Stanno tutti bene

La Ferrari di Vettel avanza sicura verso il trionfo nel GP Brasile: per il tedesco è il quinto centro della stagione (© Getty Images)

 

A cura di Ermanno Frassoni

[divider]

INTERLAGOS – Quando la realtà immaginata è diversa da quello che si può definire il riscontro non illusorio delle cose. Nel Gran Premio del Brasile, penultima tappa del Mondiale di Formula 1 edizione 2017, Vettel e la Ferrari colgono la quinta vittoria stagionale, evento che non si verificava dal 30 luglio scorso in Ungheria. All’epoca fu doppietta con Raikkonen, stavolta sul gradino più basso del podio dell’Autódromo José Carlos Pace alle spalle di un Bottas in versione poleman ridimensionato al via. Perché Sebastian, scattato come un fulmine alla partenza tanto da regolare in un batter di frenata la pratica Valtteri, riesce sì nell’impresa di tornare al successo ma a giochi ormai cristallizzati con Hamilton quattro volte iridato e la Mercedes sul tetto del mondo Costruttori. Già, Lewis, che in qualifica si concede una digressione a muro salvo poi rimontare furiosamente fino al quarto posto precedendo le Red Bull di Verstappen e Ricciardo. Esaltante il confronto per la settima piazza tra l’eterno pensionato (!) Massa e Alonso, talento raro alla stregua del nandù, un simil-struzzo che è forte corridore ed è diffuso nel nord-est del Brasile. Stanno tutti bene, direbbe il personaggio di Mastroianni dell’omonimo film: la Rossa finalmente al top, la Stella orientata al 2018 e gli estimatori del sempre invitante circuito di Interlagos.

Twitter @Fra55oni