Xfinity Series – Storico titolo per Daniel Suarez

gettyimages-624447288

Una nuova pagina di storia è stata scritta ieri sera all’Homestead-Miami Speedway dove Daniel Suarez vincendo la Ford EcoBoost 300 si è aggiudicato il titolo 2016 della NASCAR Xfinity Series, primo pilota non americano a vincere una delle tre serie nazionali NASCAR della storia.

Il 24enne nativo di Monterrey, Messico alla sua seconda stagione in Xfinity è uno dei tanti giovani talenti che faranno parte della prossima generazione della Sprint Cup e ieri lo ha dimostrato in pista dove ha condotto 133 giri in testa sui 200 percorsi ed ha impedito che nessuno dei 3 concorrenti al titolo gli si mettesse davanti; gli altri Chase si sono fatti valere fino all’ultimo regalandoci una gara ricca di emozioni con alcuni 4-wide e restart mozzafiato, infatti hanno concluso tutti in top 10: Daniel Suarez 1°, Elliott Sadler 3°, Justin Allgaier 6° e il compagno di squadra Erik Jones 9°. Nel corso della gara c’è stata anche una red flag di 4 minuti quando Jordan Anderson ha tamponato violentemente Jermy Clements, dopo aver inchiodato per evitare il contatto con la Mustang #16 di Ryan Reed finita in testacoda per una foratura. Alle spalle di Suarez in seconda posizione si è piazzato Ty Dillon, seguono poi: Elliott Sadler, Ryan Blaney, Austin Dillon, Justin Allgaier, Kyle Larson, Brendan Gaughan, Erik Jones e Aric Almirola a chiudere la top 10.

15137660_1600139896678529_7677289077464320301_o

“Sono senza parole in questo momento, è difficile per ora fare un discorso, sono grato a tutti soprattutto a mamma e papà che pur non venendo dal mondo delle corse, da bambino mi hanno fatto iniziare e mi hanno dato gli strumenti per arrivare fin qui oggi. Mi stanno facendo vivere un sogno” queste le prime parole da campione dette da Suarez appena sceso dalla sua Camry arancione #19, circondato dal boato del pubblico e della squadra con i fuochi d’artificio ad illuminare il cielo di Miami.

I genitori di Daniel erano presenti in un giorno così importante, ecco le parole di Alejandro Suarez “E’ un sogno! E’ un sogno! Pensavamo che questo momento fosse arrivato tra 2-3 anni, ma non così presto, Daniel lavora duramente e si impegna molto e questi sono i risultati”.

Per il Joe Gibbs Racing il titolo Xfinity mancava dal 2009 quando a vincerlo fu Kyle Busch, ora si guarda al futuro: il compagno di team di Suarez, Erik Jones l’anno prossimo sarà in Sprint Cup, seconda guida al Furniture Row Racing alla guida della Camry #77, per Daniel si pensa ad un futuro nel team Sprint Cup del JGR, ma per ora la squadra è al top con: Danny Hamlin, Matt Kenseth, Carl Edwars e Kyle Busch, con gli ultimi due in corsa per il titolo stasera, quindi probabilmente farà ancora un anno in Xfinity in attesa di ulteriori sviluppi.

La Prima edizione della Xfinity Chase si è conclusa con una giovane promessa come vincitore, appuntamento a Febbraio a Daytona con l’inaugurazione della stagione 2017 della NASCAR Xfinity Series.

Marco Russo