Kevin Gilardoni pronto al debutto su ovale in NASCAR Whelen All American Series

10338629_867026143311392_8291774115285040120_o

Il giovane pilota di Grandola ed Uniti continua il suo apprendistato nelle stock-cars con l’obiettivo di arrivare a correre nelle serie nazionali della NASCAR americana e alla fine del mese farà il suo debutto su ovale all’Hickory Motor Speedway, a bordo una Late Model del Lee Faulk Racing.

Gilardoni sarà al via di 3 o quattro gare, ancora da definire, della NASCAR Whelen All American Series e il 13 maggio ha lasciato l’Italia alla volta di Mooresville, North Carolina, per dedicarsi alla preparazione della corsa grazie a due sessioni di test volte a prendere confidenza con vettura e tracciato. Lo sviluppo del progetto prevede poi un corposo programma di gare e test.

“L’esperienza che ho maturato in Europa nel corso della mia carriera è servita per conoscere diversi tipi di vetture, ma si tratterà comunque di ripartire quasi da zero, perché sarà la prima volta con una vera NASCAR americana,” ha detto Gilardoni. “Non ho particolari obiettivi immediati, perché sono consapevole che lavorando duramente e dando il massimo per perseguire un obiettivo, si ottiene il miglior risultato possibile e si scende dalla macchina soddisfatti”.

L’italiano conta comunque molto sull’apporto di Max Papis – suo mentore e coach, nonché il pilota europeo con più presenze in assoluto in NASCAR – e sulla solidità del Lee Faulk Racing, team che aveva già visitato durante la sua prima trasferta negli States a inizio anno e che ha già schierato in passato sia lo stesso Papis che Davide Amaduzzi. “Grazie all’esperienza di Max e del Lee Fauk Racing avrò sicuramente a disposizione tutti i punti di riferimento per migliorare il più in fretta possibile,” ha dichiarato il 22enne lombardo, Campione Italiano di F.Renault nel 2012.

Dopo aver dimostrato un ottimo potenziale con il sesto posto – terzo nella categoria Junior – nella gara del sabato della NASCAR Whelen Euro Series, nonostante un inconveniente al motore, Gilardoni si sente pronto ad affrontare un percorso  sicuramente non facile soprattutto a causa il gap di esperienza che lo separa dai colleghi americani, ma che potrebbe regalargli grandi soddisfazioni.

“Sono pronto alla sfida e per questa occasione devo ringraziare ancora una volta tutti quelli che mi sostengono, dai partner come Pozzi Albino, Archigiga, Swiss Service e Dema Costruzioni a Max Papis, Lee Faulk Racing e ovviamente la mia famiglia e tutti i fans” ha detto Gilardoni.

Kevin tornerà in Italia il 17 giugno per un impegno motoristico ancora da ufficializzare.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – gian_138