Amaduzzi e Trentin tornano a condividere l’abitacolo?

L’inverno ancora non è terminato e l’inizio della stagione agonistica è ancora relativamente lontano, ma il 2014 potrebbe segnare il ricongiungimento di una coppia, quella formata da Davide Amaduzzi e Mauro Trentin, che si era divisa alla fine del 2011.

Amaduzzi, che da più di due anni si dedica alle gare NASCAR sia negli Stati Uniti che in Europa, potrebbe infatti affiancare alle stock-cars anche un programma di stampo più europeo, grazie proprio all’amico Trentin, per il quale ha svolto nel 2013 il ruolo di coach, mentre il padovano era impegnato in Superstars Series con la BMW M3 del team Dinamic.

Grazie alla proficua esperienza della scorsa stagione, Trentin ha ricevuto diverse offerte, che spaziano da un possibile ritorno al volante di una vettura Superstars all’impegno nel Turismo Endurance passando per le gare GT e vedrebbe di buon occhio la condivisione dell’abitacolo con il bolognese.

“Dopo la stagione scorsa in Superstars ho notato un nuovo interesse intorno a me, per cui è ovvio che mi piacerebbe capitalizzare l’esperienza accumulata,” ha detto Trentin. “Ho ricevuto molte proposte, sia per guidare nuovamente una vettura Suerstars che per prendere parte ad altri campionati. Qualsiasi sia il campionato, però, l’obiettivo per quest’anno è cercare di stare davanti.”

“Mi piacerebbe molto tornare far coppia con Davide perché siamo amici fraterni da anni e ci conosciamo molto bene. Davide è sempre stato velocissimo con ogni vettura e io sono cresciuto molto in questi ultimi anni, per cui saremmo una spina nel fianco per chiunque. E’ vero che dobbiamo ancora valutare tutte le nostre opzioni e che lui è molto legato alle corse americane, ma non è escluso che possiamo mettere in piedi dei programmi paralleli, sia come singoli che come equipaggio.”

L’ultimo campionato disputato in coppia dai è stato il GT Sprint del 2011, con la Ferrari della Scuderia La.Na.. Amaduzzi ha poi preso la strada delle stock-cars, correndo in NASCAR Whelen All American Series e NASCAR K&N Pro Series West negli Stati Uniti e disputando la seconda parte della stagione 2013 della NASCAR Whelen Euro Series, dove è salito sul podio in occasione della gara su ovale di Tours. Trentin ha invece gareggiato nella Peugeot RCZ Cup, per poi fare il salto in Superstars Series con la BMW Dinamic.

“Non amo parlare di programmi che non siano già definiti. Durante l’inverno i contatti sono sempre tanti, ma si tende ormai a chiudere gli accordi piuttosto avanti, ragion per cui non c’è fretta. Dopo più di due anni passati in NASCAR, sia negli Stati Uniti che in Europa è ovvio che le stock-cars mi sono entrate nel cuore,” ha detto Amaduzzi. “Correre con Mauro, però, non mi dispiacerebbe affatto, soprattutto se si trattasse di un programma competitivo, in grado di puntare al titolo. So che ha diverse trattative in corso anche come pilota singolo e a breve valuteremo tutte le possibilità. La scelta ricadrà assolutamente sul programma che potrà fornire più garanzie di successo.”

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia