Categorie
Xfinity Series

Kurt Busch esce vincitore da una serata “selvaggia” a Daytona

Dopo due Big One e una serie impressionante di cambi di avvicendamenti al vertice, Kurt Busch ha piazzato una zampata che gli ha consentito, grazie alla spinta di Ricky Stenhouse Jr, di aggiudicarsi la Subway Jalapeno 250 al Daytona International Speedway.

Per Busch si tratta del quinto successo in 23 partenze in Nationwide Series, il secondo della stagione dopo quello ottenuto a fine aprile a Richmond, al volante della Toyota #54 del Kyle Busch Motorsports. Questa volta, guidando la Chevrolet #1, ha portato a James Finch il primo successo del sodalizio formato tra il pilota di Las Vegas e il Phoenix Racing.

Dalla pole position è scattato Ricky Stenhouse Jr., in seguito al declassamento di Austin Dillon, che aveva ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche ma la cui vettura ha fallito l’ispezione post-sessione a causa di un tubo di raffreddamento aperto all’interno del cockpit, un dettaglio che avrebbe potuto fornire un piccolo vantaggio aerodinamico.

La 15esima prova della Nationwide Series si è poi sviluppata in modo estremamente dinamico, come caratteristico delle gare sui Superspeedway e come testimoniano i 42 cambi di leader tra 16 piloti diversi, un record per il Daytona International Speedway.

[minigallery id=”9994″ pretty=”1″]

Le 43 vetture in pista hanno viaggiato in un mix tra tandem-drafting e pack-drafting, punteggiato da un totale di 6 bandiere gialle, per 42 giri complessivi sui 101 disputati in virtù del finale in regime di Green-White-Checkered.

La prima interruzione è arrivata già al nono giro, quando Brian Scott è rimasto fermo lungo il backstretch, mentre la seconda è scattata al 42esimo giro a causa di un contatto tra Mike Wallace e Bryan Silas.

Il primo big one, che ha coinvolto un totale di 14 vetture, è avvenuto alla 67esima tornata, quando in testa al gruppo Mike Wallace e Kevin Harvick hanno provato a invertire le rispettive posizioni mentre viaggiavano in tandem. La differenza di velocità tra i due e il resto del gruppo, unita ad una piccola incertezza nella manovra, hanno innescato una carambola che fatto vittime illustri, tra cui Bowyer, Keselowski, lo stesso Harvick, Buescher e Whitt.

Dopo un’altra neutralizzazione, caduta al giro 78 per un contatto tra Sweet e Stenhouse, originato da un movimento in fase di spinta di quest’ultimo che ha mandato in spin la Chevy #38, il secondo e ultimo big one è stato scatenato ancora dal campione in carica della Nationwide Series, all’84esima tornata. Questa volta Stenhouse ha mandato in testacoda Jeffrey Earnhardt provocando una carambola sul backstretch, in cui ad avere la peggio è stata Danica Patrick. La 30enne di Beloit è finita con l’angolo anteriore sinistro della Chevy #7 contro le barriere interne ad elevata velocità ed il volante, con tutto il tubo dello sterzo è rientrato nell’abitacolo, arrivando ad una quarantina di centimetri dal casco della Patrick. Dopo un attimo di smarrimento in cui ha cercato il volante con le mani senza trovarlo, Danica si è accorta dell’accaduto, ha provato a riprendere la pista ma, una volta appurato che non c’era modo di ripartire, è scesa dalla Impala del JR Motorsports.

Non ha preso per niente bene l’accaduto Jeffrey Earnhardt, che prima di salire sul mezzo di soccorso si è sporto verso il gruppo che transitava per mostrare il dito medio a Stenhouse.

L’ultima gialla della serata è arrivata a due giri dal termine, per detriti, ponendo le basi per un finale in Green-White-Checkered.

Una volta capito, nel corso dei concitati colloqui via radio tra i vari spotter, che non avrebbe trovato subito un partner per il finale, Busch ha provato ad andare immediatamente in testa al restart, venendo poi sorpassato da entrambi i lati dai tandem Logano-Sadler e Dillon-Annett. Alle sue spalle è però arrivato Stenhouse, e la coppia appena formata si è lanciata all’inseguimento. Logano e Sadler si sono separati per un momento, permettendo a Busch e Stenhouse di passare al comando e di affrontare in testa l’ultimo backstretch.

