NHRA: torna la Chevrolet Camaro Funny Car

Per i drag racers statunitensi è già tempo di riaccendere i motori perché questo è il fine settimana del “PRO Winter Warm-Up“, l’evento dedicato a tutti i professionisti delle gare d’accelerazione (drag racing) che come consueto si tiene sulla pista di Palm Beach (“Palm Beach International Raceway“), in Florida.

Il “Warm-Up” (letteralmente “riscaldamento”) non è una gara né un’esibizione ma piuttosto un’occasione che hanno piloti e squadre per tornare in pista a confrontarsi tra loro e misurare i propri riflessi al semaforo di partenza (in gergo “Christmas Tree“, albero di Natale, per via della quantità di lampadine necessarie).

Uno dei campionati più seguiti negli Stati Uniti e nel mondo è il “Drag Racing Series” della NHRA (“National Hot Rod Association“), che potete seguire anche in Italia tramite Motorsport Rants.
Il calendario delle gare del “Mello Yello Drag Racing Series” della NHRA.
Il campionato inizia il fine settimana dell’8 febbraio con la classica gara denominata “Winter Nationals” sulla pista di Pomona, California, per concludersi il 15 novembre sempre a Pomona.

In queste foto le 4 categorie motoristiche principali del campionato NHRA “Mello Yello Drag Racing Series“: Top Fuel dragster (10000HP), Top Fuel Funny Car (8000HP), Pro Stock (6000HP), Pro Stock Motorcycle.

Il dragster di Shawn Langdon
Un dragster Top Fuel
La vettura di Alexis DeJoria
Una Funny Car (Toyota Camry)
Foto di Erica Enders-Stevens agli Spring Nationals 2014 alla Royal Purple Raceway
Una “Pro Stock” (Chevrolet Camaro)
Angelle Sampey prova la Buell di Chaz Kennedy
Pro Stock Motorcycle

Una delle prime novità spuntate fuori dal “PRO Winter Warm-Up” è stata la presentazione ufficiale della vettura della scuderia John Force Racing. Beniamino di tantissimi tifosi in tutti gli “States” il californiano John Force (65 anni) è noto per aver al suo attivo 16 titoli mondiali in classe “Funny Car” ed una scuderia “a carattere familiare” in cui i piloti sono appunto John (“Funny Car”) due sue figlie Courtney (“Funny Car”) e Brittany (dragster “Top Fuel”) ed il genero Robert Hight, anche lui pilota di “Funny Car”. Nel 2014 John Force è andato vicinissimo al 17° titolo in carriera, mancandolo per un soffio; perse infatti al penultimo round eliminatorio dell’ultima gara della stagione. La scuderia si è trovata ad affrontare via via gravi difficoltà tra cui il ritiro di Castrol (azienda di lubrificanti, sponsor storico di Force) rimpiazzata poi dalla Peak, azienda produttrice di liquidi di raffreddamento, (come segnalato a suo tempo su Motorsport Rants) ed il ritiro della Ford dal campionato.

Sebbene le vetture di tipo “Funny Car” siano pressoché tutte simili come costruzione di telaio e motore (entrambi costruiti “in casa” dalle singole scuderie) ciò che differenzia tra loro queste vetture all’occhio dello spettatore è la “scocca”, un pezzo unico di materiale composito (tra cui Kevlar e fibra di carbonio) che generalmente va a richiamare i modelli in vendita nelle concessionarie. Nel 2014 abbiamo visto in pista Toyota Camry, Dodge Charger R/T e Ford Mustang.

Col ritiro della Ford, John Force si è trovato con le spalle al muro. Entrambe le altre vetture erano già usate da due delle principali scuderie rivali di Force: Kalitta Motorsports, che usa le Camry, e Don Schumacher Racing, che usa le Charger.

A questo punto Force, dopo averci tenuti sulle spine per tutto l’inverno, ha veramente tirato fuori un coniglio dal cappello a cilindro, riportando magicamente alle corse la Chevrolet, con cui tante volte ha trionfato in passato.

È bello essere di nuovo con la Chevrolet. Ho iniziato la mia carriera su una Chevy e il mio piano è quello di continuare a correre con loro per molti anni a venire”.

 

John Force è un campione e una leggenda sia in pista che fuori, come pilota e come proprietario di scuderia,” ha dichiarato Jim Campbell, Vice Presidente del reparto competizioni della Chevrolet. John Force è pilota di altissimo livello ed un concorrente feroce e siamo entusiasti di accogliere di nuovo John e la sua squadra in Chevrolet.”

In casa Force resta ora solo un mistero. Saranno riusciti a trovare uno sponsor per poter mettere in pista il dragster “Top Fuel” di Brittany Force?
Conoscendo il tipo, ci aspettiamo ancora una magia da parte di John “Brute Force” Force.