La grande bellezza

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

[dropcap]A[/dropcap]ppurato che un tempo il Gran Premio di Monaco costituiva una grande sfida e ora, prestando l’orecchio a Mazzoni nella differita su Rai 2, è una grande sfiga (per Alonso di sicuro), il fine settimana di scena nel Principato ha proposto una Mercedes (con Rosberg/DiCaprio) da fuori di test (chi vuol intendere, intenda). Così, se Fernando ha rispolverato lo slogan del brand di occhiali che pubblicizza («change perspective», vedi l’up & down di Barcellona e Montecarlo), il vincitore ha esplorato chirurgicamente le fascinose stradine del circuito come Jeb Gambardella (l’attore Servillo) ne «La grande bellezza» attraversa quel che resta della Dolce Vita dopo Fellini. I vip sgomitano per una foto in griglia di partenza, gli eventi di contorno assicurano una spruzzata di glamour e il mare è sempre lì a far galleggiare gli yachts: sembra quasi di stare nel docu-film «Weekend of a champion» con Jackie Stewart davanti alla macchina da presa e Roman Polanski alla regia. La vicina Cannes impreziosisce l’effetto.