Entrati sul rettilineo principale, Busch e Stenhouse hanno leggermente allargato la traiettoria per chiudere la porta agli avversari in rimonta e Dillon, compresso fra due vetture, è finito in testacoda proprio sul traguardo, tagliandolo al quarto posto e causando l’ennesimo incidente che ha coinvolto diverse macchine.

Busch ha quindi vinto davanti a Stenhouse, Annett, Dillon, Sadler, Allgaier, Bliss, Hill e Hornish. Coinvolta nell’ultimo incidente mentre occupava un posto nella top-10, un’ottima Johanna Long ha conquistato la 12esima piazza.

Durante le ispezioni post-gara la vettura di Joey Logano è stata trovata troppo bassa all’anteriore e bisognerà aspettare i primi giorni della prossima settimana per sapere a quali sanzioni andranno incontro il pilota del Connecticut e il Joe Gibbs Racing.

“Sono stato in sede martedì e abbiamo parlato di come è andato il weekend del Kentucky, di cosa avremmo potuto migliorare” ha detto Busch. “Sono andato in officina e stavano applicando questa livrea arancione fluorescente alle nostre vetture e ho chiesto ‘Cosa succede? Si tratta dell’energia che James Finch ha voluto mettere nella gara di Daytona. Ha voluto entrambe le vetture arancioni, in modo che si distinguessero in gruppo anche senza uno sponsor e abbiamo portato una vettura senza sponsor in Victory Lane stasera. Via radio sono stato sarcastico come al solito: ‘La Grande Zucca è qui, e la Grande Zucca non alzerà il piede in vista della bandiera a scacchi’”.

“All’ultimo restart non avevamo molte persone con cui collaborare e ho visto Busch da solo sulla corsia centrale. Ho effettuato un buon restart e l’ho raggiunto per poi attaccarmi a lui.” ha dichiarato invece Stenhouse. “E’ stato veloce per tutta la sera e ho solo dovuto spingerlo fino alla vittoria. Speravo di poter provare il sorpasso, ma ho visto la #3 e tutti gli altri arrivare, quindi ho cercato di spostarmi per bloccarli e abbiamo finito con l’arrivare secondi. E’ stato emozionante e spero che i fan si siano divertiti. Io mi sono divertito parecchio.”

La classific generale vede sempre Austin Dillon al comando con 552 punti, quattro in più del compagno di team Austin Dillon (548). Stenhouse (531) recupera qualche punticino ma è sempre terzo, davanti a Hornish (521) e Allgaier (472)

Stay Tuned!

