Xfinity Series – Keselowski all’ultimo respiro al Kentucky Speedway

during the NASCAR XFINITY Series Kentucky 300 at Kentucky Speedway on July 10, 2015 in Sparta, Kentucky.
during the NASCAR XFINITY Series Kentucky 300 at Kentucky Speedway on July 10, 2015 in Sparta, Kentucky.

Brad Keselowski vince la Kentucky 300, sedicesima prova del campionato NASCAR Xfinity Series, una gara molto indecisa e combattuta, quella dell’ovale da un miglio e mezzo di Sparta, Kentucky.

Appena dopo 2 giri è arrivata la prima caution (5 in totale) causata da John West Townley che ha perso il controllo all’uscita di curva 4 ed è rimasto letteralmente impantanato con la sua Camaro #25 nel prato del frontstretch per le copiose piogge dei giorni precedenti rendendo necessaria una spinta da parte dei commissari di gara.

Dopo la ripartenza, quelli con un passo decisamente migliore erano: Kyle Busch, Ty Dillon, Paul Menard e Brad Keselowsly poi all’incirca dopo la metà di gara i due piloti del Richard Childress Racing hanno calato un po’ il ritmo e durante una verde che è durata più 70 giri, alla corsa alla leadership si sono uniti anche gli altri due alfieri del Joe Gibbs Racing ovvero Daniel Suarez ed Erik Jones.

Proprio quest’ultimo si è trovato in testa all’ultimo restart al giro 168 inseguito dalla Mustang #22 del Penske Racing di Bad Brad, fino ai meno 8 quando Jones ha esitato nel doppiare la Camry #44 di David Starr, scegliendo la traiettoria più esterna, Keselowski invece con un abile mossa ha passato entrambe le macchine all’interno, guadagnandosi così la testa della corsa e difendendosi dai continui attacchi di Jones è arrivato fino al taglio del traguardo e alla vittoria.

“Sono uscito molto veloce da curva 4, ho visto Erik che era stato rallentato da un doppiato e l’ho passato all’interno riuscendo a prendere la testa; questa squadra è fantastica e da quando ho iniziato del 2010 mi hanno sempre reso molto orgoglioso è un onore per me fare parte di questo team” Ha detto keselowski in victory lane.

Avrei preferito che la macchina da doppiare avesse preso la parte alta della pista, non mi avrebbe creato i problemi che abbiamo avuto, nonostante tutto sono soddisfatto la squadra mi ha dato un ottima macchina e mi rende felice gareggiare all’altezza di piloti con calibro di kyle o Brad” Ha dichiarato il secondo classificato Erik Jones.

In terza posizione troviamo Kyle Busch seguito da: Daniel Suarez, Elliott Sadler, Paul Menard, Darrell Wallace jr., Dale Earnhardt Jr., Brendan Gaughan e Regan Smith.

La classifica generale vede ancora Chris Buescher in testa seguito da Chase Elliott e Ty Dillon.

Prossimo appuntamento con la NASCAR Xfinity Series il 18 luglio al New Hampshire Motor Speedway.

Marco Russo