Categorie
Nascar

Truck Series – Hornaday attua la strategia vincente e beffa Clint Bowyer

Credit: Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

Ron Hornaday, al volante dello Chevrolet Siverado #33 del Kevin Harvick Inc. si è aggiudicato la Good Sam Club 200, 17esima prova della Camping World Truck Series, grazie ad una sosta molto anticipata e ad un’ottima gestione di vettura e carburante, che gli hanno consentito di precedere sul traguardo il compagno di squadra Clint Bowyer per poco più di un 1.5 secondi.

Per il 53enne californiano, quattro volte campione della serie, si tratta della seconda vittoria stagionale, la 49esima in carriera, mentre per il team di Kevin Harvick, quella di Atlanta è la quarta vittoria consecutiva nella Truck Series.

Credit: Kevin C. Cox/Getty Images

La gara, che ha visto Ricky Carmichael scattare dalla pole-position, è stata caratterizza da 7 cambi al vertice tra 4 piloti, mentre sono state 5 le bandiere gialle, tutte concentrate nei primi 80 giri dei 130 previsti, fatto che ha permesso a Hornaday e al suo crew chief, Jeff Hensley, di attuare una strategia azzardata ma vincente, dettata anche da un contatto nelle fasi iniziali di gara che ha causato dei danni anteriore dello Chevy #33.

Mentre Kyle Busch e Clint Bowyer si contendevano duramente la prima posizione, con quest’ultimo in testa per ben 97 giri, Hornaday ha approfittato della bandiera gialla sventolata al giro 72 a causa di detriti presenti sul rettilineo principale, per effettuare la sua ultima sosta e cominciare a risparmiare carburante. Successivamente il primo dei big a fermarsi è stato Kyle Busch, al giro 111, seguito subito da Clint Bowyer e Ryan Newman. I tre si sono ritrovati ad una quindicina di secondi da Hornaday e non sono riusciti a rimontare, lasciando al veterano di Palmdale una vittoria d’astuzia e intelligenza tattica.

Alle spalle di Hornaday e Bowyer si sono piazzati Kyle Busch, un sorprendente Blake Fleese, alla prima top-10 stagionale, Ryan Newman, Austin Dillon, Matt Crafton, Ricky Carmichael, Todd Bodine e James Buescher.

Credit: Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

Brutta serata invece per il leader della classifica Johnny Sauter, coinvolto in un contatto con Nelson Piquet Jr. che ha causato lo scoppio di un pneumatico del suo truck e una gita a muro in curva 2. Sauter ha poi terminato la gara in 29esima posizione.

Max Papis, autore di un ultimo pit-stop anticipato, a 15 giri dalla bandiera a scacchi era in ottava posizione, ma ha dovuto cedere al rientro di avversari dotati di gomme più fresche, terminando la propria prova in 14esima posizione.

“All’inizio della gara qualcuno mi ha tagliato la strada, io mi sono spostato a destra e ho danneggiato il mio paraurti” ha detto Hornaday. “Abbiamo continuato a riempirlo di nastro adesivo. Ho detto alla mia squadra, ‘Non abbiamo il truck migliore, ma possiamo vincere risparmiando carburante’ e Jeff ha fatto la scelta giusta. vincere va bene in qualunque modo. E’ stato bello. Tutto è andato per il verso sbagliato per tutto l’anno, quindi almeno una volta qualcosa doveva andar bene.”

Bowyer l’ha presa con filosofia:

“Sono stato battuto da un pilota che mi ha impallinato. Ha giocato una mano di poker migliore della mia.”

Cambia il leader della classifica generale: James Buescher, nonostante non si sia qualificato per la gara di Phoenix di febbraio, scavalca Johnny Sauter e si porta in testa per 12 punti. Sauter conserva la seconda piazza per due punti su Peters e 5 su Dillon. Ron Hornaday guadagna 4 posizioni, portandosi in quinta piazza, a 48 lunghezze dalla vetta.

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.