Justin Allgaier esce vincitore da due tentativi di Green-White-Checkered

Justin Allgaier, al volante della Chevrolet Impala #31 del Turner Motorsports, ha conquistato la sua prima vittoria stagionale in un convulso finale in regime di gree-white-checkered, al Circuit Gilles Villeneuve di Montreal, dove è andata in scena la 22esima prova della Nationwide Series.

Il 26enne di Riverton, Illinois, l’ha spuntata in un convulso finale, tipico dei circuiti stradali, al secondo tentativo di concludere la gara, dopo che a dominare era stato l’idolo di casa Jacques Villeneuve, con la Dodge Challenger #22 del Penske Racing. Per Allgaier si tratta del terzo successo in carriera su

La gara

Alex Tagliani, partito dalla pole position, e Sam Hornish Jr. si sono scambiati la leadership nelle prime tornate delle NAPA Auto Parts 200, prima che Jacques Villeneuve prendesse il comando al giro numero 8. L’esperto canadese, salito per l’occasione sulla Dodge #22 del Penske Racing, si è piazzato in testa con un ritmo decisamente alto, seguito da Danica Patrick e dall’altro alfiere del team Penske, Sam Hornish.

Dopo un prima neutralizzazione piuttosto fortunata, capitata al giro 20 per lo stop in pista della vettura #23 di Dexter Stacey, subito dopo che la Chevrolet Impala #7 del JR Motorsports aveva effettuato la sua prima sosta, la Patrick si è ritrovata proiettata al comando ed è riuscita ad amministrare molto positivamente vettura e avversari, totalizzando 20 giri in testa.

Il colpo di scena per la 30enne di Beloit è però arrivato presto, quando una scarpa (sì, avete letto bene) si è infilata sotto la sua vettura e poco dopo dal posteriore della Chevy #7 si è visto uscire un pezzo, che è poi risultato essere una componente della sospensione posteriore destra. Afflitta dai conseguenti problemi di comportamento della macchina e coinvolta in un paio di contatti, la Patrick ha poi concluso la sua gara in 27esima posizione, a 6 giri dal leader.

Il resto della NAPA Auto Parts 200 è stato dominato da Villeneuve, 43 i giri totali al comando per lui, fino ad un restart a 11 giri dalla fine.

Sul rettilineo che porta alla prima esse, Tagliani si è infilato tra Hornish e Villeneuve, rifilando anche una toccatina a quest’ultimo e portandosi al comando in uscita dalla prima esse. Due curve dopo Hornish, che era stato molto cauto per tutto la gara, si è ritrovato in testacoda per una bussata di McDowell e ha dovuto riprendere la via della pista in 23esima posizione, per poi rimanere coinvolto anche in un contatto tra Kyle Kelley e Danica Patrick, che non ha comunque fatto scattare la neutralizzazione.

[minigallery id=”10766″ pretty=”1″]

A otto tornate dal traguardo, Villeneuve ha restituito il favore a Tagliani in uscita dalla prima variante, mandandolo in testacoda con una toccata al posteriore destro per portarsi al comando davanti davanti a Billy Johnson e Brendan Gaughan. Il canadese ha di nuovo allungato, pur risparmiando carburante.

Quando mancavano quattro giri ci ha pensato un testacoda di Mike Wallace a ricompattare il gruppo e al restart, sempre dietro Villeneuve, si è scatenata la lotta tra Ricky Stenhouse Jr. e Billy Johnson per la seconda posizione, mentre dal mucchio della prima variante un testacoda di Tagliani ha neutralizzato nuovamente la gara e consentito a Kyle Busch di sostituire la gomma posteriore rimasta danneggiata.

Il primo tentativo di Green-White-Checkered ha visto Stenhouse provare a infastidire Villeneuve, ma nel tentativo di rifilare una toccata alla Dodge #22, il campione uscente della Nationwide Series è andato in testacoda, salutando le speranze di podio e lasciando Johnson e Sadler a inseguire il campione del mondo di Formula 1 del 1997 fino all’ennesima gialla, causata da un contatto tra lo stesso Stenhouse, Derek White e Kyle Busch.

