ma a vincere alla fine è stato Earnhardt Jr.

L’ultima gialla ha quindi visto Jonson, Kenseth, Keselowski ed Earnhardt effettuare per primi una sosta lampo e riemergere dalla pit road nello stesso ordine, pronti per la fase decisiva di gara.

Al restart, Kenseth ha avuto una piccola esitazione sulla fila esterna, rallentando anche Earnhardt e consentendo a Johnson e Keselowski di prendere un certo vantaggio. Per una manciata di giri, Keselowski ha dato l’impressione di poter tenere il passo, ma poi Johnson ha allungato progressivamente, fino a tagliare il traguardo con 8 decimi di secondo di vantaggio sulla Dodge #2 e ancora di più su Kenseth.

“Abbiamo lavorato sulla vettura per essere sicuri di essere a posto nel finale” ha detto Johnson. “Nel giro di due curve, fatte all’esterno, dove di solito non mi piace stare, ho capito che stasera potevamo farcela. Sono riuscito a vincere il primo segmento e quello è stato decisamente un buon inizio di serata, soprattutto avendo vinto dalla sesta posizione di partenza”

“E’ partito sesto e dopo venti giri era in testa” ha dichiarato Keselowski. “Penso che sia una buona indicazione del livello della sua vettura. Ha passato Kyle, penso Denny, forse Kevin e Newman, tutti piloti difficili da sorpassare, e lo ha fatto in 20 giri. Che sia stato merito della vettura o del pilota decidetelo voi, ma si è capito subito che era l’uomo da battere.”

Per festeggiare, Johnson ha portato un preoccupato Rick Hendrick in trionfo seduto sulla portiera sinistra della #48 lungo le tribune del Charlotte Motor Speedway. “E’ stata la cosa più stupida che abbia mai fatto durante la mia carriera nelle corse” ha detto sorridendo Hendrick, una volta tornato al sicuro in pit road.

Ordine d’arrivo della All Star Race:

1. (6) Jimmie Johnson, Chevrolet, 90, $1071340.
2. (19) Brad Keselowski, Dodge, 90, $276340.
3. (15) Matt Kenseth, Ford, 90, $176340.
4. (1) Kyle Busch, Toyota, 90, $121315.
5. (21) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, 90, $141315.
6. (5) Kevin Harvick, Chevrolet, 90, $86315.
7. (18) Marcos Ambrose, Ford, 90, $81165.
8. (17) Kurt Busch, Chevrolet, 90, $80165.
9. (20) Kasey Kahne, Chevrolet, 90, $79165.
10. (2) Ryan Newman, Chevrolet, 90, $88165.
11. (22) AJ Allmendinger, Dodge, 90, $77140.
12. (10) Regan Smith, Chevrolet, 90, $76140.
13. (8) Jeff Gordon, Chevrolet, 90, $75140.
14. (12) Clint Bowyer, Toyota, 90, $74640.
15. (11) Trevor Bayne(i), Ford, 90, $74040.
16. (7) Paul Menard, Chevrolet, 90, $73765.
17. (9) Tony Stewart, Chevrolet, 90, $73640.
18. (14) David Ragan, Ford, 90, $73535.
19. (23) Bobby Labonte, Toyota, 90, $73435.
20. (3) Denny Hamlin, Toyota, 90, $78335.
21. (16) Mark Martin, Toyota, 90, $73235.
22. (4) Greg Biffle, Ford, Engine, 67, $73135.
23. (13) Carl Edwards, Ford, Engine, 25, $73034.

Stay Tuned!

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.