Categorie
Push to Rants

Pastor Inmaculado

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]
[space height=”20″]

[dropcap type=”circle” color=”#ffffff” background=”#ce2121″]È[/dropcap]tam-tam di questa estate il plausibile interessamento della Lotus al cartellino di Maldonado, ammesso e non concesso che Raikkonen prolunghi la permanenza da Boullier oltre il 2013, anche se non è affatto chiaro dove andrebbe Grosjean (con Alonso alla Ferrari, forse?). I petrodollari di PDVSA, la compagnia statale venezuelana tanto cara al governo chavista, potrebbero dunque tornare utili per convincere Kimi a rivedere le sue velleità. Spesso coinvolto in episodi di esasperata aggressività, almeno stando ai penalties comminatigli periodicamente dagli stewards di turno, Pastor non ha fatto ammenda per l’incidente di Spa Francorchamps in grado di tarpare le ali a Di Resta. «Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma lo stop and go in Belgio è stato ingiusto». Bravo, bravissimo, non fortunatissimo: Pastor, assieme a Perez e Grosjean, è un po’ il Montoya dei nostri tempi (con qualche distinguo), tra sorpassi «maschi» e tanti strascichi in direzione gara. Eppure il suo cognome non è Inmaculado («immacolato» in lingua spagnola), come se fosse debitore di Parolin, nunzio apostolico in Venezuela e prossimo Segretario del Vaticano, anziché delle formuline by Renault sperimentate a inizio carriera.    

[mc4wp-form]

Di Ermanno Frassoni

Dal 2005 al 2010 ERMANNO FRASSONI dirige la rubrica online di Arte, Attualità, Media, Narrativa, Sport e Tendenza "L’Angolo del Webmaster". In seguito vira nettamente in direzione motorsport collaborando tra il 2008 e il 2010 con eRaceMotorBlog, RacingWorld e Stop&Go. Dal gennaio 2011 al gennaio 2013 è caporedattore del network MotorInside. Dal febbraio 2013, sulle pagine di Motorsport Rants, tiene la rubrica "Push to Rants". Tra i suoi interessi, oltre alle corse, anche il marketing e gli eventi. Twitter @Fra55oni