Brevi NWES: Rumors su Jacques Villeneuve, il discorso di Vilarino e altro…

Si fanno più serrate le voci che riguardano la NASCAR Whelen Euro Series e inizia a delinearsi il quadro dei piloti che andranno a sfidare Ander Vilarino per sottrargli la corona. Lo spagnolo, nel frattempo, è stato impegnato a Charlotte insieme a piloti e dirigenti della serie, per ricevere ufficialmente l’anello e il trofeo di campione 2013 della serie ufficiale NASCAR europea.

[divider]

[space height=”20″]

Jacques Villeneuve dato per certo al team DF1 Racing

Secondo quanto riportato da diversi media austriaci e poi confermato dal team stesso, l’ex-campione del mondo di Formula 1 Jacques Villeneuve sarebbe pronto a fare il suo ingresso nella NASCAR Whelen Euro Series. Stando a quanto indicato da Autorevue.at, l’accordo con il team austriaco DF1 Racing, che parallelamente annuncerà il suo ingresso in campionato, dovrebbe essere ufficializzato il prossimo 17 dicembre, nel contesto della presentazione di un libro a Vienna. Peso massimo in arrivo? Stiamo a vedere.

[divider]

[space height=”20″]

Vilarino riceve il secondo anello di campione a Charlotte

Lo spagnolo del team TFT-Banco Santander, che con sette successi ha conquistato il suo secondo titolo consecutivo della NASCAR Whelen Euro Series, ha ricevuto ufficialmente l’anello di campione e il trofeo del campionato nel corso di un banchetto di gala dedicato ai vincitori dei titoli NASCAR regionali. I NASCAR Night of Champions Touring Awards hanno visto premiati anche Yann Zimmer, per la vittoria nel Trofeo Junior Jerome Sarran, il crew chief Tony Pereira e Freddy Nordstrom, vincitore del sondaggio per il pilota più popolare della NWES, dopo una settimana di celebrazioni in cui la delegazione europea ha avuto anche modo di visitare i migliori team della NASCAR.

Vi proponiamo il discorso di Vilarino:

Qui invece l’intervista che ha rilasciato nel corso della serata:

[divider]

[space height=”20″]

CAAL Racing in pista a Magione con Laureti e Ciraso

L’Autodromo dell’Umbria di Magione ha chiuso i battenti per la pausa invernale con un test privato di CAAL Racing, che mercoledì 11 dicembre ha portato in pista la Chevrolet SS #54 per affidarla a Simone Laureti, vincitore del Radical Trophy SR3 2013 all’interno del Campionato Italiano Prototipi, e Giovanni Ciraso, che nella stagione appena conclusa ha corso nel MINI Challenge e nel Trofeo Fiat 500 Abarth. I due hanno girato nel corso della mattinata e, nonostante si sia trattato solo di una presa di contatto, entrambi si sono detti molto contenti dell’esperienza e del comportamento della vettura, a conferma del livello di interesse che la categoria suscita in Italia.

“E’ la prima volta che guido questo tipo di vetture, perché sono abituato alle monoposto, ma mi sono subito divertito,” ha detto Laureti. “La macchina è molto sincera, quindi si riescono a correggere eventuali errori. MI sono trovato bene, anche con pista umida. Il cambio all’inizio è un po’ particolare, ma dopo un po’ mi sono abituato. Spero e penso di poter partecipare al campionato 2014.”

“Inizialmente ho fatto un po’ di fatica, poi quando ho preso confidenza con la vettura mi sono divertito,” ha detto Ciraso. “Richiede uno stile di guida completamente diverso, per cui bisogna riadattarsi. Il test è stato positivo e la macchina deve essere molto bella da guidare su piste più veloci. Vorrei fare un altro test perché ci metto sempre un po’ a entrare in sintonia con le vetture, ma la sensazione è decisamente positiva.”

Il programma di test del team umbro, che ha già raggiunto accordi ufficiali con Rocca e Cheever per la divisione Elite, riprenderà a gennaio, con la riapertura dell’autodromo di Magione.

[divider]

[space height=”20″]

L’ovale di Tours passa a 700 metri con il secondo banking

Che il Tours Speedway avrebbe aggiunto un secondo banking, oltre a quello di 9 gradi visto quest’anno in curva 1 e 2, si sapeva. Ora però sappiamo anche che la lunghezza del tracciato francese, su cui si disputa l’unica tappa su ovale della NASCAR Whelen Euro Series, salirà a 700 metri, dai 600 attuali. La maggiore estensione dovrebbe dare ai piloti qualche metro di rettilineo in più e regalare gare ancora più ricche di duelli corpo a corpo.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @gian_138