Categorie
Whelen Euro Series

Nicolò Rocca prosegue in Euro-Racecar NASCAR Touring Series con lo Scorpus Racing!

Nicolò Rocca ha ufficialmente siglato un accordo con il team Scorpus Racing per proseguire il suo impegno nella Euro-Racecar NASCAR Touring Series per il resto della stagione 2013.

Dopo aver mostrato un ottimo potenziale nelle due gare Elite di Nogaro – decimo posto nella prima e 19esimo nella seconda a causa di un problema alla batteria in partenza che lo ha relegato in ultimissima posizione al via – il giovane pilota italiano ha annunciato la sua decisione durante la puntata numero 35 di RetroBox.

“Continueremo per tutto il campionato e probabilmente faremo anche un test per conoscere meglio la pista di Digione” ha detto Rocca, che a partire da Digione dividerà la vettura con un nuovo compagno di squadra. “Il week-end di Nogaro è stato molto interessante, nonostante l’inconveniente di gara-2. Ho girato su buoni tempi e sono fiducioso che potremo fare meglio nelle prossime gare.”

“La vettura è divertente da guidare e il campionato è molto interessante,” ha proseguito. “Con lo Scorpus Racing mi sono trovato subito bene, anche se inizialmente abbiamo avuto qualche problema con la macchina. Alain (Veysseire, team manager e proprietario dello Scorpus Racing, ndr.) e il resto dei meccanici sono stati subito cordiali e hanno instaurato da subito un buon clima nel team! Forse a Nogaro la macchina non era al top come le altre, ma può essere considerato normale, visto che abbiamo stretto l’accordo per la gara pochi giorni prima. Anche con i compagni di squadra abbiamo subito instaurato un ottimo rapporto. Non vedo l’ora di essere a Digione!”

Abbiamo contattato Alain Veyssiere, patron dello Scorpus Racing, che si è detto entusiasta dell’accordo raggiunto con Rocca e desideroso di mettere il 19enne torinese in condizione di puntare al podio della massima divisione in poco tempo.

“Sono molto felice di avere Nicolò nel nostro team, il più internazionale della Euro-Racecar NASCAR Touring Series grazie alla presenza di piloti indiani, australiani, spagnoli, brasiliani e ora italiani.” ha dichiarato. “Ho incontrato Nicolò per la prima volta a Nogaro, dove ha diviso la Mustang #19 con suo padre e ho capito subito che può essere un pilota molto, molto veloce.”

“A Nogaro non ha avuto la vettura migliore, perché la #19 era appena arrivata dalla factory del Team FJ e non abbiamo avuto tempo di lavorarci sopra. Ho parlato a lungo con Marco Rocca per tutto il fine settimana e passo dopo passo, giorno dopo giorno, mi sono sentito sempre più a mio agio con loro.”

Veyssiere ha tenuto a sottolineare come Nicolò lo abbia impressionato per la mentalità, oltre che la velocità in pista.

“Oggi sono molto contento di aver raggiunto un accordo per far disputare tutta la stagione a Nicolò. E’ veloce, simpatico e ha un’ottimo carattere: in sintesi ha lo Spirito Scorpus e per me, in qualità di proprietario e team manager, è la cosa fondamentale. Prima dell’inizio della stagione abbiamo parlato con diversi piloti che avrebbero voluto correre per il team, ma trovare piloti veloci non è difficile, lo è invece trovare un pilota veloce con lo Spirito Scorpus, per cui sono molto felice di poter dire che ogni pilota dello Scorpus Racing ha lo lo Spirito Scorpus.”

Secondo il team manager francese, il lavoro da fare è molto e l’appuntamento di Digione, in programma per l’11-12 maggio, potrebbe essere un po’ troppo vicino per esprimere il massimo potenziale, mentre Brands Hatch potrebbe essere il terreno ideale per puntare in alto.

“Il mio obiettivo per Nicolò è lavorare sulla vettura e organizzare tutto per essere in grado di competere per il podio a Brands Hatch. L’appuntamento di Digione potrebbe essere un po’ presto per puntare al podio, perché non c’è molto tempo per lavorare sulla macchina per trovare il setup ideale per Nicolò, ma è giovane, veloce e ha la giusta mentalità, per cui sono fiducioso per il futuro e spero di potervi rilasciare un’altra intervista sul podio insieme a Nicolò.”

Estremamente soddisfatto anche Marco Rocca che, dopo la divertente esperienza di Nogaro, da Digione smetterà i panni di pilota per affiancare il figlio esclusivamente nel ruolo di manager:

“Mi ha fanno molto piacere le dichiarazioni di stima e di fiducia nei confronti di Nicolò e del suo potenziale agonistico,” ha dichiarato. “Da padre mi fa soprattutto piacere che Nicolò venga apprezzato come persona e per come si pone con gli altri, se poi arriveranno anche i risultati naturalmente sarà ancora meglio!”

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

Photo credits: Euro-Racecar NASCAR / Stephane Azemard

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.