Torna il diario di Andrea Sabbatini sul VLN!

Torna sulle colonne di Motorsport Rants il diario di Andrea Sabbatini, il pilota italiano innamorato del ‘Ring che porta il… Motorsport Rants Racing Team su e giù sui saliscendi della Nordschleife!


 

Ciao a tutti!

Rieccomi qua, stesso posto, stessa pista, ovviamente sempre VLN! Con una novità però, questa volta non corro con la mia solita e fida Clio Cup, ma sarà al via con la Opel OPC Cup, costruita direttamente dal reparto corse Opel, del team Lubner Motorsport! E’ una grande possibilità che è stata data a me e ai miei compagni di squadra – Lucas Waltermann e Jens Wulff-  con i quali divido normalmente la Clio.

11403144_418749998328252_2108612050589544539_n

La macchina è la stessa con la quale avevo fatto i test di fine 2013 in Repubblica Ceca sul circuito di Most e con cui avevo fatto qualche gara all’inizio dello scorso anno, naturalmente nel frattempo è stata aggiornata e resa ancora più competitiva. Da parte mia ci sono tante buone aspettative ma sopratutto tanta, tantissima, pressione e ansia pregara. Ma sono abituato, devo solo attendere il momento in cui entrerò in abitacolo e alzerò la frizione per uscire dai box. Gas giù e via ogni pensiero!

Il mio weekend è iniziato venerdi mattina, quando, arrivato in pista, abbiamo fatto tutte le presentazioni del caso al motorhome Opel Motorsport, foto di rito…che emozione! Le prove libere sarebbero iniziate solo al pomeriggio,  alle 16,00, quindi c’era tutto il tempo per  studiare la macchina, cercare di capire quali modifiche apportate e iniziare a entrare concretamente nel clima pregara! Provo a dare un occhio al tempo, sempre decisamente pazzo
qui al Ring. Fare un pronostico meteo nella regione dell’Eifel è praticamente impossibile. In ogni caso sembra asciutto, dovrebbe tenere, partiamo con le slick nelle prove libere.

Sono il secondo a scendere il pista. L’obiettivo per il pomeriggio è capire subito il limite della vettura, prendere le misure e ritrovare il feeling con la vettura. Rispetto alla Clio, la guida è completamente diversa, l’Astra ha molti più cavalli e di conseguenza anche le velocità sono maggiori. Diversa la frenata, molto ritardata rispetto alla Clio, varia anche l’uso del cambio . Il motore turbo 2,0 ha oltre 320 cavalli e spinge che è una meraviglia, la macchina da tantissima sicurezza ma purtroppo, come accade spesso qui al Nurburgring, beccare un giro pulito senza bandiere gialle è molto difficile. La lunghezza del circuito, quasi 26 km con 173 curve tra insidie varie, lo rende il più difficile al mondo, le barriere sono a pochissimi metri dalla pista e non consentono errori, alcuni tratti del circuito sono da fare a full gas, ma solo quando inizi a conoscerlo – anche se spesso credi di – alla perfezione puoi permetterti di osare un pelo di più. Qui viene spontaneo alzare il piede, il muro o il guardrail a un metro dalla pista non ti danno molta sicurezza! Non c’è margine di errore, devi sapere esattamente quelli che stai facendo in ogni momento.

Alcuni incidenti in prova mi rallentano parecchio, non riesco a prendere un riferimento cronometrico preciso,
non ho confronti diretti con le altre Opel della mia categoria. La nostra classe – la Cup 1 – è una delle più numerose del campionato, si lotta dall’inizio alla fine, i distacchi a fine gara sono strettissimi, in gare di durata di 4 o 6 ore si arriva tutti nello stesso giro e con pochi secondi di distacco l’uno dall’altro. Decisamente difficile ma altrettanto stimolante per noi piloti!

Al termine delle prove libere cala il sole sul ‘Ring, le nuvole sembrano avvicinarsi… siamo stati graziati il venerdi, le previsioni danno pioggia per le qualifiche e probabilmente anche in gara. Non un grande danno, nell’ultima gara che abbiamo disputato a fine aprile qui al Ring con la Clio abbiamo rischiato di finire sul podio proprio grazie alla pioggia! Ciò non toglie che l’accoppiata Nurburgring+acqua rende il tutto molto più complicato e imprevedibile, un vero inferno verde di nome e di fatto!

Dopo una notte di pioggia ininterrota, all’inizio delle qualifiche non piove, ma l’asfalto è ancora molto umido. Si parte con le intermedie, sperando che la pista si asciughi alquanto in fretta in modo da poter montare nell’ultimo stint di qualifica – che tocca a me- le gomme da asciutto! Ovviamente succede tutto il contrario, Jens e Lucas girano in condizioni precarie, una parte del circuito tende ad asciugarsi mentre il resto, specialmente la parte vecchia e nella foresta, è completamente bagnato! In più, come se non bastasse, quando esco dai box per il mio stint inizia a diluviare forte, le gomme intermedie non consentono di spingere a dovere, la frenata è precaria e il minimo errore metterebbe a rischio tutto il weekend! I nostri tempi purtroppo sono alti, partiamo in 12sima posizione! Partire davanti non sarebbe male, però sono pur sempre gare di durata, in 4 ore può succedere di tutto!!

11008781_418749994994919_482344350503525758_n

In gara sono iscritte 142 vetture, con tanta varietà nella griglia di partenza: dalle estreme GT3, alle Opel OPC Cup, alle Renault Clio, alle Bmw 325 passando per le Mini e tante altre, dalle auto sportive più famose, alle auto di tutti i giorni, opportunamente preparate e pronte per correre. La differenza di prestazioni tra i partecipanti è paurosa, è un’insidia nell’insidia.

