Primo podio nella NASCAR Whelen Euro Series per Davide Amaduzzi e il team T-Engineering

Davide Amaduzzi e il team T-Engineering hanno conquistato uno splendido terzo posto nella prima gara Elite del sabato al Tours Speedway, centrando, in quella che è  stato l’esordio della neonata NASCAR Whelen Euro Series il primo podio di un team interamente italiano. Nella Divisione Open, Renzo Calcinati è stato purtroppo fermato da un inconveniente al cambio quando si trovava in sesta posizione, ed è stato costretto al ritiro ad appena 9 giri dal termine.

Partito dalla decima piazza a causa di un paio di errori in qualifica, Amaduzzi ha perso diverse posizioni al via in virtù della traiettoria esterna a cui è stato obbligato per diversi giri, ma ha poi messo in pratica un tattica perfetta, recuperando giro dopo giro e trovando i varchi migliori in un finale che ha richiesto due tentativi di Green-White Checkered Finish prima di veder sventolare la bandiera a scacchi. Nelle ultimissime tornate, Amaduzzi ha spinto al massimo, non senza qualche contatto in perfetto stile NASCAR, e ha portato sul podio la Chevrolet Camaro #68 Dogcooker/Biancko.

“In qualifica ho commesso un piccolo errore di valutazione, per cui sono partito un po’ indietro, e alla partenza sono stato costretto all’esterno e ho perso molte posizioni” ha spiegato Amaduzzi. “Non ho perso la pazienza e sono riuscito a ottenere un risultato a cui tenevo tantissimo perché era mia la prima gara con T-Engineering ed ero al debutto in una categoria con un campo partenti di livello molto alto. Questo podio è un ringraziamento particolare a Massimo Di Lonardo, che ha fatto moltissimo perché io fossi qui oggi”.

Renzo Calcinati è invece partito dalla 13esima posizione in griglia per la gara della Divisione Open e ha trovato velocemente un ottimo ritmo, che gli ha consentito di farsi strada fino alla sesta posizione a una decina di giri dal termina. A quel punto, però, un inconveniente al cambio lo ha costretto a fermarsi.

“E’ un vero peccato, perché avevo un ottimo feeling e potevo spingere ancora per recuperare qualche altra posizione” ha detto il milanese. “Purtroppo però il cambio ha avuto un problema e sono rimasto solo con la quarta marcia. Le ho provate tutte ma è stato impossibile continuare”.

Il team manager Massimo Di Lonardo si è detto comunque molto soddisfatto della giornata e ha voluto immediatamente guardare avanti, verso un’altra giornata di gare col coltello tra i denti sui 600 metri dell’ovale di Tours.

“Sono orgoglioso della prova che abbiamo offerto complessivamente. Raggiungere il podio con Davide è stato fantastico e ci dispiace tantissimo per Renzo, che ha avuto molta sfortuna proprio quando sembrava che potesse ottenere un gran risultato” ha detto Di Lonardo. “Domenica ripartiremo agguerriti, perché ci abbiamo preso gusto, a stare nelle posizioni alte della classifica”. 

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

 

Photo credits: NASCAR Whelen Euro Series / Stephane Azemard