Dakar 9a Tappa – Peterhansel e Karginov vincono e riaprono la corsa! Coma controlla tra le moto

La Dakar 2014 oggi entra nel vivo, si scende dall’altura delle ultime tappe e si chiude con l’ingresso nel deserto dell’Atacama. Sono 422 i kilometri da Calama a Iquique, il primo tratto tra sassi e rocce e il finale tra sabbia e dune.

Iniziamo oggi dalle auto, dove Peterhansel ha dato il via alla tanto attesa “operazione rimonta”, vincendo la speciale con 2:11 su Al Attiyah ma rifilando 11:36 a Roma. Al quarto posto è giunto Terranova in 14:14 e quinto De Villiers in 22:57. La sfortuna ha invece colpito il Buggy di Carlos Sainz, “El Matador” è stato vittima di non meglio precisati problemi di affidabilità del suo mezzo arrivando ad Iquique con 1 ora e 56′ di ritardo. Subito dietro l’Hummer di Robbie Gordon, per rimanere in tema di grande affidabilità…
In classifica rimane il testa Nani Roma, il suo vantaggio su Peterhansel si è ridotto a soli 12:10, recupera posizioni anche Terranova, l’argentino è di nuovo terzo, a 54:33. Incredibilmente in quarta posizione troviamo Al Attiyah e De Villiers con lo stesso distacco, ovvero 59:46, fatto parecchio strano e forse mai accaduto in passato a questo punto della corsa. Il resto della top10 è composto da Holowczyc, Dabrowski, Sainz, Lavielle e Malysz.

Nelle moto a trionfare oggi è stato Marc Coma, con 1:41 sulla Honda di Barreda e 5:28 sulla Yamaha di Despres. Al quarto posto c’è la Sherco di Pedrego Garcia a 8:43, quinta la KTM di Svitko in 9:42 poi Viladoms, Rodrigues e Jakes, ottimo nono posto per Laia Sanz mentre Ceci è 19°. Brutta giornata per la Sherco di Duclos, il franco-maliano, quarto in classifica questa mattina ha avuto parecchi guasti alla sua moto e al momento non è ancora arrivato al traguardo.
Si muove un po’ la generale, sempre guidata da Coma, poi Barreda a 40:19, Viladoms a 1h38, sale quarto Israel Esquerre a 2h07′, quinto Pain a 2h16, seguono Rodriguez, Przygonski, Despres, Gouet e Casteau. Il nostro Paolo Ceci è invece 22° a 7h21′.

Anche nei camion si è riaperta la corsa, Karginov con il suo Kamaz hanno vinto oggi rifilando 19 minuti all’Iveco di De Rooy, terzo Nikolaev a 28:47, solo un secondo dietro Sotnikov a 28:48, quinto il Tatra di Loprais a 40:05.
In classifica c’è sempre al comando De Rooy, ma il suo vantaggio ora è di appena 13 minuti e 28 secondi sul Kamaz di Karginov. Più staccati tutti gli altri, con Nikolaev terzo a 1h21′, Sotnikov quarto a 1h33′ e Loprais quinto a 2h09′.
Domani si scende da Iquique ad Antofagasta, in pieno Atacama e quando si corre nel deserto le possibilità di rivoluzioni nelle classifiche diventano davvero molto alte!

Matteo Mozzanica