La storia dietro le quinte: Foyt,Alexander e una riunione tecnica particolare…

Ho pensato che si potrebbe aprire una nuova rubrica amici lettori che racconti qualcosa del dietro le quine della storia del motorsport che spesso non viene raccontata. Oggi inizierei con il racconto del manager McLaren (dalla fondzione del team fino agli nni 2000), Tyler Alexander, e di una riunione tecnica particolare nel mondo delle corse a stelle e strisce dove corrreva anche la McLaren negli anni 70 con Rutherford come pilota di punta.

Tyler Alexander (manager mclaren anni 60-2000):“quando provammo a Indy, nella nostra McLaren il nuovo motore dxv andava fortissimo e questo dava fastidio. Foyt mi prese per il collo in pit lane consigliandomi di tornarmene in Inghilterra e di non rompere i coglioni in America. Io gli disse che in realtà ero di Boston. Alla successiva riunione tecnica per il futuro della serie americana Foyt, quando arrivò, si sedette in mezzo a tutti. Aprì la sua borsa e tirò fuori la su calibro 38. Un modo chiaro per farci capire chi prendeva le decisioni. Ma Foyt era così, un bravo ragazzo comunque”

07-IND177Indy-c15c