Messico: Latvala torna alla vittoria, Sordo penalizzato favorendo Ostberg

Messico16 LatvalaNon sono bastati i quattrocento chilometri di prove speciali nei dintorni della variopinta città di Leon a cambiare le sorti del terzo appuntamento nel Mondiale Rally duemilasedici, iniziato e finito sotto il segno di Jari-Matti Latvala. Una boccata di ossigeno per il pilota di Toysa che dopo un avvio di stagione non proprio perfetto ha riscoperto il gradino più alto del podio battendo proprio l’avversario più ostico, il suo pluridecorato compagno di squadra Sebastien Ogier.

Ma al termine della trasferta sudamericana non si è parlato solamente della bella prova di forza offerta del finlandese ma anche della penalizzazione inflitta a Dani Sordo: per il pilota spagnolo della Hyundai, la notizia è giunta poco dopo l’arrivo con la consegna di due minuti supplementari alla sua somma tempi complessiva e la perdita così del terzo posto in favore di Mads Ostberg. Podio inaspettato dunque per il pilota Ford ed un colpo al morale di Sordo, punito per aver utilizzato un pneumatico in più rispetto al limite previsto durante le varie assistenze della gara.

Il quinto posto è invece appannaggio del neozelandese Hayden Paddon che anche senza avvicinarsi al podio, di solito alla sua portata sullo sterrato, ha condotto una gara regolare e senza grossi errori cosa che invece non ha compiuto il suo compagno Thierry Neuville maldestramente uscito due volte di strada. Più staccato Ott Tanak che termina la gara del Guanajuato al sesto posto davanti alla vettura gemella del Martin Prokop, rientrato nel circus iridato.

All’ombra dei sombreri sorridono anche gli equipaggi italiani con Lorenzo Bertelli e Simone Scattolin che grazie all’ottava piazza portano a casa i primi punti mondiali a bordo della consueta Ford Fiesta WRC e Massimiliano Rendina che centra il terzo posto di WRC2 insieme ad Emanuele Inglesi.