F1 CUTAWAY DRAWING: LOTUS 88 L’ULTIMA PROVOCAZIONE DI COLIN. Mentre Bernie…

1981 E’ stata l’ultima vera provocazione/innovazione di Colin Chapman. La lotus 88, conosciuta da tutti come la lotus doppio telaio, non ha avuto molta fortuna, ma nella sua breve vita ha fatto discutere ed impaurire i propri piloti.
Il concetto a sentire Chapman era semplice.Fermo restando la scocca Il top ed il fondo erano congiunti da delle molle che, quando l’auto era in velocità, immersa nell’aria,estremizzando l’effetto suolo, venivano ammortizzati andando ad addattarsi alla velocità.

Il concetto, semplice, venne però ritenuto non conforme ai regolamenti dalla federazione, perchè era a tutti gli effetti una vettura tutta “ala” mobile e non corse nemmeno un gran premio…per la soddisfazione di de Angelis e Mansell che non gradivano guidarla perchè troppo instabile e cambiava infatti di assetto continuamente con le fessure tra i telai che facevano entrare l’aria rendendola imprevedibile. Certo, se fosse stata sviluppata a dovere sarebbe diventata un arma micidiale, ma la federazione, su pressione degli altri team ha fatto ,forse, bene a bandirla, in quanto si sarebbe aperte porte ad idee forse troppo al limite da controllare, in un periodo dove già c’erano troppi tentativi di aggirare il regolamento in piena era wing car e motori turbo.

Da questo video si può notare come funzionava il doppio telaio

Ora una piccola curiosità.
Quando la Brabham ventilatore di Ecclestone si presentò in Svezia, tutti i team chiesero di abolirla. Su tutti, c’era Chapman, fuorioso ed impaurito che il ventilatore potessere stroncare sul nascere lo strapotere delle sue Lotus wing car. Ecclestone chiese di fare correre due o tre gran premi alla Brabham ventilatore, dicendo che oramai era stata fatta ed era difficile nel breve termine tornare alle vetture normali (non era vero, in realtà Bernie sperava di vincere altri 2 o 3 gp per rientrare in corsa nel mondiale). Sta di fatto che la federazione, su pressione dei team, e di Chapman su tutti, omologò si il risultato di Anderstop (vittoria di Lauda), ma vietò alla Brabham ventilatore di correre altre gare. Ecclestone se la legò al dito, giurando che in futuro, se ci fosse stato bisogno, anche lui avrebbe ostacolato future idee tecniche…Beh, indovinare chi è stato il primo a volere far bandiere la Lotus 88 è facile…