Monte-Carlo – Dopo PS5 : Ogier e Loeb in soli tre secondi dopo un avvio esaltante

Una sfida annunciata, una sfida attesa e già dalle prime battute particolarmente incerta ed emozionante; con il ritorno alle origini per Sebastien Loeb, libero da impegni pistaioli e il due volte campione mondiale Sebastien Ogier ad aspettarlo al varco, l’ottantatreesima edizione del Rally di Monte-Carlo non poteva avere un leitmotiv migliore. Tutto è iniziato nella serata di ieri sui ventuno chilometri della speciale di Entrevaux dove il Cannibale di Hageneau su Citroen DS3 ha sopreso, neanche troppo, gli avversari rifilando ventidue secondi ad un brillante Ott Tanak e ben mezzo minuto al suo rivale diretto Ogier; a seguire sono state le altre due Citroen di Kris Meeke e Mads Ostberg.

Nella speciale seguente però, Ogier, parte alla carica staccando di dieci secondi il compagno di squadra Latvala e di diciassette Loeb mentre la Fiesta di Bouffier usciva di strada colpendo un albero e la DS3 R5 di Chardonnet perdeva la ruota posteriore destra. Dopo i due impegni cronometrati notturni si è tornati a Gap tra i maestosi motorhome con la classifica che dava ancora ragione a Loeb, primo con tredici secondi su Ogier mentre Jari-Matti Latvala scavalcava Ott Tanak sulla prima Ford classificata.

Gap si illumina nuovamente a giorno ed i quindici chilometri di La Salle apriranno la seconda frazione di gara; il testa a testa si ripete, Loeb chiude, e vince, la speciale in poco più di dieci primi con un distacco da Ogier di quindici secondi. Terzo invece è Evans a confermare l’avvio positivo delle Fiesta, molto più in forma delle luminose Hyundai, con distacchi che sfiorano i due minuti. La quarta prova speciale sorride a Robert Kubica, ormai pesantemente attardato per un problema elettrico nel secondo crono, che fa segnare il miglior tempo davanti ad Ogier e Latvala; va dunque a ripetersi nuovamente il ping pong con il pilota Volkswagen che guadagna quattro secondi sul rivale. Il quinto crono è un’autentica rivalsa; Sebastien Ogier realizza il secondo tempo assoluto recuperando quasi tutto il disavanzo, Loeb chiude con il quarto tempo.

Attualmente le vetture si stanno dirigendo allo start del sesto tratto cronometrato, particolarmente impegnativo a causa della nebbia e di numerosi punti ghiacciati con la classifica generale che vede Loeb al comando con soli tre secondi su Ogier ed oltre un minuto su Latvala; quei due là davanti sembrano già fare gara a sé e, per il gioco a cui questo Monte-Carlo ci ha abituati, dovremmo aspettarci un’altra zampata del Cannibale?