Daytona Preseason Thunder Day 3 – La NASCAR vieta i tandem in Nationwide Series e in Truck Series

Terminati i test della NASCAR Sprint Cup Series, ieri è stata la volta delle vetture della Nationwide Series di scendere in pista al Daytona International Speedway. Il ritorno della serie cadetta al Preseason Thunder – mancava dal 2008 – ha visto i piloti girare in solitaria nella mattinata e concentrarsi sul drafting nella sessione pomeridiana, onde verificare le modifiche apportate dalla NASCAR al pacchetto tecnico delle vetture.

La federazione di Daytona Beach ha infatti deciso di dare un taglio netto al tandem drafting, prescrivendo un impianto di raffreddamento meno efficace e uno spoiler posteriore più piccolo e vietando esplicitamente l’“aggancio” fra due vetture, pena la bandiera nera per entrambi i piloti. Dare una spinta di breve durata, ovvero il “bump drafting”, non sarà comunque vietato.

[divider]
[space height=”20″]

Vedi anche: Galleria fotografica dal day 3 del Preseason Thunder | Video completo dei test NNS di sabato | Report del test NSCS di venerdì

[divider]
[space height=”20″]

La ragione della scelta è legata ai rischi che il tandem drafting impone: il pilota che “spinge” non può vedere oltre la vettura che sta spingendo e ogni minimo errore, soprattutto nelle fasi finali di gara, conduce inevitabilmente ad ammucchiate molto pericolose come quella accaduta lo scorso anno, in cui la vettura di Kyle Larson divelse le reti di protezione. Visto che gli incidenti all’ultimo giro non mancano nemmeno senza tandem, probabilmente ci saranno anche motivazioni che hanno a che fare con lo spettacolo, le stesse che hanno portato la NASCAR a lavorare alacremente per sbarazzarsi del tandem drafting in Sprint Cup Series.

[column col=”1/3″]

Top 10 del mattino

1. 31 Dylan Kwasniewski
2. 99 James Buescher
3. 32 Kyle Larson
4. 11 Elliott Sadler
5. 3 Ty Dillon
6. 16 Ryan Reed
7. 6 Trevor Bayne
8. 5 Bill Elliott
9. 43 Dakoda Armstrong
10. 22 Ryan Blaney

[/column]

Non sarà facile far rispettare i nuovi dettami, soprattutto nelle fasi conclusive della gara, e individuare un confine consistente tra bump drafting e tandem drafting, ragion per cui sono state adottate anche le soluzioni tecniche di cui sopra. Aspettiamoci non poche polemiche e speriamo di sbagliarci.

Tornando a quel che succede in pista, nella sessione mattutina si sono presentate 21 vetture e a stabilire il miglior tempo in 49.071 secondi (media 183.408) comunque un dato senza troppo significato, è stata una vecchia conoscenza di Motorsport Rants: Dylan Kwasniewski. Il campioncino di Las Vegas, fresco campione della K&N Pro Series East, prende parte al Daytona Preseason Thunder al volante della Chevy SS #31 del Turner Scott Motorsport in vista di sicuro impegno nelle serie nazionali NASCAR per il 2014. Resta da capire se in Nationwide o in Truck Series, ma sembra che Kwasniewski sia orientato verso la prima, tanto che dovrebbe essere al via della gara ARCA di Daytona il 15 febbraio per ottenere l’autorizzazione a correre in Nationwide Series il 22 febbraio.

Nel pomeriggio è andato in scena un po’ di sano drafting, con gruppi che hanno compreso al massimo nove vetture contemporaneamente. A salire in cattedra è stato il JR Motorsports di Dale Earnhardt Jr, parte integrante della filiera del team Hendrick, che ha mandato i suoi tre piloti a girare insieme e ha occupato le prime tre posizioni della lista dei tempi. Chase Elliott è stato il più veloce, con un crono in 47.874 secondi, pari a 187.993 miglia orarie. Il giovane rampollo della famiglia Elliott ha preceduto il suo leggendario padre, “Awesome” Bill, tornato al volante per l’occasione, e il compagno di team Regan Smith, il quale si trova probabilmente in casa il più acerrimo rivale ed è consapevole di non potersi permettere un crollo come quello che ha avuto nella stagione 2013. Inizia bene anche Ty Dillon, passato sul sedile della #3 del Richard Childress Racing in sostituzione del fratello Austin.

Tempi del pomeriggio

1. 9 Chase Elliott Chv 58 47.874 187.993
2. 5 Bill Elliott Chv 65 47.879 187.974
3. 7 Regan Smith Chv 55 47.885 187.950
4. 3 Ty Dillon Chv 76 47.922 187.805
5. 6 Trevor Bayne Frd 57 47.938 187.743
6. 98 David Ragan Frd 25 47.997 187.512
7. 60 Chris Buescher Frd 49 48.026 187.398
8. 32 Kyle Larson Chv 60 48.066 187.243
9. 31 Dylan Kwasniewski Chv 61 48.112 187.064
10. 55 Jamie Dick Chv 39 48.138 186.962
11. 2 Brian Scott Chv 53 48.172 186.831
12. 43 Dakoda Armstrong Frd 57 48.178 186.807
13. 99 James Buescher Tyt 55 48.203 186.710
14. 16 Ryan Reed Frd 52 48.216 186.660
15. 62 Brendan Gaughan Chv 36 48.232 186.598
16. 85 Bobby Gerhart Chv 30 48.818 184.358
17. 17 Tanner Berryhill Tyt 28 49.269 182.671
18. 23 Ryan Ellis Frd 30 49.716 181.028
19. 22 Ryan Blaney Frd 22 50.025 179.910
20. 11 Elliott Sadler Tyt 27 50.041 179.853
21. 84 Chad Boat Chv 27 50.474 178.310
22. 13 Harrison Rhodes Dge 15 51.425 175.012
23. 28 Matt Carter Dge 4 51.631 174.314
24. 52 Joey Gase Tyt 11 51.834 173.631
25. 73 Derrike Cope Chv 11 52.162 172.539

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia