NWES – Debutto positivo per il team GDL Racing

EA6A1551-1000

Il round italiano della NASCAR Whelen Euro Series non ha mostrato solo quattro gare spettacolari e le battaglie in corso per i campionati e i trofei. Ha anche visto l’ottimo debutto di un nuovo team proveniente da San Marino: il GDL Racing. Con un’esperienza di oltre 12 anni nelle gare Turismo e GT, il pilota / team manager Gianluca De Lorenzi ha preso parte alla sua prima gara NASCAR al volante della Ford Mustang #67 GDL Racing all’Autodromo dell’Umbria di Magione e si è immediatamente trovato a suo agio al volante della stock-car da 400 cavalli, motorizzata con un V8 da 5,7 litri.

Iscritto sia alla divisione ELITE 1 che alla ELITE 2, De Lorenzi è migliorato costantemente nelle libere e in qualifica, facendo segnare il 13esimo tempo nella ELITE 1 su una pista che si stava ancora asciugando dopo la pioggia scesa nel primo mattino, e poi piazzando la sua Mustang in prima fila nella divisione ELITE 2, abbassando il suo tempo di oltre un secondo. In gara ha poi conquistato il sesto posto nella Saturday Race della divisione ELITE 1 ed è salito fino al terzo posto nei primi giri della Sunday Race, prima di doversi ritirare a causa di un problema alla sua vettura.

“Non prendevo parte a gare sprint da molto tempo e mi sono divertito davvero tanto. Non mi divertivo così da diversi anni. Il livello della competizione nella NWES è molto alto,” ha detto un sorridente De Lorenzi al termine del fine settimana italiano. “Penso che abbiamo un margine piuttosto ampio per migliorare. Abbiamo iniziato a conoscere la vettura per la prima volta durante un test a Magione una decina di giorni prima della gara, ma era inteso soprattutto a raccogliere dati e a compiere i primi passi. Abbiamo lavorato duramente a casa e portato in pista una vettura più adatta al mio stile di guida e davvero molto competitiva.”

Le performance del team hanno attirato molte attenzioni nel paddock e hanno lasciato il team manager italiano molto soddisfatto del campionato e dell’atmosfera unica che solo una serie NASCAR può garantire.

“Queste sono vetture per piloti veri, perché hanno un cambio manuale ad H, nessun aiuto elettronico alla frenata e nessun sistema di controllo della trazione. Sei solo tu a fare la differenza,” ha concluso il 42enne di Ravenna, che sta già preparando la prossima stagione. “Correremo a Le Mans e stiamo lavorando per espandere il team a due vetture il prima possibile. Vorrei prendere parte alla NASCAR Whelen Euro Series 2015 come pilota, ma i miei impegni da team manager non me lo permetteranno. Il nostro obiettivo è quello di schierare più di due vetture – possibilmente anche più di tre – e competere per la vittoria in entrambe le divisioni.”

Le Finali di Le Mans si disputeranno sullo storico Circuit Bugatti l’11 e il 12 ottobre prossimi e assegneranno campionati, trofei e coppe ancora in bilico soltanto all’ultima curva dell’ultimo giro. Nel cuore della lotta, il team GDL Racing cercherà sicuramente di mettersi nuovamente in luce.