Svezia – DAY1 : Sorpasso in vetta

Dopo l’interessante avvio di Sebastien Loeb, subito al comando dopo la prova speciale d’apertura nell’ippodromo di Karlstad, la prima vera giornata del Rally di Svezia ha mescolato un po’ le carte in tavola, soprattutto nelle parti alte della generale, dove si registra l’ottima prestazione di Sebastien Ogier, la ritrovata competitività di Latvala e la rivelazione Tidemand.

Analizzando a freddo le tre situazioni chiave della prima frazione di gara, il francese della Volkswagen ha messo in bella mostra, se mai ce ne fosse ancora bisogno, le sue doti velocistiche, ancora più rilevanti se rapportate anche alla giovane Polo WRC che in Svezia ha mosso i suoi primi passi sulla neve; il driver di Gap è riuscito a mantenere per tutta la tappa un passo di gara quasi imprendibile, collezionando scratch su stratch e rincasando nell’assistenza di Karlstad con più di mezzo minuto di vantaggio sull’inseguitore Loeb. Jari-Matti Latvala dal canto suo è riuscito a mantenersi sul terzo gradino del podio virtuale a pochi secondi dall’extraterrestre di Haguenau e dunque ancora in grado, salvo eccessi di foga, di sferrare l’attacco necessario per assicurare alla Volkswagen la prima doppietta; la gara però è ancora molto lunga e le impervie speciali nordiche possono capovolgere la classifica in pochi chilometri.

Dopo il terzetto di testa formato dalla berlinetta di Wolfsburg e dalle due DS3 WRC, termina la prima giornata ai piedi del podio Mads Ostberg su Ford, rallentato da una penalità di venti secondi e seguito dal team mate Novikov. Dietro di loro quel Tidemand in grado di portarsi, al debutto in una gara mondiale, al sesto posto; lo svedese aveva già dimostrato il proprio talento lungo le speciali di tutto il nord Europa ma il riuscire a combinare freddezza e velocità in mezzo ai mostri sacri della specialità è certamente da lodare; poco più indietro conclude Juho Hanninen, ancora non del tutto soddisfatto della sua andatura. Ottavo è il belga Neuville che fa registrare un distacco dal leader di circa due primi, precedendo le due Ford di Henning Solberg e Martin Prokop.

Fuori dalla top ten scivolano nell’ordine Dani Sordo, Jarkko Nikara e Mikko Hirvonen, quest’ultimo autore di un’uscita di strada lungo il secondo crono costatogli ben ventiquattro minuti.

Nel WRC-2 continua la cavalcata vincente del norvegese Andreas Grondal in gara con una Subaru Impreza. Per gli italiani in gara, la prima tappa si è rivelata difficoltosa ed ha già costretto al ritiro due equipaggi per uscita di strada, quello marchiato Subaru di Lorenzo Bertelli e Lorenzo Granai ed il duo Citroen composto da Alessandro Re e David Castiglioni; l’augurio è di rivederli all’opera anche nelle restanti speciali della gara svedese, grazie alla regola del Super Rally.

La seconda giornata di gara, in programma domani, prevederà otto tratti cronometrati di cui due passaggi sulla impegnativa “Rammen” di ventidue chilometri.