Nationwide cambia la sua strategia di marketing nella NASCAR

La NASCAR e la compagnia assicurativa Nationwide hanno stipulato un nuovo accordo che vedrà la società di Columbus, Ohio, in un ruolo di maggior rilievo come compagnia assicurativa ufficiale della NASCAR. Allo stesso tempo,  Nationwide non sponsorizzerà più la seconda serie dell’associazione di Daytona Beach dopo la stagione 2014. Nationwide, quindi, decide di puntare tutta la sua strategia di marketing nella Sprint Cup Series che, a detta dei piani alti, darà molti più frutti a livello economico.

[quote align=”right” color=”#999999″]Le nostre strategie di marketing stabiliscono di continuare la partnership con l’associazione motoristica #1 in America e daremo del nostro meglio per diventare un punto di riferimento nei prossimi anni. [/quote]

Nationwide è da sei anni sponsor della seconda serie della NASCAR e l’anno prossimo sarà l’ultimo dei sette previsti da contratto stipulato nel 2007.

“Come sponsor ufficiale di una delle nostre serie, Nationwide è stata un valido partner per tutti questi anni e, certamente, la nostra collaborazione con loro non finirà qui”, ha dichiarato Steve Phelps, NASCAR chief marketing officer. “La Compagnia assicurativa ha ottenuto molti vantaggi dalla nostra partnership e, nel corso degli anni, ha certamente aumentato il suo bacino d’utenza all’interno del Paese. Il fatto che Nationwide continuerà la sua relazione con noi è estremamente incoraggiante per gli anni a venire”. 

Nationwide ha una grande tradizione nel mondo dei motori, in particolare con la NASCAR. Le prime apparizioni del marchio risalgono ai primi anni ’90 quando Nationwide stava pian piano emergendo sul mercato americano. Molti piloti, da allora, hanno scelto la compagnia di Columbus come loro società di assicurazione personale. Il messaggio che Nationwide vuole mandare con questo nuovo contratto con la NASCAR è quello di una partnership completa a 360 gradi, che le permetterà, secondo le stime, di aumentare ancora di più il bacino di potenziali nuovi clienti.

“La  NASCAR Nationwide Series non rappresenta solo una grande opportunità per i piloti e i team, ma anche per gli sponsor”, ha dichiarato Matt Jauchius,  Nationwide chief marketing officer, . “Siamo molto orgogliosi del fatto che Nationwide abbia mantenuto fede ai patti stipulati con la NASCAR parecchi anni fa, ormai. Le nostre strategie di marketing stabiliscono di continuare la partnership con l’associazione motoristica #1 in America e daremo del nostro meglio per diventare un punto di riferimento nei prossimi anni”. 

Non dobbiamo dimenticare, inoltre, che Nationwide ha sempre sostenuto i progetti a scopo benefico lanciati da NASCAR Foundation, associazione creata dalla stessa NASCAR per contribuire e cercare di risolvere i vari problemi che, purtroppo, caratterizzano la nostra vita quotidiana. Ad oggi, non si sa ancora chi prenderà il posto di Nationwide come sponsor della seconda serie dell’associazione di Daytona Beach.

Federico Floccari