NWES Monza – Le qualifiche premiano Vilarino e Gandon

Ander Vilarino chiude al comando la sessione di qualifica divisione Elite della NASCAR Whelen Euro Series a Monza. Per la prima volta della NASCAR in Italia, il pilota del team TFT Banco Santander è l’unico a scendere sotto il muro del minuto e 59, stampando un 1:58.591 che ha annichilito le speranze di un Frederic Gabillon pimpante e velocissimo per tutta la sessione. La zampata finale del campione in carica porta il francese del Rapido Racing by Still a quasi 9 decimi, mentre con il tempo di 1:58.861 si piazza in terza posizione l’outsider per la lotta al titolo e leader della divisione Junior Yann Zimmer. Buona la prova di Anthony Gandon che porta la Chevrolet Camaro del team TFT Leclerc al quarto posto, davanti ad Anthony Garbarino, quinto.

Il primo degli italiani è l’idolo di casa Max Papis, che con la Camaro #19 gestita dal suo team, stampa la sesta prestazione assoluta, Stefano Gabellini, all’esordio nella serie così come la CAAL Racing che gestisce la sua vettura, è undicesimo mentre Davide Amaduzzi, che ha sofferto un problema ai freni,  è tredicesimo. Sulla sua Camaro #68 ha sofferto un perdita di pressione nell’impianto frenante a causa dell’allentamento di un condotto. Spinelli è quattordicesimo, Nicolò Rocca, dopo il miracolo compiuto dal suo team nel ricostruire la vettura andata distrutta ieri, è in sedicesima posizione.  Sei giri quelli compiuti dal pilota del team Scorpus per controllare che ogni parte della vettura fosse in ordine. Ultimo dei nostri è Spatafora, al debutto, in 24esima posizione.
[button color=”#COLOR_CODE” background=”#COLOR_CODE” size=”large” target=”_blank” src=”http://www.nascarwheleneuroseries.com/wp-content/blogs.dir/2/files/2013/09/NASCAR-Whelen-Euro-Series-Qualifying-1-Elite-Race.pdf”]Risultati qualifiche Elite[/button]

1238036_1381542918746127_1597720710_n

In divisione Open, dedicata ai gentlemen e giovani talenti, a svettare è stato Anthony Gandon, che con la Camaro del team TFT Leclerc ferma il cronometro a 2:00.296. Seconda posizione per la Ford Mustang Bull Racing Team di Guillame Rousseau, distanziato di appena 3 decimi di secondo. Terza prestazione per il filippino Enzo Pastor, che si ferma a poco più di un secondo dalla vetta. Autentico miracolo per Josh Burdon, che ha ringraziato il fantastico lavoro del team Scorpus nel rimettere in sesto la sua Chevrolet SS con una stupenda quarta prestazione che gli consente in pieno di difendere il suo primato in classifica. Quinto tempo, e primo degli italiani, per Luciano Linossi, vecchia conoscenza dei circuiti italiani. “Linos”, alla prima presa di contatto con la vettura, segna un 2:02.5 e si prende il lusso di mettersi dietro tanti piloti più quotati. Sesto tempo per Luigi Moccia, tester di Autosprint, che precede il collega-rivale di Gente Motori Tenchini accreditato della nona posizione. Gli altri italiani sono Lino Curti in P11 con la Chevrolet SS della CAAL Racing, e Renzo Calcinati in P15. Sfortunatissimo Gabriele Volpato, che non ha potuto prendere parte alla sessione di qualifica per problemi all’alternatore della sua vettura. Per lui si prospettano due gare in salita da affrontare col coltello tra i denti partendo dall’ultima posizione in griglia. Un’ottima scusa per regalare vagonate di spettacolo ai tifosi assiepati in tribuna.

Alle 12.10 l’inizio delle ostilità con gara della divisione Elite, seguita alle 17.05 con la prima gara della Open. Gare rese impegnative dalle basse temperature che non aiuteranno i pneumatici ad andare in temperatura, sempre con un occhio di riguardo alla gestione dei freni, qui sollecitatissimi, che potrebbero regalare qualche emozione imprevista nel finale.

[button color=”#COLOR_CODE” background=”#COLOR_CODE” size=”large” target=”_blank” src=”http://www.nascarwheleneuroseries.com/wp-content/blogs.dir/2/files/2013/09/NASCAR-Whelen-Euro-Series-Qualifying-2-OpenRace.pdf”]Risultati qualifiche Elite[/button]
Massimiliano Palumbo