Categorie
Nascar

Truck Series – Hornaday vince per la 50esima volta in carriera mentre Dillon guadagna un punto su Buescher

Credit: Jonathan Ferrey/Getty Images for NASCAR

Ron Hornaday, al volante del Silverado #2 del Kevin Harvick Inc, ha finalmente raggiunto il traguardo delle 50 vittorie in carriera nella Camping World Truck Series, imponendosi nella Kentucky 225 grazie ad una volata lunga 10 giri in cui ha respinto gli attacchi di Austin Dillon.

Il veterano di Palmdale, California, la cui carriera nella serie è cominciata con la serie stessa, il 5 febbraio 1995, è il pilota che può vantare il maggior numero di vittorie in Truck Series, 50 appunto, conquistate su 30 differenti tracciati insieme a 143 top-5, 205 top-10 e due titoli, quelli del 1996 e del 1998.

La Kentucky 225 ha visto avvicendarsi al comando ben 11 piloti, per un totale di 18 cambi di leader, in una gara interrotta da 7 bandiere gialle, per un totale di 36 giri dietro la pace car, l’ultima delle quali è stata sventolata poco dopo la metà gara, al giro 86.

Hornaday, che ha effettuato il maggior numero di tornate al comando, 42,  ha vinto per la terza volta in questa stagione passando in testa quando mancavano 10 giri alla fine, quando Bodine si è fermato per il suo pit-stop, resistendo poi agli attacchi di Austin Dillon, che era partito dalla pole position, grazie anche alle quattro gomme sostituite in occasione della sua ultima sosta.

Il Silverado #2 ha tagliato il traguardo con 438 millesimi di secondo sul truck #3.

Alle spalle di Hornaday e Dillon si sono piazzati James Buescher,  un ottimo Nelson Piquet Jr., che è stato anche al comando 40 giri,  Brian Ickler, Ricky Carmichael, Todd Bodine, Cole Whitt, Dakoda Armstrong e David Starr.

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

Serata da dimenticare per Max Papis, che è rimasto coinvolto in un incidente causato da una perdita di controllo di Miguel Paludo, che ha finito col mandare a muro Parker Klingerman, il quale a sua volta è carambolato contro la fiancata detra di Max, mettendolo fuori corsa a causa dei pesanti danni riportati dal Toyota Tundra #9 e relegandolo in 28esima posizione.

“Significherà molto” ha detto Hornaday del suo 50esimo successo, “quando siederò sotto il portico sulla sedia a dondoo con i miei nipotini e potrò dire loro che ho vinto 50 corse. Austin è una futura star di questo sport e io, a 53 anni, sono riuscito a batterlo”.

“Abbiamo dato tutto quello che avevamo alla fine” ha detto Austin Dillon. “Ma il vecchietto mi ha fregato, Ho dato tutto quello che c’era da dare negli ultimi giri”.

“Abbiamo cambiato solo le gomme di destra negli ultimi due pit-stop in verde,” ha dichiarato Buescher. “Ma non è stat abbastanza per contenere il truck #2 e il #3. E’ stata comunque una serata positiva”.

In classifica generale, quando mancano 5 gare alla fine della stagione, Austin Dillon guadagna un punticino su James Buescher, portando il proprio vantaggio a 3 lunghezze, mentre sale a 19 punti quello di Johnny Sauter, 14esimo sul Kentucky Speedway e terzo nella generale.

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.