NXS – Kumpen: “Sarà completamente diverso da tutto quello che ho fatto prima”

(Photo by Jared C. Tilton/NASCAR via Getty Images)
(Photo by Jared C. Tilton/NASCAR via Getty Images)

Correre al Daytona International Speedway è qualcosa di speciale, soprattutto per un pilota europeo e ancora di più lo sarà per Anthony Kumpen, il primo pilota della NASCAR Whelen Euro Series a gareggiare in NASCAR XFINITY Series al leggendario “World Center Of Racing”. Eventi speciali, però, mettono anche una pressione speciale sui protagonisti, ed è per questo che richiedono una preparazione speciale.

Anthony Kumpen, il campione 2014 della NASCAR Whelen Euro Series, è iscritto alla PowerShares QQQ 300 grazie a al Nexteer Road To Daytona – il programma costruito dalla NASCAR Whelen Euro Series e da Nexteer Automotive per fornire ai piloti europei le migliori opportunità di correre in NASCAR negli Stati Uniti – al volante della Chevrolet Camaro #46 Leaseplan curata dal Precision Performance Motorsports e ha percorso una impeccabile progressione attraverso una serie di ovali di diverse lunghezze, che culminerà il 20 febbraio con la gara di apertura della NASCAR XFINITY Series.

“Le Speedweeks di Daytona sono tra le manifestazioni più importanti nel mondo dei motori e sono davvero, davvero felice e grato alla NASCAR Whelen Euro Series, a Nexteer Automotive e a Leaseplan, insieme a tutti i miei partner, per l’occasione di essere parte di questo incredibile evento,” ha detto Kumpen, che sarà il primo europeo a correre a Daytona dopo Max Papis nel 2011 e il primo belga dopo Christine Beckers nel 1977. “E’ fantastico avere questa opportunità e il supporto della NASCAR in Europa con la NASCAR Whelen Euro Series e spero che molti altri piloti seguiranno questo percorso in futuro. E’ un grande passo per me, così come lo è per la NASCAR Whelen Euro Series.”

Durante i mesi che hanno separato la finale di Homestead-Miami e questo viaggio, il belga si è dedicato a una intensa preparazione per la stagione 2016 della NASCAR Whelen Euro Series e per il suo debutto sul superspeedway da 2,5 miglia della Florida.

“Penso che di aver davvero fatto tutto quello che potevo per essere al massimo per questa gara. Mi sono allenato moltissimo, sia mentalmente che fisicamente, e ho studiato tantissimi filmati per vedere cosa è successo in passato e acquisire quante più informazioni possibile. Con il mio allenatore abbiamo lavorato molto per migliorare la mia visione periferica e la velocità di reazione del mio cervello, per abituarmi a reagire più velocemente a quello che mi accade intorno. Abbiamo imparato molte cose che ci serviranno anche nella stagione 2016 della NASCAR Whelen Euro Series,” ha detto il pilota di Hasselt. “Alla fine, comunque, sarà una gara estremamente diversa da da qualsiasi cosa abbia fatto finora.”

Il primo obiettivo è ovviamente qualificarsi alla gara, ma Kumpen considera finire la PowerShares QQQ 300 come un risultato importante per la sua carriera e vede un sottile vantaggio nello stato mentale con cui approccia la corsa.

“L’obiettivo è arrivare alla bandiera a scacchi, per cui mi posso prendere un piccolo margine in pi, stare qualche centimetro più lontano dal muro. Se poi stiamo fuori dai guai, tutto può succedere a Daytona,” ha detto Kumpen. “Non avrei potuto studiare di più e osno fiducioso, emozionato e un po’ nervoso allo stesso tempo. So che farò del mio meglio e che il team Precision Performance Motorsports mi darà una vettura fantastica. Sono pronto.”

La bandiera verde della PowerShares QQQ 300 sventolerà alle 21:46 CET di sabato 20 febbraio e la gara sarà trasmessa dal vivo su Fox Sports 1.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @Gian_138

46 Daytona Car Rendering