Categorie
Rally

Pikes Peak – Loeb vs Millen, chi sarà il Re della Race to the Clouds?

L’edizione 2013 della Pike Peak International Hill Climb si preannuncia calda, all’infuori delle condizioni meteorologiche, visto il risultato con cui Sebastien Loeb ha debuttato sul campo dominando la prima sessione di prove libere con la sua Peugeot 208 appositamente allestita per la cronoscalata delle cronoscalate. Per la gara del 30 Giugno si attende quindi una sfida all’ultimo tornante tra il pluricampione francese del WRC ed il pilota ‘di casa’ Rhys Millen, che ha scatenato in pista la sua nuova creazione, un prototipo ‘chiuso’ classe Unlimited progettato in collaborazione con Hyundai.

Millen abbandona così la Genesis Coupé (Time Attack) che nella scorsa edizione gli ha regalato il record del circuito, 9:46.164, interamente asfaltato per evitare guai di carattere idro-geologico. Per il californiano quella di affidare la coupé coreana al compagno di scuderia Paul Dallenbach è stata una scelta sofferta e di certo non presa alla leggera, ma la possibilità di eguagliare il primato dello scorso anno con una più performante vettura della classe Unlimited è più che ghiotta.

A mettere i bastoni tra le ruote a questi due giganti del fuoristrada ci saranno in primis Jean Philippe Dayraut con una specialissima Mini Countryman allestita anch’essa per la classe Unlimited e lo svizzero Romain Dumas a bordo di una potente barchetta Norma, di cui si parla un gran bene. Altri nomi di spicco nella divisione regina sono Doug Siddens, il quale porterà in strada il nuovo e particolarissimo buggy Polaris RZR-X e Cody Loveland che si siederà al volante della LoveFab Enviate da lui costruita.

Nella classe Time Attack (berline e coupé modificate alla Fast and Furious per capirci) il favorito d’obbligo per la vittoria di classe, e visto come è andata lo scorso anno non solo, è Dallenbach, ma l’ingresso delle nuove Scion FR-S e Subaru BRZ come la presenza delle sempre apprezzate Mistubishi Lancer Evo rafforzano l’offerta sul piatto per i possibili candidati al successo. Occhio a Jeff Zwart che sfreccerà sulla Pikes Peak Highway a bordo di una performante Porsche GT3 Cup appositamente modificata e potrebbe dire la sua anche Jeremy Foley su Audi A1 Quattro del 1983.

Il pilota IndyCar Simon Pagenaud tenterà di far bene con una improbabile Honda Odyssey (Exhibition) da oltre 500 cavalli, mentre il sempreverde Nobuhiro ‘Monster’ Tajima sarà alla guida di una particolare E-RUNNER Pikes Peak Special nella silenziosa categoria per auto elettriche.

Le altre divisioni che prenderanno il via nel segmento auto sono la Electric, per vetture esclusivamente elettriche, la Open Wheel per vetture formula (fino al 1970 la Pikes Peak era valevole per il campionato IndyCar) e buggy, la Open per vetture di tipo FIA GT, NASCAR stock-car, pick-up e camion, Exhibition per le auto che non rientrano nella Open o nella Time Attack e Vintage per i mezzi ‘attempati’.

Nel segmento due ruote ci sono le comuni classi 1205cc., 250 cc., 450 cc. tutte Supermotard, Exhibition Powersports (UTV e Quad 750cc.), Heavyweight Supermoto, Superbike 750 cc., Quad, Sidecar e Vintage.

Saranno due gli italiani al via: il varesino Marco Belli in sella ad una Ouroboros Zaeta 530 DT ed il centauro veneto Vivaldi Pierpaolo su KTM 530 SMR, entrambi nella categoria Heavyweight Supermoto.

[divider]

[button color=”green” size=”medium” link=”http://www.ppihc.com/wp-content/uploads/2013/06/Competitor_List.pdf” target=”blank” ]Elenco Iscritti completo[/button]

 

[follow id=”Papix27″ size=”large” count=”true” ]

Di Redazione

INDYCAR insider. Tutto su IndyCar Series, Indy Lights, Pro Mazda Championship e USF2000. Seguo anche AutoGP, USAC e World of Outlaws. Kartista nel tempo libero. Follow me on twitter @papix27