Molti piloti si sono dovuti fermare per un rabbocco di benzina e Villenuve, che si era fermato al giro 46 e ha scelto di rischiare, si è presentato sotto la bandiera verde davanti a Sadler, Allgaier e Hornish. Mezzo giro e sia Allgaier che Hornish hanno scavalcato Hornish. Allgaier si è poi buttato all’interno di Villenuve, rifilandogli una tamponata nel corso dell’ultimo giro e andando a prendersi il successo con poco più di tre decimi su Hornish e lo stesso Villeneuve.

Al quarto posto ha chiuso Elliott Sadler, seguito da Ron Fellows, Michael McDowell e Mike Wallace. Billy Johnson, Austin Dillon e Kyle Busch hanno completato la top-10, mentre Ricky Stenhouse Jr. è giunto 12esimo.

Le dichiarazioni dei protagonisti

“Oggi è stata una splendida giornata. Vincere a Montreal significa tantissimo perché tutte le persone che lavorano nella serie adorano venire qui. L’atmosfera è fantastica, i fan non deludono mai e la gara è andata alla perfezione per noi. Sapevo che mi stavo avvicinando a Jacques, ma lui ha frenato davvero presto in curva 6 ed ero sicuro che fosse senza benzina. Andava molto piano e io non sono riuscito a rallentare. Mi dispiace di averlo colpito.” – Justin Allgaier

“Dovrei essere contento del secondo posto, ma penso che il Penske Racing meritasse di più oggi, considerate le vetture che ci ha dato. Ero tranquillo in seconda posizione dietro Jacques e credo che ce la seremmo giocata tra di noi per la vittoria, ma la #30 si è infilata in restart a 10 dalla fine e mi sono ritrovato in coda dalle parti della 23esima posizione. Dovrei essere contento per essere finito secondo, dopo essere ripartito in 23esima piazza, ma credo meritassimo di più” – Sam Hornish Jr.

“Non ho finito la benzina e il mio motore non si è spento. Sono semplicemente stato buttato fuori da Allgaier, che mi ha usato per frenare in curva 6 all’ultimo giro. E’ frustrante perché Penske e Dodge mi hanno dato un’ottima vettura. Eravamo nettamente superiori a tutti anche se non attaccavamo per risparmiare carburante e freni in vista del finale di gara. E’ difficile da accettare.” – Jacques Villeneuve

“sono davvero dispiaciuto per averlo centrato, ma da quello che ho sentito, perché non sono riuscito a vederlo, lui in precedenza ha mandato in testacoda la #30 (di Alex Tagliani), il mio compagno di squadra. Direi che chi la fa l’aspetti.” – Justin Allgaier

“Che delusione. Prima o poi dovremo avere un po’ di fortuna. Non posso credere alla quantità di sfortuna che abbiamo avuto fino ad ora.” – Danica Patrick

La classifica

La giornata movimentata di Montreal lascia Elliott Sadler al comando della classifica generale con 824 punti e 22 lunghezze di vantaggio sulla coppia formata da Ricky Stenhouse Jr. e Sam Hornish Jr. (802). In quarta posizione c’è Austin Dillon (789), che precede Justin Allgaier (759) e Michael Annett (690).

Stay Tuned!

