Categorie
Push to Rants

Hakkinen per Perez: un atto di responsabilità?

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

[dropcap]P[/dropcap]roblematico stabilire se per il vaticinatore professionista Beppe Grillo un fantasioso ritorno di Hakkinen nell’abitacolo della McLaren F1, oggidì occupato da Perez, costituirebbe un «atto di responsabilità» o un «golpettino istituzionale», come le controparti politiche hanno voluto leggere il via libera al secondo mandato da Presidente della Repubblica per Napolitano. Di franchi tiratori antibersaniani scontenti dell’operato di Sergio (dopo nemmeno una manciata di gare!) non se ne vedono all’orizzonte, eppure è un dato di fatto che qualcuno prima di Sakhir abbia posto il quesito: l’ingaggio di Perez è stato un affare? Il giovane «Leone di Guadalajara» di hemingwayana memoria ha forse perduto la capacità di ruggire? Diamogli tempo, direbbe il saggio, se non sapesse che il Circus di tempo non ne concede. Button, in fondo, è un paragone scomodo e la MP4-28 pare una via di mezzo tra Force India (valida su alcuni circuiti) e Caterham (imbarazzante). Perez, inoltre, non è Marini né Prodi. Impensabile che qualcuno sventoli su Twitter l’hashtag #hakkinenBis. Sorge allora un dubbio: com’è che da noi un «no grazie» diventa un «sì va bene»?   

Di Ermanno Frassoni

Dal 2005 al 2010 ERMANNO FRASSONI dirige la rubrica online di Arte, Attualità, Media, Narrativa, Sport e Tendenza "L’Angolo del Webmaster". In seguito vira nettamente in direzione motorsport collaborando tra il 2008 e il 2010 con eRaceMotorBlog, RacingWorld e Stop&Go. Dal gennaio 2011 al gennaio 2013 è caporedattore del network MotorInside. Dal febbraio 2013, sulle pagine di Motorsport Rants, tiene la rubrica "Push to Rants". Tra i suoi interessi, oltre alle corse, anche il marketing e gli eventi. Twitter @Fra55oni