Profeta non sarò

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

«Profeta non sarò ma il cuore mio saprà dirti al posto mio che vivrò solo per la tua felicità». Aperta la parentesi musicale, resta da capire se al cantante Roussos sarebbe piaciuta l’idea di un impertinente «pagellino» pre-Melbourne. A noi sì. Hamilton: piantato dalla fidanzata Nicole (voto 3). Rosberg: chilometrico, nei test non sta mai fermo (voto 8). Ricciardo-Kvyat: dei Red Bull(etti) non si butta via niente (voti 7 e 6). Massa-Bottas: lo Stravecchio corretto ghiaccio (voti 7 e 8). Vettel: ha cambiato casa e prefisso, 666 come il numero di progetto Ferrari (voto 9). Raikkonen: la paternità ti cambia (voto 9, da condividere con Minttu). Magnussen: pronto… sei pronto? (non è pronto a prendere i voti). Button: Jessica è okay, la McLaren… (voto 7). Hülkenberg-Perez: furbo Nico che ha un piede a Le Mans (voti 10 e 5). Verstappen: Jos chi? (voto 10). Sainz Jr.: male che vada ci sono i rally (voto 9). Grosjean: secondo pargolo in arrivo, ma sarà poi vero che la paternità ti cambia? (voto 9, per Marion). Maldonado: se rivince almeno inquadrano Gabriella (voto 7, alla moglie). Ericsson: bastasse essere svedesi per emulare Peterson! (voto 5). Nasr: ha una banca, do Brasil! (voto 10). Stevens-Mister X: una Manor davanti e… (voto 6, alla simpatia).

Twitter @Fra55oni