NASCAR – Las Vegas Preview: Orari italiani di Sprint Cup Series e Xfinity Series

La NASCAR inizia il suo “swing” nella parte occidentale degli Stati Uniti con Las Vegas, dove correranno sia la NASCAR Sprint Cup Series che la Xfinity Series. L’ovale da 1.5 miglia del Nevada metterà nuovamente alla prova il pacchetto low-downforce della massima series, dandoci un’idea migliore di quello che ci aspetta nel resto della stagione, mentre il tema dominante della Xfinity Series sarà nuovamente lo scontro tra i piloti della Sprint Cup e quelli che puntano al campionato “cadetto”.

[column col=”1/2″]

316332

NASCAR Sprint Cup Series
Next Race: Kobalt 400
The Place: Las Vegas Motor Speedway
The Date: Domenica 6 marzo
The Time: 21:30 CET
TV: FOX, 21 CET
Distance: 400.5 miles (267 laps)

[/column]

[column col=”1/2″]

316330

NASCAR XFINITY Series
Next Race: Boyd Gaming 300
The Place: Las Vegas Motor Speedway
The Date: Saturday, March 5
The Time: 22 CET
TV: FS1, 21:30 CET
Distance: 300 miles (200 laps)

[/column]

Low downforce alla prova di Vegas

Il pacchetto low downforce ha suscitato reazioni entusiastiche ad Atlanta, favorito anche da un circuito dall’asfalto molto abrasivo. I commenti dei piloti sono stati tutti positivi e, nonostante un run in verde da 209 giri, i 44 sorpassi per la testa della corsa della scorsa settimana hanno infranto il record dell’Atlanta Motor Speedway (da quando vengono contati attraverso i “Loop Data”, ovvero dal 2005), mentre i 3.717 sorpassi in regime di bandiera verde sono al secondo posto all-time, seppur ottenuti con 39 vetture contro le tradizionali 43.

Las Vegas proporrà però delle criticità diverse. L’asfalto del tracciato del Nevada è decisamente meno abrasivo e, durante un test nel mese di gennaio – con temperature quindi più basse di quelle che ci saranno questa settimana – le vetture hanno raggiunto velocità anche superiori a quelle del 2015, con un calo di prestazioni poco evidente.

In risposta, Goodyear ha scelto una mescola un po’ più “morbida”, che dovrebbe garantire un certo calo di prestazione nel corso del run, ma senza rischiare cedimenti improvvisi dello pneumatico.

Nei test di ieri, però, le velocità registrate si sono avvicinate alle 193 miglia orarie di media sul giro singolo e alle 188 sui 10 giri consecutivi, lasciando forse presagire meno divertimento rispetto allo scorso weeekend.

Numbers

Delle 18 gare disputate al Las Vegas Motor Speedway, quattro sono andate a Jimmie Johnson, che detiene anche il miglior Driver Rating – 111.9 contro il 103.4 di Kyle Busch – sebbene non vinca in Nevada dal 2010. Il 98.8 di Kevin Harvick, dominatore nel 2015, fa pensare che la sfida di Atlanta possa ripetersi, magari con l’inserimento dello stesso Busch, Matt Kenseth e Martin Truex Jr. Occhio anche a Carl Edwards, che ha 5 top-5 nelle ultime 11 gare nella Sin City e ad Atlanta non è andato affatto male.

Come detto, Johnson guida la lista dei pluri-vincitori, seguito da Kenseth, Jeff Burton e Carl Edwards. Tra i team, il Roush Fenway Racing è a quota sette, seguito dall’Hendrick Motorsports con cinque.

Solo tre volte il futuro vincitore della corsa è partito dalla prima fila e solo Kyle Busch ha vinto dalla pole, nel 2009. Otto delle 18 gare disputate sono state vinte partendo nella top-10 e Kenseth è il pilota ad aver trionfato partendo da più lontano – 25esimo, nel 2009.

Anche a Las Vegas ci saranno 39 vetture nella Entry List, una in meno del massimo consentito, sceso da 43 a 40 in questa stagione.

Il record in qualifica appartiene a Jeff Gordon, che nel 2015 ha percorso un giro dell’ovale da 1.5 miglia in  27.738 secondi (194.679 mph).

Xfinity Series in cerca di leader

42 vetture si giocheranno i 40 posti in griglia per la BoydGaming 300 e cinque di esse saranno guidate da piloti della Sprint Cup Series. Kyle Busch, Brad Keselowski,  Chase Elliott, Austin Dillon e Aric Almirola saranno sicuramente fra i protagonisti, così come dovrebbe esserlo il leader della classifica Elliott Sadler. Il pilota del JR Motorsport arriva a Las Vegas con tre punti di vantaggio su Daniel Suarez e cinque su Ty Dillon, con la top-six, in cui figurano anche Brandon Jones, Justin Allgaier e Brendan Gaughan, racchiusa in appena 10 punti.

Austin Dillon, che in tre presenze in Nevada ha conseguito tre top-10, si è imposto nella gara dello scorso anno e potrebbe diventare il primo pilota a vincere due volte consecutive al Las Vegas Motor Speedway, dove 13 piloti diversi si sono spartiti le 19 corse disputate.

Le ultime sette edizioni della Boyd Gaming 300 sono andate a sette piloti diversi: Austin Dillon (2015), Brad Keselowski (2014), Sam Hornish Jr. (2013), Ricky Stenhouse Jr. (2012), Mark Martin (2011), Kevin Harvick (2010) e Greg Biffle (2009).

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @Gian_138