Categorie
Xfinity Series

Penalità confermate per i due membri del Richard Childress Racing coinvolti nella rissa di Richmond

Nella giornata di Venerdì, la commissione d’appello della NASCAR ha ascoltato il ricorso presentato dal Richard Childress Racing in merito alle penalità inflitte al team della vettura #2 accusata di aver violato la sezione 12-1 (azioni a detrimento della stock car racing. Coinvolto in un  alterco con un altro concorrente dopo che la gara si era conclusa) del regolamento. Le penalità derivano da un incidente nel post gara dell’evento della Nationwide Series del 26 aprile scorso al Richmond International Raceway.

Di seguito,  l’antefatto che ha poi portato alla rissa tra i crew di Brian Scott e Piquet Jr. nell’infield dello short track della Virginia.

Le penalità originali inflitte al team della Chevy Camaro #2 erano la sospensione per quattro gare e la multa di 15,000 mila dollari per due componenti della squadra,  Thomas Costello e Michael Scearce, inoltre, entrambi erano stati messi in probation dalla NASCAR fino al 31 dicembre.

Il RCR, attraverso questo appello, chiedeva il deferimento di quelle sospensioni per i due membri del team.

Dopo aver sentito diverse testimonianze e aver rivisto attentamenti tutti i fatti, è arrivata una decisione unanime da parte della commissione d’appello della NASCAR nel confermare le penalità date dalla NASCAR stessa in precedenza. Le sospensioni dei due membri del RCR avranno effetto a partire dalla gara del 31 maggio al Dover International Speedway.

Comunque, il RCR avrà diritto di fare di nuovo appello all’ultimo grado di giudizio ovvero alla National Stock Car Racing Chief Appellate Officer, noto per alleggerire le “pene”.

Federico Floccari

[follow id=”nascarfannation” size=”large” count=”true” ]

Di Federico Floccari

Dal mio nickname si possono capire già moltissime cose. Per me la NASCAR è uno stile di vita, non solo un semplice sport. Seguitemi su Twitter (@NASCARCountryUS) se volete veramente saperne di più sul mondo delle stock-cars americane e non solo. Qui, su Motorsportrants, scrivo solo ed esclusivamente sulla NASCAR e non me ne pento. Anzi.