Categorie
Xfinity Series

Austin Dillon resiste agli attacchi finali di Sam Hornish Jr: Il titolo NNS 2013 è suo!

E’ giunta al termine anche la stagione 2013 della NASCAR Nationwide Series con la Ford Ecoboost 300, disputatasi ieri notte sul tracciato di Homestead. Il titolo è stato conquistato da Austin Dillon, ventitreenne di Lewiswille, North Carolina, capace di divenire il primo pilota a conquistare il campionato senza tuttavia non vincere neppure una gara tra le 33 in programma.

Non si può certo affermare che il titolo non sia stato meritato, in quanto il giovane pilota del team Richard Childress Racing ha mostrato, weekend dopo weekend, una costanza di rendimento ed una maturità dentro e fuori dal circuito assolutamente invidiabili, che di certo potranno aiutarlo nell’imminente salto verso la NASCAR Sprint Cup Series.

I 200 giri di gara sull’ovale da 1.5 miglia di Miami hanno regalato grande spettacolo, coronando una stagione in cui adrenalina ed incertezza sono riuscite ad appassionare i tifosi fino all’ultimo appuntamento dell’anno. Come da tempo spesso accade si è assistiti ad una “gara nella gara”: mentre Sam Hornish Jr. tentava di mettere più vetture possibili tra sè ed Austin Dillon per recuperare le 6 lunghezze di distacco, Brad Keselowski e Kyle Busch si misuravano ancora una volta per la vittoria della corsa ed allo stesso tempo lo stesso Kyle Busch, al volante della #54 del JGR lottava per la classifica owners con la #22 del Penske Racing, in quest’occasione affidata a Joey Logano.

Dopo quasi tre ore di divertimento in pista, condito da un alto numero di caution causate dai vari Justin Allgaier, Brad Sweet, Jeremy Clements, Mike Wallace, Regan Smith e Kevin Swindell, è arrivato il momento dei verdetti finali: per quanto riguarda la vittoria di gara, è stato ancora una volta il campione in carica Brad Keselowski ad imporsi, dopo aver preso la testa della corsa nelle fasi finali di gara grazie ad una strategia azzardata ma che ha tuttavia pagato. Kyle Busch si è invece dovuto accontentare del terzo posto, fallendo anche nella conquista del primato nella classifica riservata agli owners per un solo punto, a causa del sesto posto ottenuto da Joey Logano.

La battaglia più interessante è stata quella che ha contrapposto nella la lotta per il titolo Sam ed Austin, poichè i due hanno adottato atteggiamenti completamente differenti nel corso della gara: il primo ha deciso di spingere sempre al limite, nel tentativo di stare lontano dai guai nelle zone alte della classifica mentre il secondo ha gareggiato più cautamente, restando protetto nella pancia del gruppo, rischiando solamente durante un contatto con il muro esterno poco prima di metà gara.

Nonostante le accortezze e le strategie, i due si sono ritrovati all’ultimo restart l’uno dietro all’altro in terza e quinta piazza, con gomme usate e destinati a perdere posizioni negli ultimi giri. Così è stato: Sam Hornish Jr. è sceso dalla terza all’ottava posizione, Austin ha fatto lo stesso dalla quinta alla dodicesima. Tre piloti a separare i due contendenti non sono bastati all’alfiere del team Penske, che ha così dovuto lasciare il titolo nelle mani di Dillon per soli 3 punti, un’inezia dopo 33 gare ed un intero anno di combattimenti “side-by-side”.

Queste le parole a caldo di Austin Dillon, fresco campione NNS 2013: “Ho avuto probabilmente la peggior auto dell’anno oggi ma Danny Stockman Jr. (il crew chief di Austin) mi ha incoraggiato tutto il tempo. Danny ha cambiato la mia carriera in positivo, ha avuto confidenza in me credendo in ogni cosa che gli ho detto. Stanotte più di sempre mi ha dato motivazione e devo ringraziarlo, abbiamo fatto vedere di crederci fino in fondo. Quando sono andato a muro nelle prime fasi di gara ho pensato che le strade erano due: potevo perdere la speranza, e lasciare il titolo, o crederci fino alla fine. Ho scelto la seconda, mi sono dato un’altra possibilità”

L’ultima gara dell’anno, oltre a regalare a Brad Keselowski la settima vittoria in NNS del 2013, ha visto un ottimo Kyle Larson concludere in seconda piazza davanti a Kyle Busch. Hanno completato la top 10 al traguardo Matt Kenseth, Trevor Bayne, Joey Logano, Parker Kligerman, Sam Hornish Jr., Cole Whitt e Nelson Piquet Jr. In classifica generale dietro al campione Austin Dillon ed al più diretto avversario Sam Hornish Jr. si piazzano Regan Smith (-72), Elliott Sadler (-90) e Justin Allgaier (-90).

Motorsport Rants vi saluta e vi da appuntamento a Daytona, dove lo spettacolo firmato NASCAR ripartirà nel 2014!