11659431_418750334994885_5182588145114713468_nQuesta tra l’altro è un gara un pò particolare, tra i partecipanti italiani c’è un team decisamente in vista: la Scuderia Giudici ha iscritto una Giulietta per il campione DTM Nicola Larini e Diego Romanini. Speriamo sia indice di un ritorno del Biscione alle corse!

La domenica il pubblico è numerosissimo come sempre, la folla sovrasta la griglia di partenza fino alle ultime file. E’ incredibile!! Non ti abitui mai, ad ogni gara rimango sorpreso della passione del pubblico e dal supporto da parte di tutti! Solo in questo campionato è possibile una cosa del genere, griglia di partenza lunghissima con tutte le macchine circondate dagli spettatori pronti a farsi le foto e a parlare coi piloti!!

Il colpo d’occhio del giro di ricognizione è spettacolare come sempre, un serpentone infinito di auto che zigzagano per scaldare le gomme, il pubblico e i commissari che salutano i piloti al loro passaggio. Partenza lanciata, allo spegnimento delle luci rosse giù tutto! Si, son gare di durata, ma provate a spiegare ad un pilota che non c è bisogno di tirare la staccata alla prima curva! Non lo capiremo mai! Tutti si fiondano come caccia al primo tornante e, nel gruppetto davanti al mio compagno Lucas, una BMW M3 si gira e viene colpita dalla nostra Astra, nessun danno ma tanta paura!

10407517_418749841661601_788955222298378540_n

L’attesa è interminabile, guardo la classifica OPC, Lucas ha guadagnato una posizione, aspetto il mio turno. Mi riprometto di non mollare nulla, dal primo all’ultimo metro!! Ci siamo quasi, i meccanici si preparano al rifornimento e al cambio delle gomme anteriori, dai box arriva il segnale: 5 minuti e tocca a me!

Questi sono gli attimi nel quale si provano un milione di emozioni, e non ci credo al fatto che un pilota, da quello più esperto al neofita, non sia pervaso dall’emozione e dalla voglia di entrare in pista e sfogare tutta l’adrenalina che ha dentro!!

Arriva la macchina, mi fiondo dentro, test radio, tutto ok! Si parte! Prima, seconda, 60 kmh di velocità ai box, oltre la linea accelero a fondo, i led colorati del display e del contagiri salgono impazziti!! Via, scateniamo tutti i 320 cavalli lungo il vecchio leggendario Nurburgring!

Avendo le gomme già calde, impongo da subito un ritmo alto, miglioro sensibilmente diversi intertempi e giro dopo giro rimonto parecchie posizioni, portandomi sino a P6 di classe! Più vado avanti più i tempi migliorano sensibilmente, la macchina mi da tantissima sicurezza, finalmente riesco a guidare in condizioni di completo asciutto divertendomi e riuscendo a capire il reale potenziale dell’OPC.

Andrea porta da sempre i colori di Motorsport Rants sulla sua vettura, guardate sotto il numero! :)
Andrea porta da sempre i colori di Motorsport Rants sulla sua vettura, guardate sotto il numero! 🙂

La macchina è migliorata tantissimo rispetto all’anno scorso, la frenata è eccezionale, l’abs race è superbo, ti consente di ritardare tantissimo la frenata, quasi contronatura! In diversi giri trovo doppie bandiere gialle, tantissimi come sempre gli incidenti, tra cui una Porsche completamente distrutta subito dopo il Karussel, la famosa curva
sopraelevata caratteristica del vecchio Nurburgring, una vera e propria centrifuga da affrontare a oltre 90 all’ora, dove tutto trema, e devi essere bravo a non farti scappare le mani dal volante!

Nonostante le doppie gialle riesco a beccare un giro quasi completamente pulito, dove trovo qualche macchina più lenta da doppiare, riesco comunque ad abbassare il mio tempo fino a 9 minuti e 40 secondi. Non male e dal muretto box si complimentano, il ritmo è quello giusto, recupero ancora altre posizioni e mi tolgo lo sfizio di un sorpasso sulla OPC che mi precede nella classifica di categoria a oltre 240 all’ora in piena scia!

Dopo 1 ora e mezzo di guida al limite, torno ai box per dare il cambio al mio compagno di squadra Jens! Purtroppo la sosta box ci ha fatto perdere 2 posizioni, scivoliamo nuovamente al settimo posto e così arriviamo anche al traguardo, dove però ad aspettarci c’è tutto il Lubner Motorsport in festa per il buon risultato! Noi esordienti in una nuova categoria cogliamo un ottimo settimo posto di classe e 52esimo assoluto, mentre le altre due vetture del team hanno fatto doppietta di categoria! Grande week end per tutto il team!

Ma il meglio ancora doveva venire, io e Lucas siamo stati riconfermati per la prossima gara VLN del primo agosto, sempre con la nostra Opel Astra OPC #343! Dire che siamo contentissimi è riduttivo, arriveremo alla prossima gara più preparati, ci sono buone probabilità di riuscire a toglierci qualche soddisfazione in più in gara, potremo lavorare anche meglio su assetto e preparazione auto prima della gara!

Intanto, però, per tenermi in forma parteciperò nel weekend del 18 e 19 luglio alla tappa del Cup Tourenwagen Throphy con la Clio Cup sul circuito di Spa Francorshamps!

Andrea Sabbatini
FacebookTwitter

11010534_418750241661561_1900042280378011372_n