Sprint Cup – Chase Elliott è ufficialmente il successore di Jeff Gordon

O'Reilly Auto Parts 300

Non che ci fossero dei dubbi al riguardo, ma l’annuncio ufficiale appena arrivato dal team Hendrick Motorsports chiarisce alcuni dettagli e pone un sigillo sul futuro di Chase Elliott. Sarà infatti il campioncino di Dawsonville a prendere il posto di Jeff Gordon al volante della Chevrolet SS #24 a partire dalla stagione 2016 della NASCAR Sprint Cup Series.

Il diciannovenne campione in carica della NASCAR XFinity Series, che quest’anno dovrà vedersela con l’impegnativo obiettivo di ripetersi nella serie cadetta e con una dose di gare in Sprint Cup per fare esperienza, sarà seguito dall’esperto Alan Gustafson. Difficilmente Hendrick avrebbe potuto trovare una soluzione migliore per sostituire il mito Jeff Gordon, visto che continuerà la tradizione della #24 con un pilota di sicuro valore, sia a livello competitivo che mediatico – il figlio del leggendario Bill Elliott è già un personaggio di primissimo piano e sui risultati c’è poco da discutere, stanti le 3 vittorie, le 16 top-5 e le 2 pole accumulate nel 2014.

“Chase porta con sé una serie di caratteristiche che lo rendono un pilota ideale,” ha detto Rick Hendrick. “Non è solo un talento nel pilotaggio, ma ha anche una combinazione naturale di competitività, etica sul lavoro e intelligenza che si vedono di rado. La personalità di Chase e i suoi modi lo rendono popolare tra i fan,  i compagni di squadra e gli sponsor. E’ un’aggiunta ideale per la nostra organizzazione sotto moltepici punti di vista e crediamo fortemente che lui e Alan lavoreranno bene insieme. C’è molto di cui essere entusiasti.”

Elliott affronterà la sua prima gara in Sprint Cup Series il prossimo 29 marzo a Martinsville, al volante della Chevrolet SS #25 curata da Kenny Francis. Sono poi previste altre quattro date, tutte supportate da NAPA Auto Parts, sponsor che ritornerà così ai massimi livelli della NASCAR dopo la faccendaccia del Michael Waltrip Racing del 2013.

“Così tante persone mi hanno supportato, e la prima cosa che voglio fare è ringraziarle,” ha detto Elliott, che difenderà il titolo della XFinity Series al volante della Chevy #9 del JR Motorsports. “Soprattutto i miei genitori hanno creduto in me ad ogni passo e so che tutto questo non sarebbe stato possibile senza i sacrifici che hanno fatto per consentirmi di concentrarmi sulla mia carriera.”

Interessante anche il dettaglio emerso in questi giorni e riguardante gli inizi della carriera di Elliott. Bill Elliott ha infatti rivelato di aver cercato l’appoggio di Ford, marchio storicamente legatissimo ad “Awesome Bill”, ma di aver ricevuto risposta negativa. Come minimo in casa Ford qualcuno si starà mangiando le mani.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @gian_138