Ordine d’arrivo della Napa Auto Parts 200

1 15 31 Justin Allgaier Brandt Chevrolet 81 47 4 103.0 $94,318 Running 1 1
2 2 12 Sam Hornish Jr. Alliance Truck Parts Dodge 81 43 1 122.6 $60,193 Running 3 4
3 3 22 Jacques Villeneuve Dodge Dodge 81 43 2 143.8 $47,893 Running 4 43
4 17 2 Elliott Sadler OneMain Financial Chevrolet 81 41 1 92.7 $43,093 Running 1 6
5 8 5 Ron Fellows Canadian Tire Chevrolet 81 39 99.3 $32,875 Running
6 6 18 Michael McDowell(i) FedEx Express Toyota 81 0 104.3 $34,118 Running
7 22 01 Mike Wallace TradeBank Chevrolet 81 37 77.6 $31,893 Running
8 9 60 Billy Johnson Roush Fenway 25 Winning Years Ford 81 36 116.1 $24,200 Running
9 19 3 Austin Dillon # Advocare Chevrolet 81 35 79.0 $31,368 Running
10 5 54 Kyle Busch(i) Monster Energy Toyota 81 0 97.5 $24,050 Running
11 11 33 Brendan Gaughan(i) South Point Hotel & Casino Chevrolet 81 0 102.6 $28,818 Running
12 16 6 Ricky Stenhouse Jr. Ford EcoBoost Ford 81 32 90.5 $29,543 Running
13 23 44 Mike Bliss TriStar Motorsports Chevrolet 81 31 75.0 $28,218 Running
14 32 19 Tayler Malsam G-Oil/Noah’s Light Foundation Toyota 81 30 67.9 $28,068 Running
15 20 87 Alex Kennedy Global Barter Corporation/Dream Factory Toyota 81 29 81.7 $28,918 Running
16 34 40 Erik Darnell Key Motorsports Chevrolet 81 28 52.7 $21,350 Running
17 36 39 Tim Andrews Go Green Racing Ford 81 27 50.1 $21,225 Running
18 42 24 Derek White SR2 Motorsports Chevrolet 81 26 48.0 $21,075 Running
19 41 14 Eric McClure Hefty/Reynolds Wrap Toyota 81 25 44.4 $27,418 Running
20 21 38 Brad Sweet # Great Clips Chevrolet 81 24 75.0 $27,968 Running
21 27 59 Kyle Kelley Jamison Eng./UPR.com Chevrolet 81 23 74.6 $20,975 Running
22 1 30 Alex Tagliani Oasis/Motegi Racing Chevrolet 81 23 1 103.4 $30,593 Running 3 7
23 31 4 Daryl Harr Danny Efland Racing Chevrolet 81 21 53.5 $27,143 Running
24 10 11 Brian Scott Dollar General Toyota 81 20 86.6 $27,068 Running
25 26 51 Jeremy Clements USS James E Williams DDG 95 Chevrolet 81 19 71.2 $27,468 Running
26 18 81 Jason Bowles # American Majority Toyota 77 18 68.6 $26,948 Brakes
27 4 7 Danica Patrick GoDaddy.com Chevrolet 75 18 1 101.1 $31,693 Running 1 20
28 33 43 Michael Annett Pilot/Flying J Ford 73 16 56.6 $26,848 Running
29 13 99 Patrick Carpentier NAPA Auto Parts Toyota 69 15 51.0 $26,813 Running
30 39 70 Joe Nemechek ML Motorsports Dodge 62 14 49.1 $27,078 Radiator
31 37 26 John Young Eklekt Technologies Group Dodge 59 13 57.6 $20,250 Drive Train
32 12 27 Andrew Ranger Dodge Dodge 57 12 68.6 $20,215 Suspension
33 7 88 Cole Whitt # TaxSlayer.com Chevrolet 54 11 72.0 $26,653 Engine
34 28 75 Kenny Habul SunEnergy 1 Racing, LLC Toyota 46 10 50.2 $20,150 Accident
35 38 23 Dexter Stacey North Texas Pipe Chevrolet 30 9 35.6 $20,110 Accident
36 29 41 Timmy Hill Lilly Trucking Ford 21 8 41.9 $26,543 Transmission
37 14 53 Eric Curran Whelen/Team Fox Dodge 15 7 41.7 $20,025 Transmission
38 35 08 Louis-Phillipe Dumoulin Randy Hill Racing Ford 14 6 37.0 $19,981 Suspension
39 24 15 Chris Cook(i) Lilly Trucking Chevrolet 6 0 36.2 $19,845 Brakes
40 43 47 Matt DiBenedetto Curtis Key Plumbing Chevrolet 6 4 31.9 $19,710 Overheating
41 30 42 Blake Koch Key Motorsports Chevrolet 5 3 33.0 $19,625 Brakes
42 40 46 Chase Miller The Motorsports Group Chevrolet 4 2 31.9 $19,570 Brakes
43 25 10 Jeff Green TriStar Motorsports Toyota 2 1 29.3 $19,392 Vibration