NHRA, Chris McGaha consolida il suo programma per la categoria Pro Stock

Chris McGaha, pilota di classe Pro Stock nella National Hot Rod Association (NHRA), sta piantando solide basi per il campionato 2014. Che il pilota texano abbia intenzioni serie lo abbiamo capito pochi giorni fa quando la stessa NHRA ha dato la notizia che McGaha stava comprando tutto l’equipaggiamento messo in vendita da Mike Edwards.

La Chevrolet Camaro che Chris McGaha piloterà in NHRA
La Chevrolet Camaro che Chris McGaha piloterà in NHRA

Edwards, campione del mondo di classe Pro Stock nel 2009, ha deciso di ritirarsi dalle competizioni e di conseguenza ha messo in vendita tutta la sua attrezzatura e McGaha l’ha comprata “in blocco”, dalla Chevrolet Camaro usata nel campionato 2013 all’autoarticolato fino all’intero contenuto del negozio che Edwards aveva in North Carolina, questo significa l’intero set di motori, trasmissioni, posteriori delle auto e attrezzature varie.

McGaha si dimostra così seriamente intenzionato a partecipare a tutti i 24 eventi del campionato 2014. “Il piano per la prossima stagione è lo stesso dell’anno scorso, abbiamo intenzione di partecipare a tutti i 24 eventi e se riusciamo ad essere tra i migliori 10 allora andremo avanti” ha dichiarato McGaha che, nel caso si ritrovasse fuori dalla top-10, parteciperà solo a determinati eventi del calendario 2014.

McGaha, classe 1979, ha iniziato a correre all’età di 13 anni e ha debuttato in NHRA nel 2011 ma finora non è mai riuscito a centrare la vittoria di una gara; il suo miglior tempo sul quarto di miglio (402 metri) è di 6.515 secondi, con una velocità di uscita di 212.59 mph (342 km/h).
La vettura appena acquistata è virtualmente la migliore del campionato: nel 2013 ha fruttato ad Edwards 15 qualifiche al primo posto, la qualifica tra i migliori 8 in tutti i 24 eventi, la vittoria di sei sfide su otto round finali senza considerare che Edwards è stato in testa alla classifica per 16 gare.

C’è soltanto una cosa che Chris McGaha avrebbe voluto aggiungere al “pacchetto” appena acquistato: che lo stesso Mike Edwards gli facesse da caposquadra, ma non c’è stato nulla da fare. “Ci abbiamo provato con tutte le forze ma non c’è stato modo di convincerlo” ha dichiarato McGaha che poi ha aggiunto “è stato comunque gentilissimo e mi ha dato tutta la disponibilità nel caso avessi avuto bisogno di lui per dei test; ma nulla da fare, non mi farà da caposquadra“.

Al momento Chris McGaha sta cercando ancora qualche membro per il suo nuovo staff e guarda fiducioso alla gara inaugurale della stagione 2013 che si terrà sulla Auto Club Raceway a Pomona, in California, a febbraio. Lui stesso ammette di sentire la pressione sulle sue spalle: “Non vedo l’ora di esserci, ma la cosa mi sta un po’ logorando i nervi perché ora sta tutto a me” “In pratica la mia è la vettura di classe Pro Stock più veloce e non so se qualcun altro ha mai avuto una possibilità del genere. Ora mi trovo nella posizione in cui avrei sempre voluto essere: guido una Chevrolet Camaro che ha delle serie possibilità di vittoria in categoria Pro Stock“.

Marco Perticarini