Categorie
Nascar

Truck Series – Johnny Sauter vince un gara interrotta dalla pioggia, Austin Dillon si aggiudica il campionato

Credit: By Chris Trotman, Getty Images for NASCAR

La Ford 200, gara conclusiva della Camping World Truck Series, é andata a Johnny Sauter, che si trovava al comando a 15 giri dalla bandiera a scacchi, quando il direttore di gara é stato costretto a sventolare la bandiera rossa a causa della pioggia.

La decima posizione finale consegna ad Austin Dillon il titolo piloti 2011 per appena 6 punti, rendendo il 21enne di Lewisville il piú giocane pilota ad aggiudicarsi la Truck Series e l’unico a vincere consecutivamente il premio come Rookie Of The Year e il campionato.

La classifica Owners ha invece visto trionfare Kevin e DeLana Harvick, il cui team é in procinto di chiudere i battenti.

Per Sauter il secondo successo stagionale, il quarto in carriera su 86 presenze nella Camping World Truck Series, è arrivato in una gara in cui il 33enne di Necedah, Wisconsin, ha fatto tutto quello che doveva per tenere vive le proprie speranze di aggiudicarsi il titolo. Sauter è passato al comando per la prima volta al giro 35 ed ha accumulato 44 tornate in prima posizione, aggiudicandosi il punto bonus per averne totalizzate più di tutti gli altri.

Austin Dillon, scattato dalla quarta posizione, era inizialmente risalito fino al secondo posto, ma dopo il quarto restart della serata ha accusato un problema con il paraurti anteriore, che si è piegato causando un fastidioso sottosterzo. Dillo è precipitato in 15esima piazza, ma è poi riuscito a farsi strada fino alla tranquillità del decimo posto.

Credit: Jared C. Tilton/Getty Images

Quando la gara è stata sospesa, a 15 giri dalla bandiera a scacchi, Sauter precedeva Denny Hamlin, Kevin Harvick,  Joey Coulter, Ty Dillon, Elliott Sadler, Timothy Peters, Jason White e Austin Dillon, mentre il poleman James Buescher ha chiuso la sua gara in 12esima posizione.

Il 21esimo posto di Homestead e il 18esimo in campionato di Max Papis pongono fine a una stagione travagliata per l’italiano, che si accinge a lasciare il Germain Racing e sta lavorando duramente per essere in grado di disporre di un truck competitivo per l’anno prossimo.

La Ford 200 è stata interrotta da 5 bandiere gialle, per un totale di 15 giri dietro pace car, mentre si sono avvicendati al comando 9 piloti, per un totale di 14 cambi di leadership.

“Non avevo indicazioni” ha detto Sauter. “Non mi hanno mai detto dove fosse il truck #3 stasera. Non che importasse molto. Sapevamo cosa andava fatto, cioè fare il maggior numero di giri in testa e vincere la gara. E’ un grandissimo risultato, venire qui fare quello che andava fatto. Sei punti sono nulla. Puoi ripercorrere la stagione — dominavamo in Kentucky e abbiamo rotto il semiasse quando mancavano 20 giri ed eravamo in testa; a Indianapolis, mentre eravamo al comando abbiamo forato; con l’infrazione in restart in Texas abbiamo perso 22 punti; sei a Pocono. Si potrebbe fare una lista – ma potrebbero farlo tutti. Sono le corse”.

Richard Childress ha espresso grandissima soddisfazione per il successo dei nipoti, Austin e Ty Dillon, rispettivamente nella Truck Series e nella ARCA Seris: “E’ molto speciale quando c’è di mezzo la famiglia. Tutta la nostra famiglia è coinvolta, e ricordo il nostro primo campionato con Dale Earnhardt. Ho avuto la stessa sensazione stasera guardando Austin, mio nipote. E’ davvero speciale avere la famiglia coinvolta e sapere quanto duramente hanno lavorato tutti. Ero a Toledo, Ohio, quando Ty ha vinto il campionato qualche settimana fa, ed è un sogno che si avvera vedere questi ragazzi vincere”.

“Come ci si sente? E’ fantastico, mi sento come non mai in vita mia” ha dichiarato invece Austin Dillon. “Sono felicissimo per mio nonno (Richard Childress, ndr.). Ha due campioni quest’anno. Sono preoccupato che Ty mi superi come vincitore più giovane del campinato. E’ fortissimo. Sarà una settimana meravigliosa, un mese meraviglioso. Non avrei potuto desiderare di lasciare la Truck Series in modo migliore di questo, da campione”.

Credit: By Jerry Markland, Getty Images for NASCAR

Come detto, Austin Dillon si aggiudica il titolo con un vantaggio di 6 punti su Johnny Sauter, 29 su James Buescher e 50 su Ron Hornaday. Joey Coulter, settimo della generale, grazie a 5 top-5 e 13 top-10 si è aggiudicato il titolo di Rookie Of The Year.

Il futuro di Dillon é ora proiettato verso una stagione in Nationwide Series, in cui porterà in pista il leggendario numero 3 per il Richard Childress Racing.

Stay Tuned!

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.