Fabio Valente

Su Facebook              [social type=”facebook” opacity=”dark”]https://www.facebook.com/messer.fabio[/social]

 

 

Su Twitter

Segui @FabioValenteMSR

[divider scroll_text=]

 

Ordine d’arrivo della Ford Ecoboost 300

1 3 48 Brad Keselowski(i) Discount Tire Ford 200 0 120.7 $83,475 Running 4 25
2 8 32 Kyle Larson # Target Chevrolet 200 44 2 130.7 $77,675 Running 4 54
3 6 54 Kyle Busch(i) Monster Energy Toyota 200 0 128.5 $49,175 Running 5 29
4 5 18 Matt Kenseth(i) GameStop / Cabela’s African Adventure Toyota 200 0 111.1 $40,860 Running 2 9
5 9 6 Trevor Bayne Cargill Ford 200 39 94.8 $40,380 Running
6 4 22 Joey Logano(i) Hertz Ford 200 0 121.6 $26,580 Running 2 37
7 16 77 Parker Kligerman TOYOTA Toyota 200 37 98.7 $28,980 Running
8 1 12 Sam Hornish Jr. Alliance Truck Parts Ford 200 37 1 114.1 $32,555 Running 2 37
9 13 44 Cole Whitt Takagi Tankless Water Heaters Toyota 200 35 81.9 $26,930 Running
10 15 30 Nelson Piquet Jr. # Omnitracs Chevrolet 200 34 77.0 $27,080 Running
11 2 99 Blake Koch CompassionRacing.com Toyota 200 33 81.6 $25,880 Running
12 11 3 Austin Dillon AdvoCare Chevrolet 200 32 87.2 $24,330 Running
13 19 16 Ryan Reed Drive to Stop Diabetes Ford 200 31 74.9 $23,930 Running
14 17 33 Ty Dillon(i) WESCO Chevrolet 200 0 78.2 $23,730 Running 1 9
15 12 20 Drew Herring Dollar General Toyota 200 29 82.1 $24,220 Running
16 18 11 Elliott Sadler OneMain Financial Toyota 200 28 92.3 $24,415 Running
17 23 43 Michael Annett Fresh From Florida Ford 200 27 66.8 $23,405 Running
18 22 60 Travis Pastrana Nitro City Ford 200 26 62.4 $23,590 Running
19 14 31 Justin Allgaier Brandt Chevrolet 200 25 93.0 $23,030 Running
20 29 14 Jeff Green Hefty Ultimate / Reynolds Toyota 200 24 58.8 $23,595 Running
21 31 70 Johanna Long ForeTravel Motorcoach Chevrolet 200 23 52.0 $22,810 Running
22 39 79 Bryan Silas(i) TobaccoFreeFlorida.com Ford 200 0 46.4 $22,700 Running
23 35 23 Timmy Hill(i) pocketfinder.com Chevrolet 200 0 41.7 $22,565 Running
24 34 19 Dakoda Armstrong(i) WinField Toyota 200 0 48.1 $22,450 Running
25 36 55 Jamie Dick VIVA Auto Group Chevrolet 199 19 38.0 $16,790 Running
26 30 87 Joe Nemechek D.A.B. Constructors / pelletgrillusa.com Toyota 198 18 40.7 $22,185 Running
27 33 92 Dexter Stacey # Maddie`s Place Ford 194 17 34.7 $16,070 Running
28 28 01 Mike Wallace teamjdmotorsports.com Chevrolet 184 16 50.6 $21,955 Accident
29 25 7 Regan Smith TaxSlayer.com Chevrolet 183 15 75.0 $21,850 Accident
30 32 51 Jeremy Clements AllSouthElectric.com Chevrolet 183 14 50.2 $22,040 Accident
31 7 5 Brad Sweet Great Clips Chevrolet 175 13 68.3 $21,930 Running
32 10 2 Brian Scott Shore Lodge Chevrolet 173 12 72.2 $21,665 Running
33 21 4 Landon Cassill Flex Seal Chevrolet 163 11 57.8 $21,460 Running
34 20 9 Corey Lajoie Victory Junction Ford 148 10 46.5 $15,395 Running
35 24 98 Kevin Swindell # Carroll Shelby Motors Ford 127 9 54.1 $21,356 Accident
36 38 24 Ryan Ellis Frontline Wraps Toyota 102 8 29.3 $20,150 Vibration
37 27 10 Mike Bliss TriStar Motorsports Toyota 49 7 37.7 $14,085 Electrical
38 37 40 TJ Bell Curtis Key Plumbing Chevrolet 20 6 31.4 $19,994 Vibration
39 40 42 Josh Wise Curtis Key Plumbing Chevrolet 5 5 30.8 $13,735 Electrical
40 26 91 Michael McDowell(i) TriStar Motorsports Toyota 5 0 29.7 $13,700 Overheating

Di Fabio Valente

Fabio Valente, 17 anni, da Ferrara. Un motore al posto del cuore ed un mondo di nome NASCAR in cui vivere. Una parte di me mi vuole musicista, l'altra giornalista sportivo. Al futuro la scelta...
Su Twitter, @FabioValenteMSR, su facebook https://www.facebook.com/messer.fabio