Categorie
Whelen Euro Series

Vilarino agguanta la prima vittoria su ovale

ea6a8885-1000

Ander Vilarino (#2 TFT-Banco Santander Chevrolet SS) ha aggiunto un’altra preziosa gemma alla sua corona vincendo la Knauf 75 del sabato al Tours Speedway. Lo spagnolo ha sorpassato il vincitore dello scorso anno Frederic Gabillon (#12 Still Racing Chevrolet Camaro) a 15 giri dalla bandiera a scacchi che avrebbe sancito la fine delle ostilità sullo short track francese, vincendo la sua prima gara in carriera su un ovale in un finale caratterizzato dal green-white-checkered.

Questa è la sua terza vittoria della stagione e la 16esima su 29 gare disputate nella sua carriera in NASCAR.

Mi sento come un campione della Sprint Cup che ha vinto la sua prima Daytona 500, è fantastico” ha detto Vilarino, che nel 2012 si era classificato secondo a Tours.
Fréd è un pilota molto corretto, non mi ha mai chiuso la porta, anche quando abbiamo lottato per la vittoria.

Gabillon ha passato il poleman Eddie Cheever III (#51 CAAL Racing Chevrolet SS) e si è conquistato un piccolo vantaggio nella parte iniziale, caratterizzato da una lunga fase di bandiera verde. Al 34esimo giro, un contatto sul rettilineo principale ha imposto per la prima volta l’uscita delle bandiere gialle, che saranno protagoniste per altre due volte durante la gara. L’incidente ha danneggiato in parte il frontale della Chevrolet Camaro #12, ma Gabillon è riuscito a tenere la testa della gara al restart davanti al Vilarino, che nel frattempo ha sfruttato la partenza in doppia fila passando Cheever e iniziando a insidiare il leader.

Ho visto due macchine toccarsi davanti a me,” ha detto Gabillon. “Abbiamo provato a rallentare ma sono stato spinto da dietro e ho colpito la macchina davanti a me, danneggiando il lato sinistro del muso della mia macchina.

Lo spagnolo ha compiuto il sorpasso decisivo al giro 60, quando ha passato Gabillon all’interno della curva 3. Un paio di giri dopo anche Cheever ha passato il francese ed è risalito in seconda posizione prima della seconda bandiera gialla, uscita al 65esimo giro per un testacoda di Hugo Bec (#8 RDV Compétition Ford Mustang). Una foratura sulla #77 Chevrolet SS di Christophe Bouchut (#77 DF-1 Racing by B66 Chevrolet Camaro) ha invece causato l’ultima caution del giorno al giro 71, che ha portato al finale in green-white-checkered.

Vilarino ha tagliato il traguardo davanti a Cheever e Gabillon, mentre Mathias Lauda (#66 DF-1 Racing by B66 Chevrolet Camaro) ha portato a casa una solido quarto posto finale, davanti a Freddy Nordström (#44 Still Racing Chevrolet Camaro) e al duo belga composto da Bert Longin (#11 PK Carsport Chevrolet SS) ed Anthony Kumpen (#24 PK Carsport Chevrolet SS). Borja Garcia (#1 Ford Autolix Competition Ford Mustang) e Nicolò Rocca (#25 CAAL Racing Chevrolet SS) hanno entrambi recuperato 9 posizioni rispetto alla partenza e hanno finito rispettivamente ottavo e decimo. Tra i due si è piazzato il vincitore della divisione ELITE 2 2013 Anthony Gandon (#7 TFT-Red Line Chevrolet SS), che ha chiuso nono.

Con la vittoria di oggi, Vilarino si è preso la leadership del campionato ELITE 1 con un solo punto di vantaggio su Kumpen.

Cheever ha vinto il trofeo Jerome Sarran davanti a Nordstrom e Gandon, mentre Armetta (#31 CAAL Racing Chevrolet SS), che ha corso con una clavicola rotta, ha primeggiato nel Gentleman Trophy davanti a Pierre Roché (#17 VdeV Sport Toyota Camry) e Guillaume Rousseau (#13 Bull Racing Team Ford Mustang).

La seconda gara di ELITE 1 del week end, la Michelin 75, partirà domani alle 11.30 e vedrà Garcia partire dalla pole grazie al giro più veloce della gara in 16.851 Vilarino sarà sul lato esterno della pole.

Di Edoardo Vercellesi

Classe 1997, dall'età di 3 anni segue ogni tipo di competizione a due e quattro ruote, crescendo adorando i protagonisti della Superbike dagli ultimi anni '90 in poi (su tutti Ben Bostrom e Akira Yanagawa). Telecronista del CEV per Sky Sport, columnist a tutto tondo e in precedenza responsabile endurance americana, per Motorsport Rants tiene la rubrica sul mondo delle due ruote "Semaforo Verce" e cura la copertura della 24 Ore di Le Mans.