Ordine d’arrivo della Subway Jalapeno 250

1 5 1 Kurt Busch(i) HendrickCars.com Chevrolet 101 0 135.9 $85,900 Running 6 23
2 1 6 Ricky Stenhouse Jr. NOS Energy Drink Ford 101 42 104.3 $71,693 Running
3 17 43 Michael Annett Pilot / Flying J Ford 101 41 94.3 $47,118 Running
4 42 3 Austin Dillon # Bass Pro Shops / NRA Museum Chevrolet 101 41 1 95.1 $37,743 Running 4 8
5 8 18 Joey Logano(i) SportClips Toyota 101 0 114.0 $25,150 Running 6 12
6 13 2 Elliott Sadler OneMain Financial Chevrolet 101 39 1 103.6 $29,218 Running 3 10
7 21 31 Justin Allgaier Brandt Chevrolet 101 38 1 90.3 $28,103 Running 3 7
8 15 44 Mike Bliss BANDITchippers.com Toyota 101 36 77.9 $27,063 Running
9 37 41 Timmy Hill Poynt.com Chevrolet 101 35 82.9 $25,968 Running
10 16 12 Sam Hornish Jr. Wurth Dodge 101 35 1 81.1 $26,168 Running 2 6
11 33 51 Jeremy Clements Curry’sRoofing/USSJamesEWilliamsDDG95 Chev 101 34 1 79.0 $25,043 Running 2 2
12 11 70 Johanna Long # WishForOurHeroes.org Chevrolet 101 32 78.9 $24,168 Running
13 28 4 Danny Efland TradeBank Chevrolet 101 31 58.7 $23,643 Running
14 29 81 Jason Bowles # American Majority Toyota 101 30 72.6 $23,118 Running
15 22 19 Tayler Malsam G-Oil / Noah’s Light Foundation Toyota 101 29 65.8 $23,868 Running
16 27 39 Josh Richards JOY Ford 101 28 56.1 $16,175 Running
17 34 23 Robert Richardson Jr. North Texas Pipe Chevrolet 101 27 49.9 $22,518 Running
18 26 14 Eric McClure Hefty / Reynolds Wrap Toyota 101 26 67.6 $22,393 Running
19 31 82 Blake Koch SilverSaver.com Dodge 101 25 54.6 $18,400 Running
20 32 08 Bryan Silas(i) Randy Hill Racing Ford 100 0 51.1 $16,350 Running
21 41 40 Erik Darnell Curtis Key Plumbing Chevrolet 99 23 43.7 $22,018 Running
22 25 87 Joe Nemechek AM/FM Energy / D.A.B. / TSA Toyota 97 23 1 82.1 $21,893 Running 2 5
23 20 54 Kyle Busch(i) Monster Energy Toyota 94 0 99.6 $15,475 Running 1 3
24 19 38 Brad Sweet # Great Clips Chevrolet 93 20 65.6 $21,618 Running
25 18 99 John Wes Townley(i) Barberitos Toyota 89 0 55.3 $21,768 Running
26 12 20 Clint Bowyer(i) Dollar General Toyota 86 0 62.9 $15,100 Running 1 1
27 24 24 Casey Roderick # West Virginia Miners Baseball Toyota 84 17 65.8 $21,218 Running
28 4 33 Kevin Harvick(i) Rheem / Menards Chevrolet 84 0 84.5 $14,575 Accident 1 2
29 2 88 Cole Whitt # Degree MEN / Winn-Dixie Chevrolet 83 16 1 78.5 $21,418 Running 1 3
30 30 15 Jeffrey Earnhardt TobaccoFreeFlorida.com / Nuts Off Ford 82 14 75.5 $14,625 Accident
31 3 7 Danica Patrick GoDaddy.com/NASCARUnitesAnAmericanSalute Chev 82 14 1 102.9 $20,663 Accident 5 13
32 9 11 Brian Scott Dollar General Toyota 82 12 38.7 $20,528 Running
33 10 36 Bobby Santos III Tommy Baldwin Racing Chevrolet 80 11 58.9 $13,950 Accident
34 14 30 James Buescher(i) Ron Jon Surf Shop / Quiksilver Chevrolet 71 0 76.8 $20,308 Accident 1 1
35 6 22 Brad Keselowski(i) Discount Tire Dodge 66 0 95.6 $13,735 Accident 2 2
36 7 01 Mike Wallace G&K Services Chevrolet 65 9 1 88.2 $20,168 Accident 2 3
37 40 52 Joey Gase # My Three Sons Vending Chevrolet 50 7 30.9 $13,665 Overheating
38 36 74 Mike Harmon Koma Unwind Relaxation Drink Chevrolet 31 6 31.5 $13,611 Overheating
39 35 50 TJ Bell Hantz Bank / Gulfcoast Loss Prevention Chevrolet 22 5 40.9 $13,495 Engine
40 43 46 Chase Miller TheMotorsportsGroup.com Chevrolet 5 4 32.0 $13,430 Vibration
41 39 42 Josh Wise(i) Curtis Key Plumbing Chevrolet 4 0 27.9 $13,370 Transmission
42 38 47 Stephen Leicht(i) Curtis Key Plumbing Chevrolet 3 0 28.4 $13,320 Overheating
43 23 10 Jeff Green TriStar Motorsports Toyota 3 1 26.8 $13,253 Overheating

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.