Xfinty Series – Logano l’unico gladiatore di Bristol

Drive to Stop Diabetes 300

La Drive to Stop Diabetes 300, settima prova della NASCAR Xfinity Series ha fatto tappa al Bristol Motor Speedway, lo short track  da mezzo miglio per eccellenza del Tennessee, “The World’s Fastest Half-Mile”.

La gara ha avuto un unico dominatore, Joey Logano, che una volta conquistata la prima posizione ai danni del poleman Erik Jones non l’ha lasciata più a nessuno, riuscendo a rimanere in testa per ben tutti i 300 giri, solo in 18 ci erano riusciti prima di lui in tutta la storia della Xfinity Series.

Nel corso della prima metà di gara si era formato un duo all’inseguimento di Logano composto da Kevin Harvick e Danny Hamlin, dimostrando ancora una volta il dominio dei piloti Sprint Cup nella Xfinity, ma una penalità in pit road ad Harvick e dei problemi alla Camry #54 di Hamlin, che è stato costretto ad una lunga sosta nel garage, ha mandato i due piloti nelle posizioni di coda.

Quindi all’insegumento della Mustang #22 si sono fiondati in molti tra i quali: Brian Scott, Erik Jones, Daniel Suarez e Chris Buescher ma senza riuscire minimamente ad impensierire la leadership della Ford del Penske Racing.

Ovviamente in un circuito come quello di Bristol non sono mancate le caution, ce ne sono state 8, ma la più particolare e senza precedenti si è verificata al giro 207, quando la Camry #28 di JJ Yeley ha picchiato violentemente al muro in curva 3 provocando un piccolo cedimento di quest’ultimo; probabilmente causato dai recenti e rapidi lavori di installazione di barriere SAFER su tutto l’ovale, provocando una red flag di 10 minuti per le riparazioni.

“Non mi era mai capitato rimanere in testa per tutti i giri di una corsa e con una macchina così veloce hai sempre paura che qualcosa vada storto, ma per fortuna è andato tutto bene e la squadra non poteva fare di meglio”, ha detto Logano in victory lane.

Secondo si è piazzato il rookie Daniel Suarez nel suo miglior piazzamento in carriera: “Abbiamo pensato di riuscire a prendere Joey, ad un certo punto è sembrata una cosa possibile, ma lui ha più esperienza a muoversi nel traffico ed era molto più veloce ed è riuscito a mettere un buon divario tra noi”.

In terza posizione chiude Chris Buescher seguito da: Erik Jones, Ty Dillon, Chase Elliott e Kevin Harvick dopo un’ottima rimonta; chiudono la top 10: Brian Scott, Brendan Gaughan e Elliott Sadler.

La classifica generale vede Chris Buescher e Ty Dillon in testa a pari punti (258), Chase Elliott (246) e Darrell Wallace Jr. (236).

In questo particolare weekend, come in molti stanno facendo, anche io volevo esprimere il mio pieno supporto a Steve Byrnes, in questo difficilissimo periodo della sua vita: “Stay strong Steve”.

Prossimo appuntamento

La NASCAR Xfinity Series tornerà in azione venerdì prossimo al Richmond International Raceway per la ToyotaCare 250.

Marco Russo

Ordine d’arrivo della Drive to Stop Diabetes 300

Immagine