Xfinity Series – Doppio Cash per Erik Jones a Dover

13178629_1156736654391264_7916476294805218063_n

Ebbene si, Erik Jones è riuscito ad aggiudicarsi per la seconda volta su tre il bonus da 100.000 $, messo in palio per alcune gare del campionato col nuovo formato di qualifica Dash 4 Cash, ovvero due heat race che stabiliscono l’ordine di partenza dalle quali i primi due di entambi se vincono la gara principale si portano a casa il bonus, ovviamente riservato solo ai piloti regular Xfinity.

Per la Ollie’s Bargain Outlet 200 i quattro contendenti erano Justin Allgaier, Ty Dillon, Daniel Suarez ed Erik Jones e proprio quest’ultimo è riuscito a portare la sua Camry #20 in victory lane del Dover International Speedway per la seconda volta quest’anno, dopo il trionfo di Bristol.

Nonostante i 76 giri su 120 in testa la vittoria é stata ottenuta senza effettuare il pit-stop a 5 giri dal termine quando gran parte dei piloti di testa hanno optato per le gomme fresche nelle ultime tornate della gara, una scelta azzardata ma che si è rilevata vincente:

“Non ero sicuro di quanti piloti fossero entrati, quindi ero molto ansioso per il fatto che probabilmente mi avrebbero recuparato, fortunatamente siamo riusciti ad arrivare in fondo grazie anche ad un ottimo lavoro della squadra”  ha detto il giovane pilota del Joe Gibbs Racing dopo la gara.

Dietro a Jones troviamo sempre un più in forma Darrell Wallace Jr., che nonostante la sua Mustang è stata coinvolta in un incidente durante le prove libere del venerdì, con il suo secondo posto stabilisce il miglior piazzamento nella storia dell’Xfinity di un pilota afroamericano, superando il suo record della terza posizione ottenuto giá due volte; altra sorpresa in terza posizione con Alex Bowman prima volta alla guida di una stock car dopo 7 mesi e una comparsa allo scorso Chili Bowl, gareggiando sulla Camaro #88 del JR Motorsports è riuscito anche a compiere 33 tornate in testa; in quarta posizione troviamo Justin Allgaier, seguono poi: Ty Dillon, Elliott Sadler, Joey Logano, Matt Tifft, Daniel Suarez e Brennan Poole.

Durante la Heat Race 2 è scesa per la prima volta la bandiera gialla, in questo tipo di evento, per l’incidente che ha coinvolto Justin Marks, quando all’uscita di curva 4 ha perso il controllo della sua Chevy, finendo prima contro il muro interno per rimbalzare poi violentemente contro quello esterno, fortunatamente senza conseguenze per il pilota che purtroppo non ha potuto prendere il via alla gara.

Chase Watch

Erik Jones (Bristol, Dover)

Elliott Sadler (Talladega)

(1) E. Sadler 349;(2) D. Suarez 346;(3) T. Dillon 319;(4) J. Allgaier 317;(5) E. Jones # 309;(6) B. Gaughan 305;(7) B. Jones # 290;(8) B. Poole # 282;(9) D.
Wallace Jr 268;(10) R. Reed 244.

Prossimo appuntamento con la NASCAR Xfinity series il 28 maggio al Charlotte Motor Speedway.

Marco Russo