Dakar 11a Tappa – Coma allunga tra le moto, Roma si difende tra le auto e Karginov fa il sorpasso tra i camion

Il traguardo di Valparaiso si avvicina sempre di più, oggi si è corsa l’11a prova, da Antofagasta a El Salvador. Di 605Km tra sabbia, terra e rocce respirando l’aria del Pacifico.
Nelle moto a vincere è stata la KTM di Marc Coma, sempre decisivo nei momenti più delicati, al secondo posto ha chiuso la Yamaha di Despres con 2:51 di ritardo, terzo il compagno di squadra Pain a 5:28, quarto il gregario di Coma, ovvero Viladoms a 5:53 e quinta la Honda di Barreda Bort. Buonissimo quindicesimo posto per la Speedbrain del nostro Paolo Ceci.
In classifica, rimane in testa Coma, il suo vantaggio su Barreda sale a 52:36, terzo Viladoms a 2:07′. Non è ancora chiusa la lotta per il podio, infatti il quarto è Pain a 2h21′, quinto Rodrigues a 2h30′ e sesto Despres a 2h31′. Paolo Ceci invece è 20° a 8 ore e 9 minuti.

Tra le auto a spuntarla è stata la Mini di Terranova, capace di rifilare 10:57 a Roma secondo, 12:38 a De Villiers terzo, 14:14 a Peterhansel quarto e 20:57 ad Al Attiyah quinto. Ottimo sesto posto per il Buggy SMG di Chabot a 30:18, poi Villagra, la Ford di Alvarez, Holowczyc e Vasilyev.
Nella generale comanda sempre Nani Roma, il suo vantaggio su Peterhansel sale a 5:32, al terzo posto troviamo Al Attiyah a 56:01, quarto Terranova a 1h03′ e quinto De Villiers a 1h15′. Più staccati tutti gli altri, a partire da Holowczyc, sesto a 3h44′, seguono Dabrowski, Lavielle e il suo Haval, Kaczmarski e Vasilyev.

Nei camion, Karginov e il suo Kamaz hanno completato la rimonta, vincendo anche la speciale di oggi, rifilando 15:51 all”Iveco di De Rooy giunto terzo, tra di loro al secondo posto si è piazzato Nikolaev a 14:18. Loprais è invece quarto a 22:36, poi al quinto e sesto posto due Kamaz, rispettivamente di Shibalov e Sotnikov.
In classifica balza in testa Karginov, De Rooy insegue a 7:56, Nikolaev terzo a 1h35′, Loprais quarto a 2h17′ e quinto Sotnikov a 3h10′.
Purtroppo la conclusione della corsa non è più tanto lontana, nonostante tutto a due speciali dal termine le classifiche di auto e camion sono ancora apertissime e tra le moto, come sa bene Coma, la sicurezza la avrà solo dopo aver passato la bandiera a scacchi di Valparaiso. A meno due è ancora tutto aperto!

Matteo Mozzanica